Somnath

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 20°53′17″N 70°24′04″E / 20.888056°N 70.401111°E20.888056; 70.401111

Vista del tempio di Somnath

Il tempio di Somnath (in gujarati: સોમનાથ મંદિર; in sanscrito: सोमनाथ मन्दिर) è uno dei dodici santuari Jyotirlinga [1] dedicati a Shiva. Il tempio si trova nel villaggio omonimo, lungo la costa del mare Arabico; amministrativamente il villaggio è parte della città indiana di Veraval, nel distretto di Junagadh, stato del Gujarat.

Leggenda sulla fondazione[modifica | modifica wikitesto]

Il significato del nome Somnath è il protettore del dio-luna Soma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le rovine del tempio nel 1869

Le leggendarie ricchezze del tempio ne fecero il bersaglio di numerosi saccheggi e distruzioni, tanto che il tempio è detto il Santuario eterno, perché è stato devastato per sei volte e ricostruito altrettante, l'ultima della quali a partire dal novembre 1947, poco dopo l'indipendenza dell'India.

La prima volta il tempio fu saccheggiato nel 1026 da Mahmud di Ghazna ed il suo esercito, che depredarono grandi quantità d'oro e di pietre preziose e lasciarono l'edificio in rovina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cioè dove Shiva è venerato nella forma di lingam di luce

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]