Sotto le lune di Marte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sotto le lune di Marte
Titolo originale Under the Moons of Mars (A Princess of Mars)
Altri titoli La principessa di Marte, John Carter
Princess of Mars.jpg
Illustrazione di copertina dell'edizione pubblicata da McClurg, 1917
Autore Edgar Rice Burroughs
1ª ed. originale 1917
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza, fantasy
Lingua originale inglese
Ambientazione Stati Uniti, Marte
Protagonisti John Carter
Serie ciclo di Marte (Barsoom)
Seguito da Gli dei di Marte

Sotto le lune di Marte (pubblicato anche come La principessa di Marte e John Carter) è un romanzo fantastico-fantascientifico scritto da Edgar Rice Burroughs nel 1911, che costituisce il primo libro del ciclo di Marte o di Barsoom che rese celebre lo scrittore. Burroughs lo fece originariamente pubblicare a partire dal 1912, a puntate, sotto lo pseudonimo di Normal Bean, nella rivista All-Story Magazine con il titolo Under the Moons of Mars e in volume nel 1917, con il titolo A Princess of Mars.

Il romanzo è stato più volte ripubblicato in volume anche assieme ad altri romanzi del ciclo, avendo una notevole influenza sulle opere degli autori successivi di narrativa popolare, in particolare del filone del planetary romance, nel quale si ambientano le avventure su un pianeta diverso dalla Terra, concentrandosi sull'esplorazione e la scoperta delle meraviglie di questo pianeta esotico e spesso primitivo.

Al romanzo è liberamente ispirato il film John Carter del 2012.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nell'introduzione del libro l'autore spiega che ha trovato un manoscritto del suo defunto zio John Carter e che la storia narrata è vera.

John Carter, un ex ufficiale della cavalleria sudista, scappando dagli indiani mentre faceva il cercatore d'oro si rifugia in una caverna in cui perde la capacità di muoversi e da cui viene misteriosamente trasportato su Marte. Qui viene catturato da una razza mostruosa di giganti a sei zampe chiamata uomini verdi che rimangono stupiti delle sue facoltà di saltatore dovute alla minore gravità del pianeta. Ben presto, in seguito ad una scalata sociale dovuta all'uccisione di alcuni di questi esseri, diventa uno dei capi degli uomini verdi della tribù di Thark, rimanendo comunque loro prigioniero.

Poco dopo il suo arrivo una donna degli uomini rossi, altri indigeni di Marte ma più simili agli umani, viene catturata a sua volta; si tratta della principessa della città Helium, Dejah Thoris, di cui John Carter s'innamora trovando corrisposto il suo sentimento. In seguito riescono a scappare dalla prigionia anche se sono costretti a dividersi. Dejah Thoris viene rapita da uomini rossi di Zodanga, nemici storici dei marziani rossi di Helium, e John Carter viene catturato da un'orda di marziani verdi (i Warhoon) dai costumi barbarici. Carter riesce a scappare dalle segrete degli uomini verdi fingendosi morto, dopo una lotta all'ultimo sangue nell'arena sotterranea dei Warhoon. Da qui raggiunge Zodanga, la turrita città di uomini rossi in cui scopre che è tenuta prigioniera la sua principessa.

In questa città Carter organizza con un uomo di Helium conosciuto nelle prigioni dei Warhoon un attentato per uccidere il principe di Zodanga. L'attentato non riesce ma in seguito John Carter riuscirà a liberare la ragazza con il favore di un'inedita alleanza con i Thark, gli uomini verdi di cui era stato prigioniero.

I due si sposeranno e regneranno per dieci anni insieme, fino al giorno in cui il macchinario che serviva a produrre l'atmosfera di Marte si guasta. John Carter tenta all'ultimo momento di ripararlo ma viene riportato sulla Terra senza sapere se il tentativo sia andato a buon fine.

Opere derivate[modifica | modifica sorgente]

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi John Carter di Marte#Fumetti.

John Carter di Marte ha avuto numerose trasposizioni a fumetti, a partire dal 1939.

Film[modifica | modifica sorgente]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Edgar Rice Burroughs, A Princess of Mars, in All-Story Magazine, febbraio 1912.
  • (EN) Edgar Rice Burroughs, Under the Moons of Mars, A. C. McClurg, 1917.
  • Edgar Rice Burroughs, La principessa di Marte, Opere Complete di Edgar Rice Burroughs 1, Giunti-Bemporad Marzocco, 1973.
  • Edgar Rice Burroughs, La principessa di Marte, traduzione di Giampaolo Cossato [e Sandro Sandrelli], in John Carter di Marte, Cosmo Serie Oro. Classici della Narrativa di Fantascienza 10, Editrice Nord, 1973.
  • Edgar Rice Burroughs, La principessa di Marte, traduzione di Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli, in John Carter di Marte, Tascabili Fantascienza 4.10, Editrice Nord, 1991.
  • Edgar Rice Burroughs, Sotto le lune di Marte, traduzione di Giampaolo Cossato [e Sandro Sandrelli], Il Fantastico Economico Classico 1, Compagnia del Fantastico. Gruppo Newton, 1994. ISBN 8879833553.
  • Edgar Rice Burroughs, John Carter, Urania Collezione n.110, Mondadori, 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]