Spaghetti cinesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Gli spaghetti cinesi sono un ingrediente essenziale della cucina cinese. Un gran numero di tipi di pasta viene utilizzato; mian sono le paste di grano (麵 o semplificato 面, o miàn in pinyin) mentre fen (粉) sono quelle di riso.

Mǐfěn
Dong fen

Prima che la dinastia Song (960-1279) incentivasse la coltivazione del frumento, le paste erano prodotte con farine di leguminose o di altri cereali, oppure fecole ricavate da radici o bulbi vari. Il termine mian fu introdotto per indicare prima la farina di frumento e poi anche la pasta da esso derivata. Il grano sarà quasi esclusivamente tenero, lasciando il duro alle coltivazioni di paesi più caldi, e resteranno in uso le farine già nominate consentendo un'ampia scelta di prodotti.

Al contrario dell'Italia, che conobbe una rapida industrializzazione, la produzione è rimasta prevalentemente familiare o artigianale: in maniera simile a quella della pizza tonda avviene sotto gli occhi del cliente con esibizione di estrema abilità[1]. Nel caso degli spaghetti ad esempio, l'impasto viene tirato e ripiegato numerose volte senza mai tagliare, fin quando non diventi sottilissimo e lunghissimo.

I noodles possono essere anche all'uovo e essiccati. Altre forme sono tipo fettuccine o ravioli i quali, come in Italia, hanno ripieni in linea con le tradizioni regionali, ma sono cotti a vapore.

Esistono dei ristoranti di quartiere specializzati in paste fresche fatte a mano senza tagliare chiamate lā miàn cioè «paste tirate». I ristoranti di lā miàn sono tenuti spesso da hui, cinesi musulmani originari dell'Ovest della Cina.

È molto difficile stabilire la nomenclatura delle forme cinesi a causa del grande numero loro e dei diversi dialetti cinesi. Ogni forma può essere scritta in pinyin e in mandarino ma a Hong Kong e nel Guangdong avrà la pronuncia cantonese, mentre a Taiwan, in Malaysia, a Singapore e oltremare si usa la hokkien.

Immagine Caratteri Pinyin Cantonese Hokkien Descrizione Corrispondente occidentale
Hokkienmee.JPG 面/麺/麵 miàn min mee (termine generale) a sezione tonda o piatta,
anche all'uovo
vermicelli o lasagne
Wanton e noodles all'uovo Mee kiah formati sottili all'uovo tagliolini
面薄 Mee pok formati piatti all'uovo tagliatelle
Lomeinfood.jpg 拉麺 lā miàn lai mien lo mein noodles tirati a mano;
Ramen giapponesi
米粉 mǐfěn mai fun bee hoon spaghetti di riso sottili vermicelli di riso
叻沙 Laksa spaghetti di riso Peranakan spaghetti di riso
HofanUpClose.jpg 果条 gǔotiáo kway teow paste di riso piatte e larghe fettuccine di riso
Beefchowfoon.jpg 河粉 héfěn ho fun hor fun paste di riso piatte, molto larghe pappardelle di riso
Rice vermicelli noodle soup at Din Tai Fung by misocrazy.jpg 冬粉 dong fen dang hun vermicelli di fecola di Vigna radiata;

trasparenti quando cotti con cottura estremamente rapida

vermicelli di fagiolo mung
Wonton noodle soup boston.jpg 麵線 Mian Xian Misua vermicelli molto sottili vermicelli
伊面 Ee Mee paste salate a sezione tonda (1 mm di diametro) ;
cottura delicata poiché molto collose

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ S. Serventi e F. Sabban, La pasta. Storia e cultura di un cibo universale, Economica Laterza, 2004

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]