Stand by Me - Ricordo di un'estate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stand by Me - Ricordo di un'estate.
Stand by me.JPG
I quattro giovani protagonisti in una scena del film
Titolo originale Stand by Me
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1986
Durata 89 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico, avventura
Regia Rob Reiner
Soggetto Stephen King
Sceneggiatura Raynold Gideon, Bruce A. Evans
Produttore Raynold Gideon, Bruce A. Evans, Andrew Scheinman
Casa di produzione Columbia Pictures
Distribuzione (Italia) Columbia Pictures
Fotografia Thomas Del Ruth
Montaggio Robert Leighton
Effetti speciali Henry Millar, Rick Thompson
Musiche Jack Nitzsche
Tema musicale Stand by Me di Ben E. King
Scenografia J. Dennis Washington
Costumi Sue Moore
Trucco Cheri Ruff, Monty Westmore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Stand by Me - Ricordo di un'estate (Stand by Me) è un film del 1986 diretto da Rob Reiner, tratto dal racconto Il corpo (The Body) contenuto nella raccolta di novelle Stagioni diverse di Stephen King. In Italia il film arrivò nel marzo 1987.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Estate del 1959: Gordon 'Gordie' Lachance, Chris Chambers, Teddy Duchamp e Vern Tessio sono quattro amici dodicenni che vivono nella piccola cittadina dell'Oregon di Castle Rock, e si preparano a passare al ginnasio.

Un giorno Vern, cercando dei soldi che aveva sotterrato, ascolta per caso la conversazione tra suo fratello maggiore Billy e un amico, viene a conoscenza che i due, dopo aver rubato una macchina per fare un giro fuori città, si sono imbattuti casualmente nel cadavere di un ragazzino e non ne hanno denunciato il ritrovamento alla polizia a causa del furto appena commesso.

Vern corre a raccontarlo agli amici, i quali capiscono debba trattarsi del corpo di Ray Brower, un dodicenne scomparso tre giorni prima, dopo essersi allontanato da Castle Rock per raccogliere mirtilli. I quattro ragazzi, spinti dal desiderio - ognuno per un motivo diverso - di riscattarsi e diventare degli eroi agli occhi di tutti, decidono di andare alla ricerca del corpo e si mettono in cammino lungo i binari della ferrovia. Alla fine, dopo aver superato mille ostacoli, fra cui anche quello di essersi dovuti scontrare con la banda dei più grandi, capeggiata dallo spietato Asso, trovano il cadavere. Durante il viaggio sono però maturati a tal punto da pensare che una telefonata anonima alla polizia sia la cosa migliore.

Molti anni dopo, Gordie, ormai adulto e con figli, coronato il sogno di divenire uno scrittore, apprende da un giornale la notizia della morte di Chris (accoltellato perché aveva cercato di porre fine a una lite).

Decide allora di scrivere un nuovo romanzo, in cui narrare la storia del loro viaggio alla ricerca del corpo di Ray Brower. Sua è la voce fuori campo che accompagna lo spettatore per tutto il film.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Gordie Lachance[modifica | modifica wikitesto]

È il protagonista del film, un ragazzo sensibile, molto intelligente e con un talento nel raccontare storie, che lo porterà a diventare scrittore. Alla morte del fratello maggiore Danny viene ignorato dai genitori, soprattutto dal padre.

Chris Chambers[modifica | modifica wikitesto]

È il leader del gruppo, nonché il migliore amico di Gordie. I membri della sua famiglia hanno una pessima reputazione e ciò porta gli abitanti di Castle Rock a considerarlo un poco di buono, malgrado non sia affatto tale. Chris si rende conto del dono di Gordie per la scrittura, ma anche di come rischi, a suo dire, di rovinarsi frequentandoli; per questo motivo diventa per lui una sorta di "padre spirituale", pronto a spronarlo a tirare fuori il meglio di sé. Suo fratello è Caramello Chambers, che fa parte della banda dei Cobra. Alla fine del film, ormai adulto, si verrà a sapere che morirà accoltellato in un fast-food perché aveva cercato di porre fine a una lite.

Teddy Duchamp[modifica | modifica wikitesto]

È un ragazzo molto eccentrico con dei grossi occhiali da vista. Nonostante il padre insano di mente (ex-militare che ha partecipato allo sbarco in Normandia e che è poi stato rinchiuso in una clinica psichiatrica) gli abbia bruciato un orecchio appoggiandolo su una stufa accesa, lui continua a volergli bene e a difenderlo imperterrito da ogni sorta di accusa. Alla fine del film si scopre che ha tentato addirittura di arruolarsi nell'esercito per seguire le orme del padre, ma la vista e l'orecchio non glielo hanno consentito, ritrovandosi così a fare lavoretti saltuari nei dintorni di Castle Rock, finendo diverse volte in prigione.

Vern Tessio[modifica | modifica wikitesto]

È un ragazzo timido molto pauroso e impacciato, spesso preso in giro dagli altri poiché sbadato e in sovrappeso. Ha un fratello maggiore, amico di Caramello Chambers della banda dei Cobra. Da grande lavorerà come manovratore di gru, si sposerà e avrà 4 figli.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il racconto Il corpo, dal quale è tratto il film, fa parte del libro Stagioni diverse, edito in Italia da Sperling & Kupfer e costituito da quattro storie differenti, una per ogni stagione. Oltre che dal racconto in questione, da ben altri due racconti facenti parte di questo lavoro di King sono state tratte altrettante pellicole cinematografiche: Le ali della libertà, dal racconto Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank e L'allievo, dal racconto Un ragazzo sveglio.

Nel racconto The Body e nel film in lingua originale Vern viene chiamato spesso "Vern-0" dagli altri e soprattutto da Teddy, cioè Vern-zero, mentre l'adattamento italiano non ha mantenuto questo gioco di parole. Le sigarette che i ragazzi fumano sono in realtà realizzate con foglie di lattuga.[1] Rob Reiner s'arrabbiò moltissimo con Wil Wheaton e Jerry O'Connell quando dovettero girare la scena della corsa sul ponte, in fuga dal treno, dato che i due ragazzini non riuscivano a sembrare abbastanza spaventati; per far loro raggiungere lo stato d'animo che desiderava li sgridò fino a terrorizzarli e farli piangere, e solo a quel punto li ritenne pronti per girare.[1]. Il film fu girato da giugno ad agosto del 1985, tra gli stati della California e dell'Oregon. Il film uscì negli Usa nell'agosto del 1986. In Italia arrivò a novembre dello stesso anno. Il budget per la realizzazione è stato di circa 8 milioni di dollari.

Le canzoni anni cinquanta della colonna sonora sono alcune delle preferite di Rob Reiner. Inizialmente il titolo sarebbe dovuto essere The Body, ma poiché i produttori avevano già deciso di inserire nei titoli di coda della pellicola la famosa canzone di Ben E. King, il titolo fu modificato.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Per il ruolo di Gordie adulto, e quindi del narratore, prima di scegliere Richard Dreyfuss vennero presi in considerazione diversi attori. La scena iniziale venne girata con David Dukes ma la sua voce non era adatta alla narrazione.[1]

Rob Reiner si sentiva molto simile al personaggio di Gordie da piccolo (insicuro, che ha un rapporto conflittuale col padre e cerca approvazione negli amici) tanto da renderlo il protagonista della vicenda. Secondo l'autore invece, l'eroe tragico è Chris, e per lui Gordie è solo il narratore. Ma, dice, "non è stato un problema, perché film e libri sono come mele e arance, sono entrambi buonissimi ma hanno sapori completamente diversi. Se funziona, sono felice. È fantastico."[1]

Riguardo all'ultima parte del film, quando Chris Chambers (interpretato da River Phoenix) scompare, Reiner ha dichiarato che è dura rivedere quella scena per lui perché non aveva idea di ciò che sarebbe accaduto a River sette anni dopo.[1]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. Everyday (Holly Buddy)
  2. Let The Good Times Roll (Del Vikings)
  3. Come Go With Me (Del Vikings)
  4. Whispering Bells (Del Vikings)
  5. Get A Job (Silhouettes)
  6. Lollipop (Chordettes)
  7. Yakety Yak (Coasters)
  8. Great Balls Of Fire (Jerry Lee Lewis)
  9. Mr. Lee (Bobbettes)
  10. Stand by Me (Ben King)
  11. Rockin' Robin (Leon René)
  12. Sorry (Impalas)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Differenze rispetto al libro[modifica | modifica wikitesto]

Il film differisce in parte dalla storia originale di Stephen King. Per esempio, il racconto è spostato dal 1960 del libro al 1959 del film. La stessa cittadina immaginaria di Castle Rock, pur mantenendo il nome, nel libro si trova nel Maine mentre nel film si trova nell'Oregon. La cittadina nella quale sono girati gli esterni urbani del film è infatti Brownsville, OR. Curiosamente, le città più importanti e popolose di Oregon e Maine hanno lo stesso nome (Portland) e sono talvolta nominate nel film come nel libro.

Altre modifiche si notano nella sequenza temporale dello svolgersi delle azioni: la conversazione di Chris e Gordie riguardo al futuro, la scena in cui Chris dice la verità a Gordie riguardo all'episodio dei soldi rubati e la storia Sacco di Lardo di Gordie nel libro accadono in punti cronologicamente differenti.

Nella versione italiana del film vi sono licenze su un nome e due soprannomi di tre dei personaggi rispetto alla versione originale e al libro italiano. Ace Merrill e Eyeball (letteralmente "bulbo oculare") Chambers si chiamano rispettivamente "Asso" e "Caramello", mentre nell'edizione italiana del libro rimangono coi nomi originali; d'altro canto, nella storia Sacco di Lardo, David "Lardass" Hogan è tradotto letteralmente ("Culo di Lardo") nel libro e più morbidamente ("Sacco di Lardo") nel film. Si segnala che il libro, pur scritto quattro anni prima del film, fu tradotto in italiano per uscire contestualmente ad esso (primavera 1987).

Nel libro Gordie incontra una femmina di daino; come nel film dove però la nomina al maschile, o meglio senza specificarne il genere.

La scena delle sanguisughe, nel film si svolge in uno specchio d'acqua di ridotte dimensioni in mezzo alla foresta, mentre nel libro si tratta di un lago vero e proprio (il Lago dei Castori); nel film i quattro ragazzi tentano di attraversarlo senza bagnarsi ma poi, sorpresi dalla sua profondità, finiscono completamente inzuppati da vestiti; nel libro, invece, i ragazzi si spogliano nudi e vi si tuffano apposta per fare il bagno e giocare. Di conseguenza, sempre nel libro, la sanguisuga attaccatasi ai genitali di Gordie viene descritta gonfiandosi visibilmente ed esplodendo al suo tocco, mentre nel film, dove i ragazzi sono inizialmente vestiti e per ripulirsi dagli animali si tolgono le magliette e abbassano i pantaloni, Gordie estrae la sanguisuga già esplosa dalle sue mutande e poi sviene; nel libro, invece, si limita a scoppiare in lacrime.

Molto più impressionante nel libro è la vista del cadavere di Ray Brower (con, tra i particolari, uno scarabeo che gli esce dalla bocca) che, contrariamente al film, avviene pure sotto una pioggia torrenziale.

Nel libro, sempre sotto la pioggia, è Chris a tenere la pistola puntata contro Asso, mentre nel film è Gordie a puntare l'arma. Dopo aver visto il film Stephen King disse che secondo lui questa scena del film era meglio di quella rappresentata nel libro.

Nel libro, i propositi di vendetta minacciati da "Asso" e dalla sua banda saranno messi in pratica alcuni giorni più tardi per Gordie e Teddy e al ritorno a casa per Chris e Vern (questi ultimi, come è immaginabile, dai rispettivi fratelli); nel film, invece, il lungo flashback termina con l'arrivo dei ragazzi a Castle Rock la mattina successiva, prima di riguadagnare ognuno la propria abitazione.

Inoltre nel libro viene detto che tutti e tre gli amici di Gordie da adulti moriranno (Vern in un incendio, Teddy in un incidente stradale e Chris accoltellato in un bar), mentre non avviene nel film, in cui il narratore (Gordie da adulto) afferma che solo Chris morirà.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Dai contenuti speciali del DVD.
  2. ^ a b c d (EN) Connections, Internet Movie Database. URL consultato il 28 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema