Soumaila Coulibaly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Soumaila Coulibaly
Soumaila Coulibaly.jpg
Dati biografici
Nazionalità Mali Mali
Altezza 179 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista offensivo
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club1
1994-1997 Djoliba Djoliba  ? (?)
1997-2000 Zamalek Zamalek 42 (6)
2000-2007 Friburgo Friburgo 209 (37)
2007-2009 Borussia M'bach Borussia M'bach 30 (3)
2009-2010 FSV Francoforte FSV Francoforte 9 (0)
2011-2012 Yanbian Baekdu Yanbian Baekdu 31 (8)
Nazionale
1995-2009 Mali Mali 47 (8)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 dicembre 2014

Soumaila Coulibaly (Bamako, 15 aprile 1978) è un calciatore maliano, centrocampista offensivo svincolato.

Suo fratello minore Boubacar Coulibaly milita nella squadra riserve dell'SV Wehen, in Oberliga Hessen.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli esordi con i compatrioti del Djoliba e gli egiziani dell'Al-Zamalek, nel 2000 passa alla formazione tedesca del Friburgo, e ne diventa capitano nella stagione 2006-2007.[senza fonte]

Nel 2007 firma con il Borussia Mönchengladbach un contratto valido fino a giugno 2010. Gioca titolare fino alla vigilia del derby col Colonia del 22 ottobre 2007, quando viene trovato a notte fonda in una discoteca di Colonia col compagno di squadra Steve Gohouri e per questo punito ed escluso dalla rosa dei convocati per quella gara.[1] Negli incontri successivi viene regolarmente lasciato in panchina, ritrovando il posto da titolare a fine novembre; il Borussia Mönchengladbach conquista anticipatamente il titolo di Campione d'inverno.

Con l'arrivo sulla panchina del Borussia Mönchengladbach dell'allenatore Hans Meyer, dal 4 novembre 2008 viene escluso dalla rosa della prima squadra.[2]

Nell'estate del 2009 passa al FSV Francoforte, con cui resta fino al 2010.

Dal 2011 al 2012 milita nella squadra cinese del Yanbian Baekdu.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Gohouri und Coulibaly aus Kader gestrichen Rp-online.de
  2. ^ (DE) TorFabrik. URL consultato il 04-11-2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]