Solanum pseudocapsicum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ciliegia di Gerusalemme
Solanum pseudocapsicum.jpg
Esemplare di ciliegia di Gerusalemme; in evidenza i frutti.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Solanales
Famiglia Solanaceae
Genere Solanum
Specie S. pseudocapsicum
Nomenclatura binomiale
Solanum pseudocapsicum
L.
Solanum pseudocapsicum

La ciliegia di Gerusalemme (Solanum pseudocapsicum) è una pianta delle Solanaceae, cui appartengono diverse piante velenose come la belladonna. Le specie di questa famiglia sono perenni e vengono principalmente coltivate come piante ornamentali, tuttavia in alcune località, come in Australia, sono divenute infestanti.

Originaria del Perù, può sopravvivere in ambienti freddi e alle gelate. Generalmente vive circa dieci anni e produce frutti a partire dal secondo o dal terzo anno. Il frutto è assai simile a quello dei pomodori a ciliegina (e infatti appartiene allo stesso genere dei pomodori) e può di conseguenza essere confusa con questo. Il veleno della ciliegia di Gerusalemme è costituito soprattutto da solanocapsina, molto simile agli alcaloidi riscontrabili nelle altre specie del suo genere, come la solanina e l'atropina. Questa tossina è velenosa ma generalmente non mortale. Può causare problemi gastrici, come vomito e gastroenteriti.

Le ciliegie di Gerusalemme risultano essere velenose anche per cani, gatti e uccelli.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • Spoerke, D. G., Smolinske, S. C. 1990. Toxicity of houseplants. CRC Press, Inc., Boca Raton, Fla., USA. 335 pp.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]