Sorengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sorengo
comune
Sorengo – Stemma
Sorengo – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Lugano
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 46°00′02″N 8°56′15″E / 46.000556°N 8.9375°E46.000556; 8.9375 (Sorengo)Coordinate: 46°00′02″N 8°56′15″E / 46.000556°N 8.9375°E46.000556; 8.9375 (Sorengo)
Altitudine 430 m s.l.m.
Superficie 0,88 km²
Abitanti 1 861[1] (31-12-2012)
Densità 2 114,77 ab./km²
Frazioni Cortivallo, Cremignone
Comuni confinanti Collina d'Oro, Lugano, Muzzano
Altre informazioni
Cod. postale 6924
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5225
Targa TI
Nome abitanti picit
Circolo Vezia
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Sorengo
Sorengo – Mappa
Sito istituzionale

Sorengo è un comune svizzero del Canton Ticino, a ovest di Lugano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Edilizia religiosa[modifica | modifica sorgente]

  • La chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, menzionata a partire dal 1298, e le vicine case parrocchiali, costruite sulle rovine di un cinquecentesco convento dei cappuccini.
  • La cappella della Clinica Sant'Anna, costruita nel 1964, con vetrate di Emilio Maria Beretta e una Via crucis e un tabernacolo di poco successivi.
  • Il cimitero e la relativa cappella, nella quale si conserva un Crocifisso affrescato nel 1843 da Giovanni Battista Sertorio. Degne di nota anche le cappelle funerarie realizzate fra il XIX e il XX secolo.
  • La cappella votiva a Cremignone, con l'affresco ottocentesco Madonna con sant'Antonio Abate e San Domenico di Guzmán.
  • La cappella di San Grato, con l'affresco Madonna col Bambino.

Edilizia civile[modifica | modifica sorgente]

Degne di rilievo sono alcune abitazioni private, fra le quali si segnalano:

  • Villa Lampugnani, con un bassorilievo del XV secolo. Le ali risalgono invece al Settecento
  • La casa-atelier di Pietro Chiesa, risalente al 1934
  • Villa Pagnamenta, realizzata negli anni venti del XX secolo
  • La casa "La Colombaia" del 1948

Sono inoltre rilevanti il "pergolone", una via pergolata, e i muri perimetrali di via Al Colle.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Persone legate a Sorengo[modifica | modifica sorgente]

.

Nati a Sorengo[modifica | modifica sorgente]

Altri legami[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 124, 248, 490, 495, 558-562.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 297-298.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 334-336.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino