Standard & Poor's Commodity Index

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'indice Standard & Poor's Commodity Index (SPCI) è un indice sulle commodity che misura le variazioni di prezzo incrociando le materie prime del settore agricolo e di quello industriale attualmente quotate al mercato future su un paniere di 5 macro aree: Energetici, Metalli, Cereali, Carni, Fibre e Coloniali.

Sono incluse nell'indice unicamente le commodity utilizzate in ambito industriale. I pesi all'interno dell'indice sono determinati dal valore del dollaro del Commercial Open Interest (COI) di ogni commodity e ribilanciati ogni anno a febbraio.

Materie prime facenti parte dell'indice e loro peso (2006)[modifica | modifica wikitesto]

  • Natural Gas (17.65%)
  • Unleaded Gas (12.16%)
  • Heating Oil (12.13%)
  • Crude Oil (11.41%)
  • Wheat (5.15%)
  • Live Cattle (4.87%)
  • Corn (4.48%)
  • Coffee (3.88%)
  • Soybeans (3.84%)
  • Sugar (3.80%)
  • Silver (3.67%)
  • Copper (3.39%)
  • Cotton (3.22%)
  • Soybean Oil (2.98%)
  • Cocoa (2.79%)
  • Soybean Meal (2.57%)
  • Lean Hogs (2.04%)

Altri indici[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]