Spyro: Season of Ice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spyro: Season of Ice
Sviluppo Digital Eclipse
Pubblicazione Universal Interactive Studios, Konami
Serie Spyro the Dragon
Data di pubblicazione Stati UnitiCanada 29 ottobre 2001

Europa16 novembre 2001
Giappone26 dicembre 2002

Genere Piattaforme
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Game Boy Advance
Fascia di età ESRB: E (per tutti)

ELSPA: 3+
OFLC: G
CERO: A

Preceduto da Spyro 3: Year of the Dragon
Seguito da Spyro 2: Season of Flame

Spyro: Season of Ice (Spyro Advance in Giappone) è un videogioco a piattaforma per Game Boy Advance della serie Spyro the Dragon. È stato il vero primo gioco della serie a non essere sviluppato da Insomniac Games. È uscito in Nord America il 29 ottobre, in Europa il 16 novembre 2001, mentre in Giappone solo il 26 dicembre dell'anno seguente.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Il gameplay del gioco riprende molto quello dei suoi predecessori, in particolare quello di Spyro: Year of the Dragon. Spyro, controllato dal giocatore tramite un vista assonometrica, può infatti saltare, caricare e arrostire i nemici. Inoltre deve recuperare le gemme e salvare le fate, tutto nel corso di una ventina di livelli.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo la sconfitta della Maga, Spyro, Hunter e Bianca decidono di prendersi una vacanza. Un giorno vengono però a sapere che Grendor, un malvagio stregone rinoc a due teste, con tanto di muscoli e cervello, ha congelato tutte le fate del Regno dei Draghi, tra cui Zoe, amica del draghetto fin dai tempi di Spyro 2: Gateway to Glimmer. Spyro intraprende un lungo viaggio nel Regno dei Draghi per liberare le fate e salvare Zoe.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi