Solco intraparietale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Solco intraparietale
Gray726 intraparietal sulcus.svg
Superficie laterale dell'emisfero sinistro, visto di profilo. (Il solco intraparietale è in alto a destra).
ParietCapts lateral.png
Vistandi profilo dell'emisfero destro. La regione blu è il lobo parietale.
 Parte di        = Lobo parietale
Anatomia del Gray subject #189 822
Nome latino sulcus intraparietalis
Sistema Sistema nervoso centrale
NeuroNames hier-79
ID NeuroLex birnlex_4031

Il solco intraparietale (IPS) si trova sulla superficie laterale del lobo parietale, ed è formato da una parte obliqua ed una orizzontale. Esso contiene una serie di subregioni funzionalmente distinte che sono state intensamente studiate facendo sia degli studi sui primati[1][2] e neuroimaging funzionale sull'uomo.[3] È coinvolto principalmente nella coordinazione motopercettuale (ad esempio, dirigere i movimenti degli occhi) e l'attenzione visiva, da un punto indicato dalla vista, afferrare un oggetto e manipolarlo per raggiungere un effetto desiderato.

Si pensa che l'IPS giochi un ruolo anche in altre funzioni, tra cui l'elaborazione delle informazioni numeriche simboliche,[4] nella memoria spaziale[5] e nell'interpretazione delle intenzioni altrui.[6]

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il solco intraparietale (IPS) è diviso in cinque regioni: anteriore, laterale, ventrale, caudale, e mediale

  • Corteccia laterale intraparietale (LIP) e ventrale intrapiaretale (VIP): attenzione visiva e movimenti oculari saccadici.
  • Corteccia ventrale intraparietale (VIP) e mediale intraparietale (MIP): controllo visivo, raggiungere e puntare.
  • Corteccia anteriore intraparietale (AIP): controllo visivo, movimenti della mano, manipolare, afferrare.
  • Corteccia centrale intraparietale (CIP): percezione della profondità, stereopsi.

Tutte queste aree proiettano nel lobo frontale per il controllo esecutivo.

L'attività del solco intraparietale è stata anche associata all'apprendimento di sequenze di movimenti delle dita. [7]

Il task positive network include il solco intraparietale in ogni emisfero[8] ed è uno dei due sistemi di orientamento sensoriale del cervello umano.

Capire i numeri[modifica | modifica wikitesto]

Studi comportamentali suggeriscono che l'IPS è associato con i danni dell'elaborazione numerica di base e che ci sia un modello di alternanze strutturali e funzionali nell'IPS e nella corteccia prefrontale per la discalculia.[9] Nei bambini con discalculia evolutiva è stata trovata meno materia grigia nell'IPS sinistro.[10] Gli studi hanno dimostrato che l'attività elettrica in un particolare gruppo di cellule nervose nel solco intraparietale aumenta quando, e solo quando, i volontari stanno eseguendo calcoli.

Al di fuori delle sperimentazioni si è anche scoperto che quando un paziente menziona un numero - oppure fa un riferimento quantitativo, come "un po 'di più", "molti" o "più grande rispetto agli altri" - si verifica un picco di attività elettrica nel medesimo solco. La popolazione di cellule nervose del solco intraparietale si attiva quando il paziente sta facendo i calcoli in condizioni sperimentali.[11]

Immagini aggiuntive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Colby C.E., Goldberg M.E., Space and attention in parietal cortex in Annual Review of Neuroscience, vol. 22, 1999, pp. 319–349, DOI:10.1146/annurev.neuro.22.1.319, PMID 10202542.
  2. ^ (EN) Andersen R.A., Visual and eye movement functions of the posterior parietal cortex in Annual Review of Neuroscience, vol. 12, 1989, pp. 377–403, DOI:10.1146/annurev.ne.12.030189.002113, PMID 2648954.
  3. ^ (EN) Culham, J.C. ; Nancy G. Kanwisher, 2 in Neuroimaging of cognitive functions in human parietal cortex, Current Opinion in Neurobiology, vol. 11, aprile 2001, pp. 157–163, DOI:10.1016/S0959-4388(00)00191-4.
  4. ^ Jessica F Cantlon, Elizabeth M Brannon e Elizabeth J Carter, Functional Imaging of Numerical Processing in Adults and 4-y-Old Children in PLoS Biol, vol. 4, nº 5, April 11, 2006, pp. e125, DOI:10.1371/journal.pbio.0040125. URL consultato il 2015-04-18.
  5. ^ (EN) J. Jay Todd e René Marois, Capacity limit of visual short-term memory in human posterior parietal cortex in Nature, vol. 428, nº 6984, April 15, 2004, pp. 751-754, DOI:10.1038/nature02466. URL consultato il 2015-04-18.
  6. ^ Dartmouth Study Finds How The Brain Interprets The Intent Of Others. URL consultato il 2015-04-18.
  7. ^ Katsuyuki Sakai, Narender Ramnani e Richard E. Passingham, Learning of sequences of finger movements and timing: frontal lobe and action-oriented representation in Journal of Neurophysiology, vol. 88, nº 4, Oct 2002, pp. 2035-2046. URL consultato il 2015-04-18.
  8. ^ Fox, M.D., Corbetta, M., Snyder, A.Z., Vincent, J.L., Raichle, M.E., Spontaneous neuronal activity distinguishes human dorsal and ventral attention systems in Proceedings of the National Academy of Sciences, vol. 103, 10046-10051, 2006.
  9. ^ Atypical trajectories of number development: a neuroconstructivist perspective in linkinghub.elsevier.com. URL consultato il 2015-04-18.
  10. ^ (EN) Karin Kucian, Thomas Loenneker e Thomas Dietrich, Impaired neural networks for approximate calculation in dyscalculic children: a functional MRI study in Behavioral and Brain Functions, vol. 2, nº 1, 2006-09-05, pp. 31, DOI:10.1186/1744-9081-2-31. URL consultato il 2015-04-18.
  11. ^ (EN) Mohammad Dastjerdi, Muge Ozker e Brett L. Foster, Numerical processing in the human parietal cortex during experimental and natural conditions in Nature Communications, vol. 4, October 15, 2013, DOI:10.1038/ncomms3528. URL consultato il 2015-04-18.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]