St. James's Park

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando lo stadio di Newcastle, vedi St James' Park.
Lago di St James's Park, a est dal ponte. La Shell Tower e il London Eye sono dietro il Foreign and Commonwealth Office
Il parco in primavera.
Vista del parco
Vista del Her Majesty's Treasury's all'interno del parco

St James's Park è uno dei Parchi Reali di Londra situato nella City of Westminster, a est di Buckingham Palace e a ovest di Whitehall e Downing Street. È il più antico dei Parchi reali e si estende su 23 ettari.

All'interno di St James's Park si trova un lago con due isole, la Duck Island (riserva di anatre) e la West Island. Il ponte sul lago è sull'asse tra il Foreign Office e Buckingham e permette di osservare l'allineamento degli alberi e delle fontane tra i due edifici.

Il parco fa parte di una serie di spazi verdi che continua ad ovest con Green Park, Hyde Park e Kensington Gardens. Le stazioni della metropolitana più vicine sono St. James's Park, Victoria e Westminster.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1532 il re Enrico VIII d'Inghilterra acquistò l'area su cui oggi sorge il Parco, che si presentava estremamente acquitrinosa e paludosa. Il re l'aveva acquistata dal Cardinale Wolsey per il fatto che sorgeva nei pressi di York Palace, sua nuova residenza. In questo modo avrebbe potuto purificare la zona, in modo da renderla degna per la dimora del Re e della sua famiglia. Quando nel 1603 Giacomo I d'Inghilterra salì al trono, ordinò l'introduzione nel parco di numerosi animali esotici quali cammelli, coccodrilli, persino elefanti, ed alcune voliere con colorati uccelli provenienti dal sud.

Successivamente il giovane Carlo II d'Inghilterra, mentre era in esilio in Francia e in Inghilterra governava Oliver Cromwell, ebbe modo di osservare e di "innamorarsi" dei giardini delle residenze reali francesi. Così una volta tornato in Inghilterra riammodernò il parco e lo aprì spesso al pubblico; egli stesso vi si intratteneva con la sua favorita Nell Gwyn. Ed in breve la fama del parco degenerò: venne considerato come un luogo di vera e propria degenerazione sessuale, come ebbe modo di testimoniare John Wilmot, II conte di Rochester nel suo celebre poema A Ramble in St. James's Park.

Nel Settecento si ebbero altre modifiche, compresa la richiesta di una parte del canale per le parate delle Guardie a Cavallo e l'acquisto, nel 1761 di Buckingham House (poi Buckingham Palace) da parte della famiglia reale.

Un ulteriore rifacimento risale al 1827, e fu commissionato dal Principe Reggente (più tardi Giorgio IV d'Inghilterra) ed eseguito dall'architetto John Nash. Negli stessi anni Buckingham House fu allargata per creare il palazzo reale, e all'ingresso del parco fu posto Marble Arch.

A partire dal 18 febbraio del 2012 il parco è gemellato con il Parco Uditore di Palermo.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'ex covo di Riina diventa parco pubblico corriere.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 51°30′06″N 0°07′55″W / 51.501667°N 0.131944°W51.501667; -0.131944

Londra Portale Londra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Londra