Sorgono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Questa pagina è semiprotetta. Può essere modificata solo da utenti registrati.
Sorgono
comune
Sorgono – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Nuoro-Stemma.png Nuoro
Amministrazione
Sindaco Vittorio Mocci (lista civica) dal 31/05/2010
Territorio
Coordinate 40°02′00″N 9°06′00″E / 40.033333°N 9.1°E40.033333; 9.1 (Sorgono)Coordinate: 40°02′00″N 9°06′00″E / 40.033333°N 9.1°E40.033333; 9.1 (Sorgono)
Altitudine 700 m s.l.m.
Superficie 56,19 km²
Abitanti 1 761[2] (31-12-2010)
Densità 31,34 ab./km²
Comuni confinanti Atzara, Austis, Belvì, Neoneli (OR), Ortueri, Samugheo (OR), Tiana, Tonara
Altre informazioni
Cod. postale 08038
Prefisso 0784
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 091086
Cod. catastale I851
Targa NU
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti sorgonesi[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sorgono
Posizione del comune di Sorgono nella provincia di Nuoro
Posizione del comune di Sorgono nella provincia di Nuoro
Sito istituzionale

Sorgono è un comune italiano di 1.761 abitanti,[2] della provincia di Nuoro in Sardegna.

Posto nel centro geografico dell'isola, è il capoluogo storico di mandamento della subregione del Mandrolisai, ospitando i servizi alla popolazione per tutto il circondario, tra cui l'ospedale e l'esattoria.

Monumenti e luoghi di interesse

Nel centro storico sono presenti, soprattutto nel rione “Forreddu”, svariati esempi di architettura domestica aragonese.

Architetture religiose

  • Santuario campestre San Mauro chiesa tardogotica. Il Santuario campestre di San Mauro occupa una vasta area, dove al centro c'è la chiesa e nel perimetro numerosi muristenes che sono delle piccole casette utilizzate dai novenanti. La chiesa in facciata ha un rosone in pietra di grandi dimensioni e di ottima fattura.
  • Chiesa campestre San Giacomo
  • Chiesa campestre N.S. Itria, a circa 1000 metri s.l.m. da cui si gode un'ampia vista panoramica

Architetture civili

Siti archeologici

Nel territorio di Sorgono sono presenti vari siti di interesse archeologico:

Nuraghi
  • Nuraghe Biru 'e Concas
  • Nuraghe Calamaèra
  • Nuraghe Costa 'e Feùrra
  • Nuraghe Crastutòrro
  • Nuraghe Crebos
  • Nuraghe Crecos
  • Nuraghe Cungiau 'e su Crèccu
  • Nuraghe Funtana Frida
  • Nuraghe Funtana Morta
  • Nuraghe Ghenna 'e Pranu
  • Nuraghe Grùghe
  • Nuraghe Iscalas
  • Nuraghe Lò
  • Nuraghe Niu 'e Cròbu
  • Nuraghe Orrubiu
  • Nuraghe Pastoreddu
  • Nuraghe Prànu
  • Nuraghe Santu Giàccu
  • Nuraghe Santu Perdu
  • Nuraghe Su Angiu o Molimènta
  • Nuraghe Talalù
  • Nuraghe Talei
  • Nuraghe Tanca Sa Cresia
  • Nuraghe Terriscana
Tombe dei Giganti
  • Cungiàu 'e Tòre
  • Funtana Morta
  • Ghènna 'e Prànu Pastoreddu
  • Santu Perdu
  • Serrazzàrgiu
  • Su Ebregàrgiu
  • Talei
  • Trodolossài
Domus de janas
  • Pardu 'e Cresia
  • Perdonighèddu
  • Santu Loisu
  • Saùri
Menhir
  • Biru 'e Concas

Aree naturali

  • Località Funtana 'e Meurra e foresta Massanì
  • Foresta S.Loisu ed oasi naturalistica località Bardacolo (zona di ripopolamento del cervo sardo)
  • Foresta monte “Littu” con vista panoramica “Serra Longa” ed area pic–nic presso la fontana di “Perda 'e manza” .

Società

Evoluzione demografica

Abitanti censiti[3]

Lingue e dialetti

A livello linguistico Sorgono rappresenta quel luogo dove idealmente finisce il Campidano "linguistico" (quasi 1.000.000 di locutori), ed inizia il Logudoro "linguistico" (circa 400.000 locutori). La lingua parlata a Sorgono infatti prende il nome di Limba de mesania (lingua di mezzo); questa lingua risente molto degli influssi delle parlate nuoresi, così come accade nell'ogliastrino e nel barbaricino meridionale, anche se le basi, i suoni fonetici, ma soprattutto il lessico sono tipici della tradizione linguistica campidanese. Altri comuni della provincia di Nuoro interessati da tale fenomeno di transizione linguistica tra campidanese e logudorese sono Aritzo, Atzara, Austis, Belvì, Desulo, Gadoni e Tiana.

Tradizione e folclore

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ballo sardo.

A Sorgono si mantengono ancora vive le tradizioni popolari. I balli sardi più eseguiti durante le feste sono:

  • il ballu sardu: il ballo più popolare e conosciuto di tutta la Sardegna, originariamente danzato in tondo, come in numerose altre comunità della Sardegna prevale il ballo a coppie su musica caratteristica tramandata dagli anziani organettisti;
  • sa danza (nantza): l'unico ballo che ancora si balla in cerchio; caratterizza, per la sua energia e complessità il bravo ballerino. Rientra nel modulo di Danza del Mandrolisai;
  • s'orrosciada: ballo caratteristico del paese condiviso anche con altri centri del Mandrolisai e alcuni del Campidano;
  • su dillu (o dillaru): ballo in quattro pulsazioni, diffuso in gran parte della Sardegna;
  • is tre passos: interpretazione del ballo caratteristico del Campidano di Oristano (forse importato dai trasumanti e fatto proprio dalla comunità sorgonese). Nei paesi vicini prende il nome di "ballu seriu" (Meana Sardo) e "trexenta" (Ortueri);
  • su ballu 'e s'essa: caratteristico ballo in cui i ballerini danzano disposti a catena aperta guidata da un capo-ballo.

Cultura

Istruzione

Sono presenti le seguenti strutture:

  • la scuola materna
  • la scuola elementare
  • la scuola media inferiore
  • il Liceo Scientifico Fratelli Costa-Azara
  • l'Istituto Professionale Superiore per l'Agricoltura

Cucina

È radicato nella tradizione culinaria di Sorgono l'utilizzo di un'erba selvatica particolare per la preparazione di una gustosissima zuppa: "Sa minestra cun lampazzu".

Si tratta del Romice, nella variante del Rumex obtusifolium, erba infestante nota ai Sorgonesi con il nome, appunto, di lampazzu.

È una zuppa che va preparata utilizzando assieme a questa erba altri quattro ingredienti fondamentali: il formaggio fresco reso acidulo, la fregula sarda, sa jelda e la cipolla.

Eventi

San Mauro Abate viene festeggiato per ben tre volte nel corso dell'anno, il 15 gennaio, Santu Mauru de is Dolos, san Mauro dei Dolori; il martedì successivo alla Pasqua, Santu Mauru de is Frores, San Mauro dei fiori e infine l'ultima domenica di maggio, Santu Mauru Erricu, san Mauro ricco.

Persone legate a Sorgono

Note

  1. ^ AA. VV., Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Novara, Istituto geografico De Agostini, 2006, p. 635.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia

Collegamenti esterni

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna