Sphenoeacus afer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Erbarolo del Capo
Zoological Illustrations Volume III Plate 170.jpg
Sphenoeacus afer
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Sylvioidea
Famiglia Macrosphenidae
Genere Sphenoeacus
Strickland, 1841
Specie S. afer
Nomenclatura binomiale
Sphenoeacus afer
(Gmelin, 1789)

L'erbarolo del Capo (Sphenoeacus afer (Gmelin, 1789)) è un uccello passeriforme della famiglia Macrosphenidae, diffuso nell'Africa australe. È l'unica specie nota del genere Sphenoeacus.[2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

È un passeraceo lungo 19–23 cm, con una lunga coda appuntita, e piumaggio marcatamente striato, dal marrone scuro, al bruno rossiccio, al beige chiaro; il ventre e la gola sono biancastre, con una distinta banda mascellare nera.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

La specie è presente in Zimbabwe, Mozambico, Sudafrica, Lesotho e Swaziland.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Sphenoeacus afer in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Macrosphenidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.
  3. ^ Fregin S, Haase M, Olsson U & Alström P, New insights into family relationships within the avian superfamily Sylvioidea (Passeriformes) based on seven molecular markers in BMC Evolutionary Biology, vol. 12, 2012, p. 157.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Sphenoeacus afer in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.