Somewhere Out in Space

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Somewhere Out in Space
Artista Gamma Ray
Tipo album Studio
Pubblicazione 25 agosto 1997
Durata 63 min : 38 s
Dischi 1
Tracce 15
Genere Speed metal
Power metal
Etichetta Noise Records
Gamma Ray - cronologia
Album precedente
(1995)
Album successivo
(1999)

Somewhere Out in Space è il quinto album della band tedesca Gamma Ray. È il primo album a vedere in formazione Dirk Schlächter come bassista (precedentemente chitarrista della band). L'album è tutto incentrato su temi fantascientifici ed epici, e presenta al pubblico un sound devastante, frutto di una maturità stilistica da parte della band: probabilmente, infatti, è il lavoro più duro e massiccio di tutta la loro carriera. Il successo è assicurato, e le vendite sono stratosferiche, tanto che verrà tentato il bis con il successivo Powerplant, e la band di Amburgo acquisisce anche a livello economico lo status di "grande". Beyond The Black Hole, The Guardians of Mankind,Valley Of The Kings e Rising Star-Shine On sono la giusta rappresentazione di quanto scritto prima; Pray è una ballad, mentre la presenza della cover del grande classico degli Uriah Heep Return To Fantasy è un notevole valore aggiunto.

La traccia Watcher in the Sky è stata registrata originariamente dagli Iron Savior (compare nel loro omonimo album del 1997) e vede Piet Sielck alla chitarra e Thomen Stauch alla batteria. L'album è stato ripubblicato nel 2002 (con l'aggiunta di due tracce bonus) e nel 2005.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Beyond the Black Hole - 06:00
  2. Men, Martians and Machines - 03:52
  3. No Stranger (Another Day in Life) - 03:36
  4. Somewhere Out in Space - 05:27
  5. The Guardians of Mankind - 05:02
  6. The Landing - 01:17
  7. Valley of the Kings - 03:51
  8. Pray - 04:45
  9. The Winged Horse - 07:02
  10. Cosmic Chaos - 00:49
  11. Lost in the Future - 03:40
  12. Watcher in the Sky - 05:19
  13. Rising Star - 00:52
  14. Shine On - 06:52
  15. Return to Fantasy (cover degli Uriah Heep) - 05:14

Tracce bonus nell'edizione rimasterizzata del 2002

  1. Miracle - 7:18
  2. Victim of Changes (Judas Priest cover) - 7:24

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal