Spionaggio nucleare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo spionaggio nucleare consiste nell'insieme delle operazioni segrete aventi come obbiettivo l'acquisizione di informazioni concernenti le armi nucleari.

Dal secondo dopoguerra le armi nucleari sono considerate tra i più importanti e riservati segreti di stato: informazioni riguardanti la progettazione, la costruzione, lo stoccaggio e l'impiego degli ordigni nucleari non sono rese pubbliche o lo sono in forme molto limitate e secondo protocolli severissimi, sia per ragioni di sicurezza interna che per i limiti imposti dai trattati internazionali per impedire la proliferazione nucleare.

Progetto Manhattan[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Progetto Manhattan.
Klaus Fuchs, fisico teorico tedesco.

Durante la seconda guerra mondiale prese vita il Progetto Manhattan, lo sforzo congiunto degli Stati Uniti, Regno Unito e Canada per creare le prime armi nucleari, diedero presto dei risultati, dietro questi però ci sono molti casi di spionaggio nucleare, di cui gli scienziati del progetto o tecnici, canalizzavano informazioni sugli sviluppi all'Unione Sovietica.

Queste persone sono classificate come spie atomiche, il loro lavoro continuò fino all'inizio della guerra fredda nel 1946, quando il progetto Manhattan terminò.

Le più importanti spie atomiche sono:

  • Klaus Fuchs- fisico teorico tedesco, che ha lavorato con la delegazione inglese a Los Alamos durante il Progetto Manhattan. Alla fine fu scoperto, confessò, quindi venne condannato e incarcerato in Gran bretagna. Fu rilasciato e andò a vivere in Germania orientale.

A causa della sua stretta connessione con i molti aspetti delle attività del Progetto Manhattan nonché la vasta conoscenza tecnica, egli è considerato il più prezioso delle spie atomiche in termini di informazioni, che ha dato all'Unione Sovietica. circa la bomba a fissione.

Ha anche dato informazioni sul programma americano della bomba H, quella all'idrogeno. Siccome non era presente al momento in cui gli scienziati svilupparono il Teller-Ulam progetto, quindi si pensa che le sue informazioni furono deboli, anche perché proprio in quel periodo fu scoperto e arrestato.

  • Theodore Sala, un giovane fisico americano, sempre membro del Progetto Manhattan a Los Alamos, la cui identità di spia non è stata rivelata fino agli anni ottanta.

Egli non è mai stato arrestato anche se ha ammesso che negli anni successivi ha rilasciato informazioni sia ai giornalisti che alla sua famiglia

  • David Greenglass - americano, appartenente al Progetto Manhattan. Ha confessato che ha dato schemi rozzi di esperimenti di laboratorio ai sovietici durante la seconda guerra mondiale.

Tra gli altri ci sono anche: George Koval, Ethel e Julius Rosenberg, Harry Gold.

Note[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]