Sougou Kakutougi: Astral Bout

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sougou Kakutougi: Astral Bout
Titolo originale 総合格闘技 アストラルバウト
Sviluppo A-Wave
Pubblicazione King Records
Serie Sougou Kakutougi: Astral Bout
Data di pubblicazione 26 giugno 1992
Genere Wrestling
Tema Arti marziali miste
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Piattaforma Super Nintendo
Seguito da Sougou Kakutougi: Astral Bout 2 - The Total Fighters

Sougou Kakutougi: Astral Bout (総合格闘技 アストラルバウト) è un videogioco di tipo Picchiaduro versus multidirezionale sviluppato dalla A-Wave e pubblicato dalla King Records nel 1992.

È il primo gioco di una serie supportata dalla promozione nipponica di shootfighting e puroresu RINGS, poi divenuta organizzazione di MMA: trattasi infatti di uno dei primi concept che si ricordi di videogioco picchiaduro tecnicamente simile allo sport delle arti marziali miste ed uno dei primi a presentare delle fasi di lotta a terra e grappling, per quanto minimali; è inoltre un tentativo di portare il genere picchiaduro verso la simulazione anziché l'arcade puro al quale era da sempre abituato.

Il nome è probabilmente dovuto a quello dei primissimi eventi RINGS del 1991, tutti intitolati "Astral Step".

A differenza dei sequel in questo gioco non vi è un roster ispirato a quello della RINGS, ma bensì una serie di atleti rappresentanti differenti arti marziali e sport da combattimento.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Il menù iniziale di Sougou Kakutougi: Astral Bout prevede la possibilità di iniziare un nuovo torneo in modalità singolo giocatore, effettuare un match di esibizione contro la CPU, avviare la modalità a due giocatori oppure accedere al pannello di configurazione ove è possibile selezionare la difficoltà e i controlli.

Il gioco è un classico picchiaduro a scorrimento multidirezionale con l'utilizzo di un pulsante per sferrare pugni ed afferrare l'avversario in clinch, uno per utilizzare i calci ed uno per parare colpi. A seconda dello stile di combattimento del personaggio è possibile avere un set maggiore di tecniche nella parte di percussioni, di proiezioni dal clinch oppure di sottomissioni durante la parte di grappling.

Ogni giocatore è dotato di una barra di energia, una barra che rappresenta lo stato fisico in quel momento e se questa viene portata al massimo con alcune combinazioni fulminee di colpi il giocatore finirà knockdown, e seppur non evidenziate sono presenti un indicatore dei danni subiti al corpo, un indicatore per le braccia ed uno per le gambe.

È possibile vincere per KO tecnico o sottomissione vuotando del tutto la barra di energia dell'avversario oppure per KO se l'avversario non risponde alla conta fino al 10 dopo un knockdown; se si subisce un tentativo di sottomissione è possibile liberarsi dalla presa raggiungendo i bordi laterali del ring.

Roster[modifica | modifica sorgente]

I personaggi selezionabili sono in rappresentanza di differenti arti marziali o sport da combattimento.

Arte marziale russa basata su tecniche di grappling provenienti da lotta, judo e jūjutsu; il personaggio ha uno striking povero ma vanta efficaci tecniche di proiezione e sottomissione.
Sport da combattimento thailandese che ha i suoi punti di forza nelle percussioni e nel clinch, in particolare grazie all'utilizzo di colpi con i gomiti e le ginocchia; il rappresentante di tale tecnica ha un gran set di colpi in piedi.
Rappresentazione nipponica di un diffuso sport di intrattenimento derivato dal catch; il personaggio sembra ispirato esteticamente da Akira Maeda, fondatore della promozione RINGS, e vanta un buon numero di efficaci tecniche in ogni aspetto del combattimento.
Antica arte marziale giapponese; lo stile è fortemente orientato sulla parte di striking.
Arte marziale giapponese derivata dal jūjutsu; l'atleta che la rappresenta vanta ottime tecniche di proiezione e sottomissione.
Antico sport da combattimento che prevede il solo utilizzo di tecniche di pugno; l'atleta ha ovviamente una gran varietà di colpi di pugno ed è forte anche nel clinch.
Arti marziali di origine cinese; l'atleta prevede solamente tecniche di colpo che però sono tra le più devastanti del gioco, in quanto riesce velocemente a mettere knockdown l'avversario.
Termine che non definisce una tecnica in particolare, ma l'atleta sembra ispirato ai kickboxer del tempo, quindi con ottime abilità nello striking sia di pugno, sia di calcio.
Stile messicano di wrestling maggiormente improntato sulla velocità e la spettacolarità di tecniche fortemente acrobatiche; il lottatore in questione ha un set di mosse vasto e completo.

La serie[modifica | modifica sorgente]

  1. Sougou Kakutougi: Astral Bout (1992)
  2. Sougou Kakutougi: Astral Bout 2 - The Total Fighters (1994)
  3. Sougou Kakutougi Rings: Astral Bout 3 (1995)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]