South London Line

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Inner South London Line è una linea ferroviaria interna, a forma di ferro di cavallo, sita a Londra. Essa è lunga 13,7 km e va da Victoria a London Bridge via Peckham Rye. "Inner" serve a distinguerla dalla Outer South London Line che va da London Victoria a London Bridge via Gipsy Hill. Essa è gestita dalla Southern e si trova nella Zona 2 a parte il capolinea che si trova in Zona 1.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La linea venne creata con il South London Railway Act del 1862, che autorizzò la London, Chatham and Dover Railway (LCDR) a costruire questa ferrovia. Il tracciato era già esistente fra le stazioni di Wandsworth Road e Brixton quale parte della linea LCDR main line: la nuova linea venne quadruplicata fra queste due stazioni ed estesa fino a London Bridge. La parte nord (ora nota come Chatham lines), priva di stazioni, venne utilizzata dalla LCDR, mentre la parte sud (oggi conosciuta come Atlantic lines) dalla London, Brighton and South Coast Railway (LBSCR). Diverse stazioni erano condivise fra le due società.

Elettrificazione[modifica | modifica wikitesto]

La linea fu la prima ad essere elettrificata. L'introzuzione dei tram nel sud di Londra nel 1903 portò ad una notevole perdita di passeggeri che fu di 1,25 milioni di unità in soli sei mesi e la LBSCR decise di elettrificare la linea sperando in un'inversione di tendenza. Il primo treno a trazione elettrica partì il 1º dicembre 1909 e per i primi tre anni i treni a vapore si alternarono con quelli elettrici. Questi ultimi avevano una frequenza di quattro treni all'ora dalle 7.30 a mezzanotte. Nel primo anno di servizio i passeggeri passarono da 4,0 a 7,5 milioni.

Piano futuro[modifica | modifica wikitesto]

La London Overground ha proposto l'estensione[1]
La South London line (Chatham Line) passa per la Brixton Station, ormai chiusa. La Atlantic Line salta la stazione di Brixton.

La Transport for London ha annunciato l'intenzione di unire la South London Line con la East London Line per formare una parte del London Overground[2][3]. La proposta fa parte della fase 2 del progetto di estensione della East London Line.

La rotta dovrebbe seguire l'itinerario attualmente servito dal National Rail da Queens Road Peckham a Wandsworth Road, quindi a Heathbrook Park, passando Battersea verso Clapham Junction[3]. Questo dovrebbe poi creare una rete orbitale attorno alla Central London realizzando il sistema Orbirail.

Questa rotta della South London line salterebbe le stazioni di Loughborough Junction e Brixton[3] e la proposta è stata criticata per la mancata opportunità di creare degli interscambi con il servizio Thameslink e con la Victoria Line rispettivamente[4][5]. Facendo seguito alla proposta iniziale non è stata programmata alcuna stazione in questo tratto visto che il percorso in sopraelevata avrebbe comportato costi proibitivi[6]. Proposte successive vennero formulate per l'apertura di una o due stazioni sulla linea a Surrey Canal Road station[7] e a Brixton railway station o East Brixton railway station.

La possibilità di di incorporare la South London Line nel London Overground è stata confermata ma il progetto non è ancora stato finanziato. Nel novembre 2008 mancavano 30 milioni di sterline ed un tentativo del sindaco Boris Johnson presso in Governo centrale non ha avuto successo, mettendo così in dubbio la sua realizzazione[8] La South London line non era menzionata esplicitamente nel piano decennale del TfL, annunciato nel novembre 2008[9].

Transport for London ha suggerito che l'estensione a sud potrebbe far parte del programma Thameslink[10], a seguito del ridotto transito della stazione di London Bridge station una volta integrata nel Thameslink.

Nel marzo 2008 il sindaco di Londra disse che il Transport for London era interessato a portare ulteriori linee ferroviarie nel sud di Londra all'interno del London Overground[11] ma questa proposta non è stata più discussa fino all'elezione del nuovo sindaco.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Geographical map of London Overground 2010, Transport for London, novembre 2007. URL consultato il 21 agosto 2008.
  2. ^ London Overground plans unveiled, BBC News, 5 settembre 2006. URL consultato il 24 novembre 2008.
  3. ^ a b c Transport for London, The Tube in 2010, 2006. URL consultato il 3 novembre 2007. (mappa illustrante il futuro sviluppo proposto dal TfL nel 2006, soggetto a cambiamenti)
  4. ^ Junction joy South in South London Press, 24 aprile 2004. URL consultato il 3 novembre 2007.
  5. ^ Martin Linton MP, Parliamentary Debate: London Orbital Rail Network, 19 luglio 2006. URL consultato il 3 novembre 2007.
  6. ^ East London Line Extensions - Loughborough Junction, 9 novembre 2006. URL consultato il 3 novembre 2007.
  7. ^ Next steps | Transport for London
  8. ^ Dick Murray, Boris begs for cash to rescue south London rail link, Evening Standard, 19 novembre 2008. URL consultato il 24 novembre 2008.
  9. ^ Mayor outlines 10-year plan for massive transport expansion, TfL. URL consultato il 24 novembre 2008.
  10. ^ Transport for London Board Meeting (PDF), 6 dicembre 2007. URL consultato il 18 dicembre 2007.
  11. ^ Next stop south London, Mayor of London. URL consultato il 24 novembre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]