Split/Second: Velocity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Split/Second: Velocity
Titolo originale Split/Second: Velocity
Sviluppo Black Rock Studio
Pubblicazione Disney Interactive Studios
Data di pubblicazione 21 maggio 2010
Genere Simulatore di guida
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer offline, Multiplayer online
Piattaforma PlayStation 3, PlayStation Portable, Xbox 360, Microsoft Windows, iPhone
Supporto Download, Blu-Ray Disc, DVD.
Fascia di età PEGI: 7
Periferiche di input Sixaxis, Dualshock 3, Controller wireless, touch screen, tastiera, mouse.

Split/Second: Velocity (o semplicemente Split/Second), è un videogioco di simulazione di guida sviluppato da Black Rock Studio.

Il titolo è stato è stato annunciato a maggio 2010 ed è stato pubblicato dalla Disney Interactive Studios pubblicato il 21 maggio 2010 su PlayStation 3, Xbox 360 e PC, il 19 novembre 2010 su PlayStation Portable e verso la fine di dicembre su iPhone.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

In Split/Second i giocatori prenderanno parte ad un reality televisivo dove i partecipanti gareggiano per poter sbloccare nuove gare e nuove automobili. Durante le gare, i guidatori possono aumentare la loro barra powerplay facendo azioni specifiche come salti, drift e rimanendo in scia degli altri concorrenti.

Riempita la barra powerplay, potranno essere attivati eventi speciali, come la creazione di ostacoli per gli altri partecipanti o la creazione di scorciatoie. Tali eventi eventi includono esplosioni, schianti di aeroplani e crolli di edifici. La grandezza dell'evento generato dipende da quanto e stata riempita la barra powerplay al momento dell'attivazione dell'evento:

La prima serie di eventi sarà attivabile quando sarà riempita una delle tre barre powerplay. La seconda serie di eventi sarà disponibile al completamento di tutte e tre le barre powerplay (ma solo in determinate zone, altrimenti si attiveranno eventi di prima serie)

Usando le premesse di un reality show, il gioco e diviso in 72 eventi divisi per 12 episodi.

Ogni episodio prevede quattro gare, più una gara sbloccabile completando una specifica missione e una gara elite, il cui completamento permetterà al giocatore di sbloccare l'episodio successivo.

Nel gioco ci sono sei modalità di competizione:

  • Gara: una corsa tra gli otto concorrenti, in cui lo scopo è arrivare primi per poter guadagnare più punti possibile.
  • Eliminazione: una gara in cui ogni 20 secondi il concorrente all'ultima posizione viene eliminato.
  • Detonazione: in questa modalità, il giocatore corre per battere il tempo migliore. Non ci sono powerplay da dover accumulare, perché la gara è senza altri concorrenti, ma vengono attivati dal gioco tutti i powerplay per aumentare la difficoltà dell'impresa.
  • Attacco aereo: questa modalità vede il giocatore gareggiare mentre viene bombardato da missili lanciati da un elicottero.
  • Sopravvivenza: il giocatore gareggerà da solo contro un tempo limite e dei camion che lasceranno cadere barili blu e rossi: quelli blu toglieranno secondi al timer mentre quelli rossi distruggono l'auto. Scaduto il tempo, il primo impatto fatale fermerà definitivamente la corsa.
  • Vendetta aerea: simile alla modalità Attacco aereo, ma in questa modalità è il giocatore a sparare i missili verso l'elicottero da abbattere entro il tempo limite.
  • Elite: la modalità elite è una normale gara in cui sono, però, inseriti i concorrenti migliori. L'IA del gioco, infatti, diventa più aggressiva e utilizza auto molto più veloci rispetto a quelle utilizzate nelle gare normali.

Multiplayer[modifica | modifica sorgente]

Il gioco possiede anche una componente multigiocatore per gareggiare fino a otto sfidanti (online) oppure tra due sfidanti (offline e in modalità schermo condiviso). Tuttavia, a fine 2013, è stata decisa la chiusura dei server per la modalità multiplayer. Per gareggiare con altri giocatori è necessario quindi un sistema per creazione e gestione di VPN - quali Hamachi - o una connessione LAN fra PC.

Personalizzazione delle auto[modifica | modifica sorgente]

Le automobili presenti nel parco macchine sono personalizzabili solo per quanto riguarda il colore dell'auto e le decalcomanie, sbloccabili completando le varie sfide del gioco.

Contenuto scaricabile[modifica | modifica sorgente]

Un DLC chiamato "Salva tempo" venne pubblicato lo stesso giorno dell'uscita del videogioco. Il pacchetto permetteva di sbloccare tutte le automobili, tutte le gare e tutti i tracciati, senza che il giocatore dovesse sbloccarli avanzando nella stagione.

Il 31 agosto 2010 venne pubblicato "High Octane Supercar", un DLC a pagamento che aggiungeva delle automobili al gioco. Nello stesso giorno, vennero pubblicati altri due DLC gratuiti: "Elite Vehicle Livery" e "Ryback Cyclone Special".[1]

Il seguente DLC a pagamento venne pubblicato il 12 ottobre 2010. Il pacchetto, chiamato "Survival at the Rock", aggiungeva un tracciato per la modalità Sopravvivenza e una nuova modalità nel comparto multiplayer: Survival Race, una variante della modalità Sopravvivenza.[2]

Un altro pacchetto automobili, chiamato "Deadline", venne pubblicato il 29 ottobre 2010. Il pacchetto includeva tre nuove autovetture e una versione migliorata della Ryback Coyote. Inoltre, aggiungeva la modalità Deadline, una variante della modalità Detonazione, in cui il giocatore correva contro il tempo, potendo aiutarsi con dei powerup sparsi per il tracciato, che mettevano in pausa il timer.[2]

L'ultimo DLC è stato "Quarry Onslaught", pubblicato il 2 novembre 2010. Inclusi in questo pacchetto c'erano il tracciato "Quarry" e la modalità "Onslaught", una variante della modalità attacco aereo in cui, invece di esserci un solo concorrente, ci sono otto automobili in pista.[2]

Recensioni[modifica | modifica sorgente]

Split/Second è stato valutato positivamente, detendo una media di 84, 82, 79 rispettivamente per PlayStation 3,[3] Xbox 360,[4] Microsoft Windows[5] su Metacritic.

Seguito[modifica | modifica sorgente]

Alla fine di tutti e settantadue gli eventi, un filmato di gioco mostra tutti gli eventi della città attivati allo stesso tempo per una ragione ignota con una successiva schermata nera con la comparsa della scritta "to be continued..."

Tuttavia, dopo una riduzione del personale di Black Rock Studious, il seguito è stato cancellato a dicembre 2010 per seguire il loro nuovo modello di business.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giorgio Melani, DUE NUOVI DLC PER SPLIT/SECOND: VELOCITY, Multiplayer.it, 2 settembre 2010. URL consultato il 29 maggio 2014.
  2. ^ a b c (EN) Dwayne Holder, ‘Split/Second’ Shifts Into High Gear With Three New DLC Packs, Game Rant, 15 ottobre 2010. URL consultato il 29 maggio 2014.
  3. ^ (EN) Split/Second: Velocity | PlayStation 3 in Metacritic, CBS Interactive Inc.
  4. ^ (EN) Split/Second: Velocity | Xbox 360 in Metacritic, CBS Interactive Inc.
  5. ^ (EN) Split/Second: Velocity | PC in Metacritic, CBS Interactive Inc.
  6. ^ Split/Second: lo sviluppatore Black Rock Studios verrà chiuso, GamesBlog, 1º luglio 2011a. URL consultato il 29 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi