Spirillum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spirillum
Spirillen.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Proteobacteria
Classe Betaproteobacteria
Ordine Nitrosomonadales
Famiglia Spirillaceae
Genere Spirillum
Specie

Spirillum è un genere di batteri di aspetto bacillare, il cui asse maggiore presenta due o più curvature che fanno assumere alla cellula un aspetto spiraliforme o elicoidale. Sono aerobi obbligati o microaerofili e generalmente Gram-negativi. A differenza delle spirochete, che presentano una macrostruttura simile, gli spirilli sono rigidi e mobili per la presenza di diversi flagelli che si distaccano da un polo della cellula.

Tra tutte le specie di spirilli, uno solo può essere riscontrato nella patologia umana: Spirillum minor, commensale del cavo orale di alcuni roditori, è causa di un'infezione molto rara chiamata Sodoku ("veleno di topo" in lingua giapponese). L'infezione si contrae per il morso di un animale infetto, generalmente un topo, e si manifesta con la comparsa nel punto di inoculazione di un'ulcera molle, seguita a volte da linfoadenopatia satellite, febbre ricorrente ed esantema maculo-papuloso. La terapia si basa sulla somministrazione di penicillina, a cui il batterio è sensibile.

Metodi di ricerca ed identificazione[modifica | modifica sorgente]

Lo Spirillum minor non è ancora stato coltivato in terreni artificiali; lo Spirillum volutans dà il nome ai granuli di volutina.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Michele La Placa, Principî di Microbiologia Medica, Bologna, Società Editrice Esculapio, 2006. ISBN 8874880138

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]