Sospettati di omicidio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sospettati di omicidio
Titolo originale Gone in the Night
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1996
Formato miniserie TV
Genere storico, drammatico, thriller
Puntate 2
Durata 190 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 4:3
Colore colore
Audio Stereo
Crediti
Regia Bill L. Norton
Soggetto David Protess, Rob Warden (libro)
Sceneggiatura Brian L. Ross
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Fotografia Robert Draper
Montaggio Mark W. Rosenbaum
Musiche Joseph Conlan
Scenografia Corey Kaplan
Costumi Diah Wymont
Produttore Bernadette Caulfield, Ardythe Goergens
Produttore esecutivo Leonard Hill
Casa di produzione Hill/Fields Entertainment
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 25 febbraio 1996
Al 27 febbraio 1996
Rete CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 16 dicembre 1998
Al 16 dicembre 1998
Rete Canale 5

Sospettati di omicidio (Gone in the Night), conosciuta anche con il titolo Senza movente, è una miniserie televisiva in due puntate del 1996, diretta da Bill L. Norton e con protagonisti Shannen Doherty e Kevin Dillon. Basata su un fatto realmente accaduto negli Stati Uniti nel settembre 1988, la tragica scomparsa di Jaclyn Dowaliby, rapita e ritrovata senza vita dopo 5 giorni di ricerche, la miniserie racconta la storia di come i genitori della bambina, Cynthia e David, vennero accusati del falso rapimento e dell'omicidio della figlia.

Trasmessa negli Stati Uniti il 25 e 27 febbraio 1996 sulla rete CBS,[1] in Italia è andata in onda in un'unica serata su Canale 5 il 16 dicembre 1998.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il 14 settembre 1988, Jaclyn Dowaliby, una bambina di sette anni, viene rapita dalla sua casa di Chicago durante la notte. Due anni dopo, nel 1990, Cynthia e David Dowaliby, madre e patrigno della bambina, vengono processati per l'omicidio della figlia. Ma mentre Cynthia viene assolta dal giudice per mancanze di prove, David viene condannato a 45 anni di reclusione. Come prova a conferma della sua colpevolezza, viene sottoposta alla giuria una fotografia di un armadio della loro casa, sulla cui porta risultano profondi ed evidenti fori di pugni. Ma in seguito viene provato che i fori erano già presenti sul mobile da prima che David si trasferisse ad abitare con la moglie e la figliastra. Nel 1991, dopo il ricorso della corte d'appello dell'Illinois, la condanna dell'uomo viene annullata. L'omicidio di Jaclyn rimane ancora oggi irrisolto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Review: "Gone in the Night", Variety, 22 febbraio 1996. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  2. ^ Canale 5 - "Sospettati di omicidio", Adnkronos, 15 dicembre 1998. URL consultato il 20 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione