Stanley G. Weinbaum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stanley Grauman Weinbaum

Stanley Grauman Weinbaum (Louisville, 4 aprile 190214 dicembre 1935) è stato uno scrittore e autore di fantascienza statunitense.

La sua carriera, a causa della morte prematura per cancro ai polmoni, durò meno di diciotto mesi, ma Weinbaum ebbe un ruolo di primo piano nell'evoluzione del genere fantascientifico. Il suo primo e più famoso racconto di fantascienza, Un'odissea marziana, pubblicato nel 1934, fu uno dei primi a presentare creature extraterrestri intelligenti ma dalla psicologia incomprensibile all'uomo, superando il diffuso stereotipo di alieni identici agli esseri umani o mostruosi e malvagi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Weinbaum nacque a Louisville, in Kentucky, frequentò la scuola a Milwaukee e si iscrisse all'Università del Wisconsin. Qui studiò prima ingegneria chimica per poi passare all'inglese, ma non si laureò: lasciò l'università nel 1923, quando si scoprì che aveva dato un esame per un amico, per scommessa.

Decise di tentare la carriera di scrittore. Il suo primo successo, The Lady Dances, fu un romanzo romantico pubblicato sotto lo pseudonimo di Marge Stanley, una combinazione del suo nome e quello di sua moglie. Avido lettore di fantascienza, Weinbaum si dedicò anche ad essa, ma le prime opere - The Mad Brain e The New Adam - gli furono pubblicate postume.

La sua carriera come scrittore di fantascienza iniziò nel luglio 1934, con la pubblicazione di Un'odissea marziana, accolto molto favorevolmente dai lettori e dalla critica: Howard Phillips Lovecraft scrisse che Weinbaum «sapeva immaginare situazioni, psicologie ed entità totalmente aliene, escogitare eventi coerenti prodotti da motivi del tutto alieni ed evitare i melodrammi di bassa lega in cui sguazzano gli scrittori pulp»[1].

Tra il 1934 e il 1935, Stanley G. scrisse opere che sono diventate classici della fantascienza, come i racconti La Peri Rossa e Adattabilità, la serie di racconti con protagonisti “Ham” Hammond e Patricia Burlingame, il romanzo L'arrivo della fiamma.

Nell’estate del 1935, dopo un'operazione alle tonsille, Weinbaum fu colpito da quella che si ritenne essere polmonite. Continuò a scrivere per alcuni mesi, ma il peggiorare della sua salute ed i trattamenti sempre più pesanti con i raggi X lo costrinsero a prendere una pausa. Morì nel dicembre di quello stesso anno, prima di riprendere l’attività.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Copertina della rivista di narrativa fantascientifica Avon Fantasy Reader n. 15 (1951) che presenta Volo su Titano (A Man, A Maid, and Saturn's Temptation)

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • The New Adam
  • The Mad Brain o The Dark Other

Serie di Black Margot[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Marte[modifica | modifica wikitesto]

Serie di "Ham" Hammond e Patricia Burlingame[modifica | modifica wikitesto]

Serie del professor Van Manderpootz[modifica | modifica wikitesto]

  • I mondi del se... (The Worlds of If, Wonder Stories, ago. 1935)
  • L'ideale (The Idealìì, Wonder Stories, set. 1935)
  • Il punto di vista (The Point of View, Wonder Stories, gen/feb 1936)

Altri racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Adattabilità (The Adaptive Ultimate, Astounding SF, nov. 1935) (da cui nel 1957 fu tratto un film intitolato She-Devil)
  • Volo su Titano (Flight on Titan 1935; ripubbl. come A Man, A Maid, and Saturn's Temptation), Fratini editore 2013
  • La Peri Rossa (The Red Peri, Astounding SF, nov. 1935)
  • La luna pazza (The Mad Moon, Astounding SF, dic. 1935)
  • Gli Occhiali di Pigmalione (Pygmalion's Spectacles, Wonder Stories, giu. 1935)
  • Il grafico (Graph, Fantasy Magazine, set. 1936)
  • Cerchio uguale a zero (The Circle of Zero, Thrilling Wonder Stories, ago. 1936)
  • L'isola di Proteo (Proteus Island, Astounding SF, ago. 1936)
  • Il mutare delle correnti (Shifting Seas, Amazing Stories, apr. 1937)
  • Real and Imaginary o The Brink of Infinity
  • Il nascondiglio della morte (Redemption Cairn, Astounding SF, mar. 1936)
  • Smothered Seas
  • Il Dittatore (The Dictator's Sister o Revolution of 1980, Amazing Stories ott/nov 1938)
  • Marea lunare (Tidal Moon, Thrilling Wonder Stories, dic. 1938) (frammento, completato dalla sorella Helen)
  • Il verde bagliore della morte (the Green Glow of Death, Crack Detective Stories, lug 1957)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sam Moskowitz, L'alba della fama: la carriera di Stanley G. Weinbaum, in esploratori dell'infinito, saggi-nord, 1980

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sam Moskowitz, L'alba della fama: la carriera di Stanley G. Weinbaum, in Esploratori dell'infinito, saggi-Nord, 1980

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86916727 LCCN: n81062505