Stadio Rigamonti-Ceppi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°51′27.72″N 9°23′55.68″E / 45.8577°N 9.3988°E45.8577; 9.3988

Stadio Rigamonti-Ceppi
Informazioni
Ubicazione via don Giovanni Pozzi, 6
23900 Lecco (LC)
Italia Italia
Inizio lavori 1922
Inaugurazione 15 ottobre 1922
Ristrutturazione 1936, 1956, 1960, 1984, 1987, 2007
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 105 x 65 m
Proprietario Comune di Lecco
Uso e beneficiari
Calcio Lecco Lecco
Capienza
Posti a sedere 4.997
 

Lo stadio Rigamonti-Ceppi è un impianto sportivo di Lecco, utilizzato fin dalla sua fondazione dalla locale squadra di calcio, il Calcio Lecco 1912. Questo stadio ha una capienza di 4997 spettatori, collocati su spalti tutti a ridosso del terreno di gioco. La tribuna principale, l’unico settore completamente coperto, ospita circa 1000 posti a sedere. La tribuna dei distinti, alle cui spalle si staglia il monte Resegone, è invece solo parzialmente coperta e può ospitare circa 1700 tifosi.

Deve la sua intitolazione a Mario Rigamonti, calciatore del Grande Torino morto a Superga nel 1949, e a Mario Ceppi, "Presidentissimo" del Lecco negli anni '50 e '60, il periodo di maggior successo della squadra.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La costruzione[modifica | modifica sorgente]

Il "campo sportivo di via Cantarelli" fu realizzato nel 1922 nel quartiere lecchese di Castello, grazie al presidente di allora Eugenio Ceppi che mise a disposizione un terreno di sua proprietà. L’impianto fu inaugurato il 15 ottobre del 1922, una settimana dopo la data prevista a causa di una pioggia torrenziale che impedì la cerimonia e la prima amichevole contro la Trevigliese. Il 2 giugno 1949 lo stadio fu intitolato al compianto campione Mario Rigamonti, che giocò con la maglia del Lecco nel 1945, scomparso un mese prima nella tragedia di Superga.

L'espansione e la serie A[modifica | modifica sorgente]

I principali lavori di ristrutturazione dello stadio iniziarono in concomitanza con le imprese della squadra di casa, che nella stagione 1956-57 raggiunse la serie cadetta e, tre anni dopo, la Serie A. L'estate del 1960 vide, quindi, l'impianto espandersi fino a raggiungere la capienza di ben 22.000 posti e dotarsi di un sistema di illuminazione artificiale.

Il ridimensionamento[modifica | modifica sorgente]

Dagli anni '80 in poi lo stadio subì una graduale riduzione della capienza e, nel 1984, fu abbattuta la tribuna centrale degli anni '60, simbolo del grande Lecco del presidente Mario Ceppi a cui, nel 1993 in occasione del decimo anniversario dalla sua morte, lo stadio venne co-intitolato. Attualmente, poiché lo stadio deve sottostare alle norme di sicurezza sugli impianti pubblici, la capienza omologata è inferiore ai 5.000 posti, anche se l'impianto può contenere più persone.

Altri eventi[modifica | modifica sorgente]

Il 9 agosto 2014 lo stadio ha ospitato le finali del Mondiale per Club di Ultimate frisbee (WUCC 2014).


Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio