Stan Pilecki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« [I miei genitori] persero la nave per il Canada, altrimenti avrei forse finito per giocare a hockey su ghiaccio »
(Stan Pilecki)
Stan Pilecki
Dati biografici
Nome Stanislaus Josef Pilecki
Paese bandiera Germania alleata
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Australia Australia
Ruolo Pilone
Ritirato 1984
Carriera
Attività provinciale
1970-84 Queensland Queensland 122 (?)
Attività di club¹
1968-84 600px Verde e Giallo Diagonale.png Wests
Attività da giocatore internazionale
1978-83 Australia Australia 18 (0)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 29 agosto 2010

Stanislaus Josef Pilecki (Augustdorf, 4 febbraio 1947) è un ex rugbista a 15 australiano di origine polacca, primo giocatore a raggiungere le 100 partite per la rappresentativa del Queensland e 18 volte internazionale per gli Wallabies tra il 1978 e il 1983: al suo nome è intitolato il premio che la federazione rugbistica del Queensland assegna annualmente al proprio miglior giocatore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pilecki è nato da una coppia di deportati polacchi, prelevati dalla madrepatria dopo l'invasione del 1939 da parte della Germania nazista. Dopo la fine della guerra preferirono non tornare in Polonia e furono inviati al campo profughi di Augustdorf in attesa di emigrare altrove[1]; la prima destinazione utile fu l'Australia, dopo aver perso l'occasione di emigrare in Canada; nel 1950 giunsero a Sydney e si stabilirono a Brisbane[1].

Pilecki non si interessò del rugby fino ai 14 anni: essendo egli intenzionato a praticare uno sport fu indirizzato al rugby in ragione della sua struttura fisica, e iniziò a giocare nel ruolo di pilone[1]; dopo la fine degli studi superiori entrò negli West Brisbane Bulldogs, squadra che partecipa al campionato del Queensland e, già nel 1970, debuttò nella rappresentativa dello Stato[2].

Nel 1978 debuttò negli Wallabies a 31 anni, in un test match a Brisbane contro il Galles, e divenne una presenza regolare in Nazionale nei successivi cinque anni: fu il primo e, a tutt'oggi unico, australiano d'origine polacca a vestire la maglia della Nazionale di rugby a 15[1]. Nonostante il suo ultimo incontro internazionale faccia data al 1983, fu convocato anche nella selezione che conseguì il Grande Slam nel tour 1984 nel Regno Unito, pur senza mai scendere in campo. Il 1984 fu anche l'anno in cui terminò la sua attività agonistica, dopo 122 incontri con la rappresentativa del Queensland: fu il primo a disputarvi 100 incontri e ne è attualmente il quinto assoluto nella classifica di presenze, considerando anche l'epoca professionistica[3]; in suo onore, la federazione rugbistica del Queensland assegna ogni anno il Premio Stan Pilecki al miglior giocatore stagionale dei Reds, franchise professionistica dello Stato che disputa il Super Rugby.

Nel dicembre 2009 Pilecki è riuscito a visitare per la prima volta la Polonia, dopo che un primo tentativo fallì in occasione del tour australiano del 1981, a causa dello stato d'assedio e la chiusura dei confini decisa dalla giunta militare polacca; nell'occasione Pilecki ha preso accordi per rilanciare il rugby in Polonia e per organizzare un tour degli Australian Barbarians in quel Paese[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Sweet homecoming for Wallaby legend in Rugby 365, 4 dicembre 2009. URL consultato il 29-8-2010.
  2. ^ (EN) West Brisbane Bulldogs' History. URL consultato il 29-8-2010.
  3. ^ (EN) 100 Caps Club. URL consultato il 29-8-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby