Destini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Stagioni (soap opera))
Destini / Stagioni
Destini.JPG
Il logo originale della soap opera (1989)
Titolo originale Another World
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1964 - 1999
Formato serial TV
Genere soap opera
Stagioni 35
Puntate 8.891
Durata 30 min (1964-1975)
60 min (1975-1979, 1980-1999)
90 min (1979-1980)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore Colore (1966-1999)
Bianco e nero (1964-1966)
Audio Stereo (1987-1999)
Mono (1964-1987)
Crediti
Ideatore Irna Phillips & William J. Bell
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 4 maggio 1964
Al 25 giugno 1999
Rete televisiva NBC
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 1989
Al 1992
Rete televisiva Rai 2
Rai 3
Cinquestelle

Destini, trasmessa in Italia anche col titolo Stagioni (Another World), è stata una soap opera statunitense creata da Irna Phillips (Sentieri, Così gira il mondo) e William J. Bell (Febbre d'amore, Beautiful).

Nata il 4 maggio 1964 e terminata il 25 giugno del 1999, venne trasmessa in Italia per la prima volta nel gennaio 1989 da Rai 3 (episodi USA 1984) alle 17.15 con replica la mattina successiva alle 11.15, e successivamente dal 1990 nel pomeriggio di Rai 2.

A causa dei bassi ascolti, la messa in onda della soap opera fu interrotta nel 1991. Dopo tre anni venne poi riproposta alle 13.45, sempre su Rai 2, a partire dal 15 giugno 1992 con il titolo Stagioni, un nuovo doppiaggio e un salto temporale di 4 anni (episodi USA 1988) ma sempre a causa dei bassi ascolti venne definitivamente cancellata dai palinsesti italiani.

Negli Stati Uniti invece la soap ebbe molto successo tanto da risultare la soap più seguita negli USA nelle stagioni 1973-1974 (a pari merito con Così gira il mondo della CBS e Il tempo della nostra vita della NBC) e nella stagione 1977-1978 (sempre a pari merito con Così gira il mondo).

Destini, ambientata a Bay City, fu la prima soap opera a creare un incrocio narrativo con un altro serial: ciò accadde negli anni sessanta quando due personaggi di Sentieri (soap ideata dalla stessa creatrice di Destini, Irna Phillips) Mike Bauer e la figlia Hope, si trasferirono per un po' di tempo a Bay City, salvo poi tornare alcuni anni dopo a Springfield (immaginaria cittadina in cui era ambientata Sentieri) e rientrare dunque nelle storyline della suddetta soap. Durante la permanenza di Mike ed Hope a Bay City anche altri due celebri personaggi di Sentieri, Bert Bauer ed Ed Bauer, rispettivamente madre e fratello di Mike (e nonna e zio di Hope), fecero delle brevi apparizioni in Destini con il pretesto di andare a trovare i loro congiunti. Negli anni settanta Hope Bauer tornerà nuovamente a Bay City e dunque nelle trame di Destini per frequentare il college, ma in seguito tornerà di nuovo a Springfield, e dunque di nuovo nella storia di Sentieri.

Destini è la soap opera statunitense che vanta il record di durata oraria delle proprie puntate: nella stagione 1979-1980 infatti ogni singolo episodio durava ben 90 minuti, lunghezza mai raggiunta da nessun altra soap statunitense per i propri episodi. In precedenza la soap aveva avuto una durata di 30 minuti ad episodio (dal 1964 al 1975) e di 60 minuti (dal 1975 al 1979); nella stagione 1980-1981, dopo la tiepida accoglienza da parte del pubblico agli episodi extralarge di 90 minuti della stagione precedente, le puntate della soap tornarono ad avere 60 minuti di durata e così fu fino alla chiusura del serial avvenuta nel 1999. Nei primi due anni e mezzo di programmazione (1964-1967) la soap andò in onda in bianco e nero; a partire dall'autunno 1967, la soap iniziò ad essere trasmessa a colori.

Prima di diventare famosi[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei serial televisivi trasmessi in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione