Speedcore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Speedcore
Origini stilistiche Techno hardcore
Noise
Gabber
Aggrotech
Breakcore
In alcuni casi:
Speed metal
Cybergrind
Digital hardcore
Origini culturali metà anni 1990, nei Paesi Bassi
Strumenti tipici Tastiere
Sintetizzatore
Drum machine
Sequencer
Sampler
Popolarità Fortemente underground e bassa
Categorie correlate

Gruppi musicali speedcore · Musicisti speedcore · Album speedcore · EP speedcore · Singoli speedcore · Album video speedcore

Lo speedcore è un genere di musica elettronica derivante dalla techno hardcore: è caratterizzato da un'estrema velocità e violenza, a partire da 200 BPM fino ad arrivare ad oltre 1000 BPM. Nato nella seconda metà degli anni novanta pochi anni dopo lo sviluppo dell'hardcore nei Paesi Bassi, ha avuto tra la fine degli anni 90 e la prima metà degli anni 2000 un discreto successo a livello di pubblico in Germani, Svizzera, Paesi Bassi e anche in Italia. Attualmente è quasi totalmente scomparsa, suonato per di più a piccoli rave party che si svolgono in industrie o edifici abbandonati, oppure particolari location, come spesso succede in Europa e parte dell'Australia e degli Stati Uniti d'America. Solo saltuariamente nei grossi festival olandesi di musica elettronica vengono chiamati DJ speedcore.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Lo speedcore può presentare influenze che possono variare dall'Hardcore punk alla Drum and bass, comunque mantenendo una ritmica molto veloce e violenta. Nella maggior parte delle produzioni le tonalità sono molto dure, taglienti e oscure. Molto spesso non sono presenti neanche le melodie e la traccia si basa solo sui bassi.Per quanto riguarda le voci, possono essere semplicemente registrate urlando al microfono o, spesso, campionate dalle scene più spinte o violente di qualche film. I temi trattati sono appunto la violenza, lo sfogo, il compimento di azioni illegali o inni alla ribellione di massa.

Gli strumenti che caratterizzano questo genere sono: batteria elettronica (sintetizzata tramite trigger) fortemente distorta (di solito viene usata la TR-909 della Roland come base), tracce Breakbeat sample, chitarre elettriche distorte (spesso campionate da pezzi di gruppi metal).

Negli ultimi anni, tuttavia, con l'avvento dei sequencer e l'evoluzione di software musicali automatizzati sempre più evoluti, buona parte delle tracce è prodotta in casa o in piccoli studi, con il supporto di un solo computer correlato a una scheda audio dedicata di buona qualità e una discreta abilità.Un tracker largamente utilizzato oggigiorno per produrre speedcore è, per esempio, Renoise: un'evoluzione di Fast Tracker, usato fino alla fine degli anni novanta.

Label[modifica | modifica wikitesto]

Le label meglio conosciute sono la Masters of Speedcore, Cerebral Destruction - Shit And Noize Art, Noistorm, Head Fuck (Italia), Analphabetik (Italia), Speedcore, Special Forces, United Speedcore Nation(Germania), Audiogenic (Francia) Bloody Fist (Australia), TerrorNoize Industry(Svizzera), Industrial Strength (USA), Canadian Speedcore Resistance(Canada) e si aggiungono anche le Net Label come la Splitterblast.

Artisti di fama[modifica | modifica wikitesto]

Gli artist speedcore non sono molto famosi ma all'interno del loro genere possono essere paragonati a una reliquia. I più grandi artisti del panorama speedcore nel mondo sono Akira&Drokz, che sperimentano un po' tutti i sottogeneri della speedcore unendo melodie e incorporando raramente elementi Main Style, mantenendo sempre una grande fama. Questi ultimi sono famosi anche nel panorama Techno Hardcore visto che sono spesso presenti nei festival più importanti.

In italia i dj di maggior successo sono stati il collettivo Milan Speedcore Project (scioltosi nel 2003) e il produttore Komprex (semi-ritirato), le quali tracce sono state persino suonate da Aphex Twin.

Varianti e stili[modifica | modifica wikitesto]

  • Noisecore: è una variante più sperimentale che incorpora le caratteristiche del Noise rock, costituita da suoni e rumori caotici che spesso non vanno a formare nessun tipo di melodia.
  • Extratone: il sottogenere più estremo della Speedcore, riconoscibile per via delle velocità portate oltre il limite (da 1000 BPM in su, fino a picchi di centinaia di migliaia di BPM) che lo rendono spesso di difficilissimo ascolto.
  • Splittercore: altro sottogenere estremo che oscilla dai 600 ai 999 BPM, spesso accompagnati da sonorità cupe e tetre.
  • Terrorcore: molto duro e tagliente, colpisce soprattutto per le atmosfere tenebrose e claustrofobiche.
  • Doomcore: presenta forti affinità con il doom metal per via della velocità ritmica rallentata e per l'atmosfera cupa. Talora può incorporare venature di dark ambient.
  • Frenchcore: molto ritmato, è proposto soprattutto in Francia. È caratterizzato da sonorità "da rave" basate particolarmente sulla ritmica piuttosto che sulla melodia. Può avere influenze Industrial. I BPM partono da 190 fino ad arrivare a 240, quindi risulta una variante meno pesante rispetto ad altre.
  • Trashcore: da non confondere con il quasi omonimo genere hardcore punk (Thrashcore), rappresenta la commistione tra lo speedcore e l'old style hardcore.