Solnhofen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Solnhofen
comune
Solnhofen
Solnhofen – Stemma
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Bavaria (striped).svg Baviera
Distretto gov. Mittelfranken Wappen.svg Media Franconia
Circondario Weißenburg-Gunzenhausen
Amministrazione
Sindaco Gerhard Nürnberger
Territorio
Coordinate 48°53′N 11°00′E / 48.883333°N 11°E48.883333; 11 (Solnhofen)Coordinate: 48°53′N 11°00′E / 48.883333°N 11°E48.883333; 11 (Solnhofen)
Altitudine 410 m s.l.m.
Superficie 13,50 km²
Abitanti 1 845 (30-6-2006)
Densità 136,67 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 91807
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 09 5 77 168
Targa WUG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Solnhofen
Sito istituzionale

Solnhofen è un comune del distretto di Weißenburg-Gunzenhausen nella regione tedesca della Media Franconia, in Baviera.

Anticamente (primo millennio) il nome della località era Husen. Alla metà dell'VIII secolo vi giunse il monaco inglese Sola, proveniente dall'Abbazia di Fulda, che vi fondò un Oratorium. Con la morte e santificazione di Sola la località prese la sua attuale denominazione.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune si trova nella valle dell'Altmühl e conta le frazioni (Ortsteile) di Esslingen ed Hochholz.
I comuni più vicini sono Pappenheim (a 6 km), e Treuchtlingen (a 9). Si trova a sud del capoluogo, Weißenburg, e da esso dista 23 km; mentre ne dista circa 50 dalla cittadina danubiana di Donauwörth.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

La Basilica di San Sola, datata al periodo Carolingio, è uno dei monumenti più significativi della Germania.

Paleontologia[modifica | modifica wikitesto]

Calcare di Solnhofen[modifica | modifica wikitesto]

Fossile di Eryma

Il paese è noto ai paleontologi per il Calcare di Solnhofen, una formazione calcarea a grana finissima di età giurassica che rappresenta un Konservat-Lagerstätte, ovvero un giacimento a conservazione eccezionale che conserva fossili con traccia delle parti molli. Alois Senefelder utilizzò blocchi del Calcare di Solnhofen per il processo della litografia, da lui inventato nel 1798. Le cave dalle quali venne estratto il calcare per la litografia furono fonte di spettacolari ritrovamenti, tra i quali il famosissimo Archaeopteryx lithographica, o l'Aspidorhynchus crassirostris, del genere Aspidorhynchus. I dieci esemplari finora trovati provengono tutti dalle vicinanze di Solnhofen.
Solnhofen ricorda il lavoro di Alois Senefelder con una statua dell'inventore della litografia.

Bürgermeister Müller Museum[modifica | modifica wikitesto]

Le cave di pietra calcarea

Il Bürgermeister Müller Museum di Solnhofen illustra la storia della litografia, la storia delle cave di calcare litografico e gli spettacolari fossili trovati in zona, tra i quali si annoverano rettili volanti (pterosauri), rettili marini (ittiosauri, plesiosauri, coccodrilli, tartarughe, lucertole e sfenodonti), pesci (sia ossei che cartilaginei), crostacei (gamberi, aragoste e granchi) ed altri invertebrati quali spugne, meduse, coralli, anellidi, briozoi, brachiopodi, bivalvi, gasteropodi, cefalopodi (ammoniti, nautiloidea), echinodermi (crinoidi come gli Pterocoma, stelle marine, ofiuroidei, ricci di mare e oloturie).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania