Spazio di Hausdorff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Gli intorni U e V separano i punti x e y

In topologia, uno spazio di Hausdorff, detto anche spazio separato e spesso abbreviato con T2, è uno spazio topologico nel quale per due punti distinti si possono sempre trovare degli intorni disgiunti. Il nome è in onore del matematico tedesco Felix Hausdorff, 1868-1942.

La maggior parte degli spazi considerati in analisi matematica sono spazi di Hausdorff, tanto che Felix Hausdorff incluse l'assioma di separazione nella sua definizione originaria di spazio topologico (1914). Più recentemente però si è mostrato utile considerare anche spazi non separati.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Uno spazio di Hausdorff è uno spazio topologico che soddisfa il seguente assioma di separazione:

 \forall x,y \in X  \text{ esistono degli intorni } U,V \text{ di } x,y \text{ } | \text{ } U \cap V = \varnothing .[1]

Uno spazio di Hausdorff è anche uno spazio T1, infatti basta dimostrare che i punti sono chiusi. Ma questo è vero poiché esistono degli intorni disgiunti del punto in questione e dell'insieme complementare e dunque il complementare è intorno di ogni suo punto, allora è aperto e il singolo punto è un chiuso.

Esempi[modifica | modifica wikitesto]

I numeri reali, con la ordinaria topologia in cui gli insiemi aperti sono esattamente tutte le unioni arbitrarie di intervalli aperti, sono uno spazio di Hausdorff: Dati due numeri reali distinti x e y, xy, sia d = |x - y| / 2 la metà della loro distanza; allora gli intervalli U = ]x - d, x + d[ e V = ]y - d, y + d[ sono intorni disgiunti di x e y.

Un ragionamento simile mostra che ogni spazio metrico, quindi in particolare anche ogni spazio euclideo, è uno spazio di Hausdorff: dati due punti, si considerano le sfere aperte attorno a questi punti con raggio uguale alla metà della loro distanza; la disuguaglianza triangolare assicura che le due sfere sono disgiunte.

Non tutti gli spazi topologici sono di Hausdorff: un controesempio semplice è dato da uno spazio di almeno due punti X dotato della topologia banale {∅, X}. Un controesempio più interessante è la topologia di Zariski in geometria algebrica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ W. Rudin, Pag. 36

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Walter Rudin, Real and Complex Analysis, Mladinska Knjiga, McGraw-Hill, 1970, ISBN 0-07-054234-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica