Spamalot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Spamalot è una commedia musicale di Eric Idle, con le musiche dello stesso Idle e di John Du Prez, ed è una parodia della saga di Re Artù e dei suoi cavalieri in cerca del Graal. È basata sul film dei Monty Python, Monty Python e il Sacro Graal.

La prima a Chicago, nel 2004, vide David Hyde Pierce come Robin, Hank Azaria come Lancillotto, Tim Curry come Artù e Sara Ramírez come Dama del Lago. In scena a Broadway dal 17 marzo 2005, con la regia di Mike Nichols, ha vinto il Tony Award per il miglior musical della stagione 2004–2005.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima dello spettacolo[modifica | modifica wikitesto]

Una registrazione incoraggia gli spettatori a "lasciare suonare liberamente cellulari e cercapersone", e commenta che "dovrete stare attenti perché ci sono dei cavalieri pesantemente armati che potrebbero trascinarvi sul palco e impalarvi".

Atto I[modifica | modifica wikitesto]

Uno storico fa una breve osservazione dell'Inghilterra medievale. Appare un idilliaco villaggio scandinavo, con allegri vestiti da paesani finlandesi e cantano e ballano la Fisch Schlapping Song. Lo storico ritorna, irritato, e dice ai finlandesi che stava parlando dell'Inghilterra (England) e non della Finlandia (Finland). I paesani si disperdono e la foresta pastorale viene immediatamente rimpiazzata con un tetro, buio villaggio con dei penitenti monaci vestiti con toghe col cappuccio che recitano preghiere latine e si colpiscono in faccia con delle bibbie. Re Artù attraversa il paese con il suo servo Patsy, che lo segue battendo delle noci di cocco tra di loro per creare il suono del trotto di un cavallo, cercando di arruolare dei cavalieri che si arruolino a Camelot (King Arthur's Song). Incontra un paio di sentinelle che sono più interessate in una discussione sul se due rondini possono con successo trasportare una noce di cocco piuttosto che ascoltare il re.

Incontra Robin, un becchino, e Lancillotto, un uomo grosso, prestante e incredibilmente violento mentre quest'ultimo cerca di disfarsi del malaticcio Fred non-morto (He Is Not Dead Yet). Loro si mettono d'accordo di diventare cavalieri della Tavola rotonda, Lancillotto per la sua forza e Robin per il canto e il ballo.

Artù cerca di convincere un paesano di nome Dennis Gahalad dicendogli che è diventato re dopo che la Dama del Lago gli diede Excalibur, ma Dennis e sua madre, Mrs. Gahalad, sono due radicali politici e sostengono che nessun re che non sia stato eletto dal popolo ha il legittimo potere di comandare il paese. Per risolvere il problema, Artù chiede alla Dama del Lago e le sue Lake Girls di trasformare Dennis in un cavaliere (Come With Me). Incoraggiata dalle Lake Girls (Lake Girls Cheer), la Dama del Lago trasforma Dennis in Sir Galahad e insieme cantano una generica canzone d'amore di Broadway (The Song That Goes Like This), completa con un lampadario. Insieme a Sir Robin, Sir Lancillotto, Sir Bedivere e Sir Non-appare-nello-spettacolo (un cavaliere che assomiglia a Don Chisciotte, che si scusa e se ne va), formano i Cavalieri della Tavola Rotonda (All for One).

I cinque cavalieri si radunano a Camelot, un posto deliberatamente anacronistico assomigliante all'Excalibur Hotel di Las Vegas, completa di showgirl, dadi da gioco più grandi del normale e la Dama del Lago che canta alla maniera di Cher (Knights of the Round Table/The Song That Goes Like This). Nel bel mezzo della baldoria, vengono contattati da Dio (voce registrata di John Cleese nell'allestimento di Broadway, di Eric Idle in quello britannico) che dice a loro di trovare il Sacro Graal. Sollecitato dalla Dama del Lago (Find Your Grail) i cavalieri si mettono in cammino. Viaggiano attraverso il paese finché non giungono in un castello, solo per essere insultati dal capo dei soldati francesi. Cercano di rivendicare la spedizione con un enorme coniglio di legno assomigliante al Cavallo di Troia; comunque, realizzano che non bastava costruirlo e portarlo ai francesi, ma dovevano anche entrarci dentro. Sconfitti, escono in fretta mentre i francesi continuano a insultarli, inviando dei ballerini di can-can e lanciando animali da pascolo (Run Away!).

Atto II[modifica | modifica wikitesto]

Sir Robin e i suoi menestrelli seguono Artù e Patsy fino a "una oscura e molto dispendiosa foresta", dove si separano. Artù incontra il terribile ma sciocco Cavaliere che dice Ni, che richiede un giardino. Artù si dispera perché non riesce a trovarne uno, ma Patsy lo incoraggia (Always Look on the Bright Side of Life) e presto riescono a trovare un giardino.

Sir Robin, dopo aver vagabondato nella foresta con i suoi menestrelli (Brave Sir Robin), incontra il Cavaliere Nero che lo spaventa, ma Artù raggiunge la scena, lo sconfigge tagliandogli braccia e gambe e dopo dà al Cavaliere del Ni il loro giardinetto. Il cavaliere accetta ma a un'altra condizione, che Artù metta in scena un musical e che venga rappresentato a Broadway. Sir Robin insiste che vorrebbe fare l'impossibile per loro per riuscire in questo compito, incluso il bisogno di avere un ebreo per un musical di successo (You Won't Succed on Broadway) e dimostra il suo scopo in una serie di produzioni con una parodia di Fiddler on the Roof, con dei Graal al posto di bottiglie. Artù e Patsy prontamente vanno alla ricerca di un ebreo.

Mentre la Dama del Lago lamenta il suo bisogno di tempo (Diva's Lament (Whatevere Happened to My Part?)), Sir Lancillotto riceve una lettera da, secondo lui, una damigella in pericolo. È molto sorpreso nello scoprire che la damigella è in realtà un imbarazzante non attraente, effeminato giovane uomo di nome Principe Herbert (Who Are You?/Here Are You) il cui padre arrogante, odiatore della musica, il Re del Castello Palude, lo aveva costretto a sposarsi contro la sua volontà. Mentre Herbert chiede a Lancillotto di aiutarlo a scappare, il Re del Castello Palude taglia la corda alla quale Herbert si era aggrappato per fuggire, lasciandolo morire. Lancillotto è un po' perplesso verso l'azione del re, ma si scopre che Herbert era stato salvato all'ultimo momento dallo scudiero di Lancillotto, Concord. Il re domanda al figlio come ha fatto a salvarsi, precisamente, e Herbert risponde felicemente con una canzone. Ma il re minaccia il figlio con una lancia, pronto a colpirlo. Immediatamente Lancillotto lo salva, e successivamente si dichiara omosessuale con un numero musicale (His Name Is Lancelot).

Artù comincia a perdere le speranze sul fatto del mettere in scena un musical e si lamenta dicendo di essere solo, anche se Patsy lo ha seguito tutto il tempo (I'm All Alone). Appare la Dama del Lago e gli dice che lui e gli altri cavalieri sono sempre stati in un musical. Anche Patsy rivela di essere mezzo ebreo, ma non lo disse mai a Artù perché "non è il genere di cosa da dire a un cristiano armato". Tutto ciò che rimaneva ad Artù era trovare il Graal e sposare qualcuno. Dopo il ritiro di alcuni accenni non troppo sottili, Artù decide di sposare la Dama del Lago dopo aver trovato il Graal (Twice In Every Show).

Dopo aver riunito tutti i suoi cavalieri, Artù incontra Tim il mago, che li avverte del pericolo di un coniglio malvagio. Quando il coniglio decapita la testa di uno dei cavalieri, Artù usa la Granata Sacra di Antiochia contro di lui, facendolo esplodere e scoprendo che in realtà era una marionetta comandata da un burattinaio. Un enorme blocco di marmo mostra una combinazione di lettere e numeri. Dopo aver considerato l'indizio finale, Artù ammette di essere un po' perplesso e chiede a Dio di dargli una mano. Un'enorme mano punta verso il pubblico e Artù si rende conto che le lettere e i numeri si riferiscono a uno dei posti del pubblico (la combinazione di lettere e numeri viene cambiata di volta in volta per evitare che qualcuno cerchi di prenotare appositamente quel posto, così la scelta dello spettatore da coinvolgere rimane casuale). Il Graal è trovato (con qualche gioco di prestigio), sotto la sedia dello spettatore e quest'ultimo viene premiato con un piccolo trofeo e una foto (The Holy Grail). Artù sposa la Dama del Lago, che rivela a tutti che il suo nome è Ginevra, Lancillotto sposa Herbert (in cui finalmente ha la possibilità di cantare); e Sir Robin decide di seguire la carriera di attore di musical (Act 2 Finale/Always Look on the Bright Side of the Life).

Numeri musicali[modifica | modifica wikitesto]

Atto I

  • Tuning
  • Overture
  • Historian's Introduction to Act I - Storico
  • Finland/Fisch Schlapping Dance - Sindaco e compagnia
  • Monk's Chant - compagnia
  • King Arthur's Song - Re Artù e Patsy
  • I'm Not Dead Yet - Fred-non-morto, Lancillotto, Robin e i cadaveri
  • Come With Me - Artù, Dama del Lago e le Laker Girls
  • Lake Girls Cheer - Laker Girls
  • The Song That Goes Like This - Sir Galahad, Dama del Lago
  • All for One - Artù, Patsy, Robin, Lancillotto, Bedivere, Galahad
  • Knights of the Round Table - compagnia
  • Find Your Grail - Dama del Lago, compagnia
  • Run Away! - compagnia
  • Intermissione

Atto II

  • Historian's Introduction to Act II - Storico
  • Always Look on the Bright Side of Life - Patsy, Artù, cavalieri, Cavaliere del Ni
  • Brave Sir Robin - Sir Robin, menestrelli
  • You Won't Succed On Broadway - Sir Robin e complesso
  • The Diva's Lament (Whatever Happened To Me?) - Dama del Lago
  • Where Are You? - Principe Herbert
  • Here Are You - Principe Herbert
  • His Name Is Lancelot - Lancillotto, Principe Herbert e complesso
  • I'm All Alone - Artù, Patsy, cavalieri
  • Twice In Every Show - Artù, Dama del Lago
  • The Holy Grail - Artù, Patsy, Robin, Galahaf, Lancillotto, Bedivere e cavalieri
  • Act II Finale - compagnia
  • Always Look on the Bright Side of Life - Compagnia e pubblico

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

La corte di Camelot[modifica | modifica wikitesto]

  • Re Artù: Re dei Bretoni. Non riesce a contare fino a tre.
  • Lancillotto l'omicidamente coraggioso: Un cavaliere quasi psicopatico "with a difference."
  • Robin, il non-tanto-coraggioso-come-Lancillotto: Un cavaliere codardo ben versato nel mondo del teatro musicale.
  • Dennis Galahad, il vivacemente bello: una volta Dennis Galahad, un contadino attivo in politica.
  • Bedivere, lo stranamente flatulento: Un cavaliere saggio ma odoroso.
  • Bors: una vittima sfortunata del Coniglio Uccisore di Antiochia
  • Non-appare-nello-spettacolo: Quello ricapitola tutto. Vestito da Don Chisciotte.

  • Patsy: Il servo/cavallo fedele di Re Artù, ed il suo compagno costante.
  • Concord: Il servo/cavallo fedele di Lancilotto. Può sopravvivere con una freccia nel petto.
  • Fra Maynard: Ecclesiastico di Camelot.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • La Dama del Lago: Una diva acquatica.
  • Fred non-morto: Non è morto ancora. Sta guarendo.
  • Il capo dei menestrelli di Sir Robin: Non sa mai quando stare zitto.
  • Il Re del Castello Palude: Un re avaro che odia la musica e suo figlio gay.
  • Il principe Herbert: Suo figlio. Gli piace cantare.
  • Schernitore francese: Un soldato francese a cui piace schernire.
  • Il cavaliere nero: Un cavaliere psicotico ed invincibile che combatterà anche dopo che siano state recise le sue membra.
  • Il capo dei cavalieri che dicono "Ni!": Il capo enorme del culto più spaventoso nel regno: i temuti cavalieri che dicono "Ni!". Gli piacciono le aiuole.
  • Il Mago Tim: piromane.
  • La madre di Dennis: Una Pepperpot. Una contadina attiva in politica.
  • Il Coniglio Uccisore di Antiochia: Un burattino di coniglietto, assetato di sangue, con dentoni aguzzi orribili.
  • Due guardie: Uno non riesce a capire concetti semplici, l'altro singhiozza sempre.
  • Due sentinelle: Ad un castello non specificato. Piace loro parlare di rondini e di noci di cocco.
  • Uno storico: Il Nostro Narratore.
  • Il sindaco di Finlandia: Un personaggio che non dovrebbe apparire nella commedia.
  • The Laker Girls: Le ragazze ponpon della Dama del Lago.
  • I cavalieri della tavola rotonda: Danzano ogni volta che possono. Fanno scene teatrali e scene di ballo.
  • I menestrelli di Sir Robin: Un entusiasta e talentuoso gruppo che segue sempre il cavaliere.
  • Dio: la cui voce sembra quella di John Cleese. Perdio, così è!

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro