Spondilosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Spondilosi
L5S1 prolapsed intervertibral disc PID.jpg
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 721
ICD-10 (EN) M47

Per spondilosi in campo medico, si intende un processo degenerativo dei dischi intervertebrali, dei corpi vertebrali e dei tessuti adiacenti intervertebrali. La si riscontra sia negli esseri umani che negli animali, soprattutto nei cani. A volte viene erroneamente confusa con la spondilite anchilosante.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

La forma più comune è la spondilosi cervicale, associata a mielopatia o radicolopatia del plesso brachiale. Un'altra è la spondilosi deformante, chiamata più comunemente spondilartrosi, infine la forma lombare è chiamata spondilosi lombare.

Eziopatogenesi[modifica | modifica wikitesto]

La causa più comune di spondilosi è attribuita alla iniziale degenerazione del nucleo polposo e anche della componente fibrosa del disco intervertebrale associata alla formazione di osteofiti sulle cartilagini intervertebrali. Fattori chiamati in causa sono la disidratazione della componente fibro-cartilaginea del disco (fisiologica nella senescenza) oltre ad un aumento della componente collageno a scapito di quella gelatinosa all'interno del disco. Ruolo rilevante hanno anche microtraumi ripetuti sulla colonna vertebrale.

Manifestazione clinica[modifica | modifica wikitesto]

Consiste in un processo degenerante e graduale dello stato morboso.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina