Stadio Brianteo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°34′58.98″N 9°18′29.36″E / 45.58305°N 9.308156°E45.58305; 9.308156

Stadio Brianteo
Stadio brianteo2.jpg
Informazioni
Stato Italia Italia
Ubicazione Via Franco Tognini
20900 Monza
Inizio lavori 1982
Inaugurazione 1988
Copertura Tribuna e distinti (8.327 posti)
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 105 x 68 m
Proprietario Comune di Monza
Progetto Giorgio Battistoni
Uso e beneficiari
Calcio Monza Monza
Renate Renate (2010-11)
Tritium Tritium (2011-13)
Giana Erminio Giana Erminio (2014-15)
Rugby a 15 Aironi Aironi (2011)
Capienza
Posti a sedere 18 568
 

Lo stadio Brianteo è un impianto sportivo di Monza.

Inaugurato nel 1988, è utilizzato principalmente per il calcio (come sede degli incontri interni dell'A.C. Monza Brianza) e nella stagione in corso 2014-15 anche provvisoriamente come impianto casalingo dalla Giana Erminio, per consentire la ristrutturazione dello Stadio comunale Città di Gorgonzola.

È stato anche utilizzato per il rugby con incontri nazionali ed internazionali, per concerti e per altre manifestazioni d'intrattenimento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio Brianteo, situato alla periferia nord-est del capoluogo brianzolo, sostituisce il piccolo Stadio Gino Alfonso Sada, situato in centro a ridosso della stazione. I lavori di costruzione sono partiti dopo un lungo e sofferto dibattito cittadino e sono durati a lungo a causa delle difficoltà tecniche nella costruzione della struttura che sorregge la copertura della tribuna e delle modifiche al progetto in corso d'opera. Inizialmente, infatti, era prevista una pista d'atletica, che però è stata eliminata durante i lavori. Lo stadio venne inaugurato il 28 agosto 1988 con la partita di Coppa Italia Monza-Roma terminata con il punteggio di 2-1 in favore dei brianzoli con reti di Casiraghi, Giannini e Mancuso.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio Brianteo ha una capienza di 18.568 posti. È composto da una tribuna centrale coperta che può contenere oltre 5.000 posti a sedere, con seggiolini: al centro è presente una tribuna autorità, la tribuna stampa (intitolata alla memoria di Claudio Parma, giornalista e tifoso biancorosso scomparso il 3 luglio del 2008) e 4 gabbiotti per lo speaker e i telecronisti. Di fronte alla tribuna centrale c'è il settore dei distinti, diviso tra coperti e scoperti, per un totale di quasi 8.000 posti a sedere sui gradoni. Le curve sono più basse della tribuna e dei distinti, per un totale di 2.900 posti ciascuna: la curva sud (intitolata a Davide Pieri, giovane tifoso monzese deceduto nel dicembre del 1998) e la curva nord (solitamente destinata ai tifosi ospiti). L'impianto è dotato di un potente impianto di illuminazione. Recentemente sono stati ristrutturati gli spogliatoi e la sala stampa ed è stato aperto un bar sotto la tribuna centrale. Lo stadio non è mai entrato nel cuore dei monzesi e la sua capienza è sovradimensionata rispetto al pubblico del Monza. I settori dei distinti sono chiusi e la provvisoria omologazione dello stadio per 9.999 posti fa sì che non siano necessari i tornelli.

Le tribune inizialmente
Le tribune dopo la pittura

Record di spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Rugby[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il Monza non sia mai approdato in Serie A, al Brianteo è stato disputato l'incontro di massima serie Atalanta-Ascoli dell'8 settembre 1991, a causa dell'indisponibilità dello Stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo. L'incontro si conclude sull'1-1, reti di Pergolizzi per i marchigiani e di Perrone per i lombardi[2].

Serie C o Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Il Renate disputò alcune partite casalinghe di Seconda Divisione al Brianteo nella stagione 2010/11 a causa dell'inagibilità del proprio impianto; lo stesso accadde per la Tritium in Prima Divisione dal 2011 al 2013 e per la Giana Erminio nel campionato 2014/15 in Lega Pro.

Le finali del Super 10 di rugby[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 al 2008 il Brianteo ospitò la finale di tre edizioni consecutive del campionato italiano di rugby, il Super 10; in tutte e tre le edizioni fu presente il Benetton Treviso, in due di esse il Calvisano e in una il Viadana. La finale 2005-06 registrò 9.300 spettatori[3], quella del 2006-07 11.350[4] e quella del 2007-08 11.976[1].

Finale 2005-06[modifica | modifica wikitesto]


Finale 2006-07[modifica | modifica wikitesto]


Finale 2007-08[modifica | modifica wikitesto]


Heineken Cup[modifica | modifica wikitesto]

La squadra rugbistica degli Aironi ha disputato le partite casalinghe della Heineken Cup (la Coppa d'Europa di rugby) allo stadio Brianteo nell'anno 2011. Ecco gli incontri:

Superbowl italiano[modifica | modifica wikitesto]

Vi si è giocato più volte il Superbowl italiano:

Concerti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Buongiovanni, Calvisano padrone, è capitale d'Italia in La Gazzetta dello Sport, 8 giugno 2008. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  2. ^ Serie A 1991-1992 Rsssf.com
  3. ^ Carlo Gobbi, Treviso, tricolore di testa in La Gazzetta dello Sport, 28 maggio 2006. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  4. ^ Simone Battaggia, Finale thrilling: Treviso si gode il 13º scudetto in La Gazzetta dello Sport, 20 maggio 2007. URL consultato il 2 febbraio 2010.