Squat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Squats.svg

Lo squat è uno dei principali esercizi del bodyduilding per lo sviluppo dei muscoli di cosce e glutei. Considerato un fondamentale del fitness, è utile anche a rinforzare ossa e legamenti, oltre a interessare anche lo sviluppo dell'addome e a rinforzare i muscoli della schiena, quando eseguito correttamente.

Insieme agli stacchi da terra e alle distensioni su panca sono uno degli esercizi del powerlifting.

Muscoli coinvolti[modifica | modifica sorgente]

Muscoli principali
Muscoli secondari

Forma[modifica | modifica sorgente]

Il movimento inizia da una posizione eretta. Si possono utilizzare dei manubri, una kettlebell o un bilanciere, poggiato saldamente sul trapezio e tenuto stretto con le mani alla larghezza preferita. Il movimento comincia portando indietro i fianchi, piegando le ginocchia e abbassando il busto tenendolo sempre dritto, senza mai flettere la schiena, per poi tornare in posizione eretta.

Lo squat si può eseguire a diverse profondità. Se eseguito al di sotto del parallelo, oltre la piega delle ginocchia, è considerato squat completo, mentre un'accovacciata meno profonda lo qualifica come squat superficiale.

Due errori comuni sono una discesa troppo rapida e un'eccessiva flessione del busto in avanti. Anche un movimento sconnesso e poco controllato delle ginocchia può causare problemi. Tali errori possono portare a gravi infortuni.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Lo squat vanta molte versioni, da eseguire a corpo libero, con manubri o col bilanciere.