Sojuz TM-6

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sojuz TM-6
Emblema missione
Soyuz TM-6 patch.svg
Dati della missione
Nomignolo Протон
(Proton - "protone")
Vettore Lanciatore Sojuz
Codice chiamata Протон
(Proton - "protone")
Luogo lancio Baikonur, rampa n.1
Lancio 29 agosto, 1988
04:23:11 UTC
Atterraggio 21 dicembre, 1988
09:57:00 UTC
160 km a sud-est di
Dzhezkazgan, RSS di Kazakistan
Durata 114 giorni 5 h 33 m
Numero orbite ~1.840
Apoapside 228 km
Periapside 195 km
Periodo orbitale 88,7 min
Inclinazione orbitale 51,6°
Equipaggio
Equipaggio di lancio
Equipaggio d'atterraggio
Programma Sojuz
Missione precedente Missione successiva
Sojuz TM-5 Sojuz TM-7

Sojuz TM-6 è la denominazione di una missione della navicella spaziale Sojuz T verso la stazione spaziale sovietica Mir. Si trattò del sesto volo di una navicella Sojuz verso la predetta stazione spaziale nonché dell'ottantaduesimo volo nell'ambito del programma Sojuz sovietico.

Equipaggio[modifica | modifica sorgente]

Equipaggio di lancio[modifica | modifica sorgente]

Equipaggio di riserva[modifica | modifica sorgente]

Equipaggio durante il rientro ed atterraggio[modifica | modifica sorgente]

Missione[modifica | modifica sorgente]

Il lancio della missione avvenne il 29 agosto 1988 dal (cosmodromo di Baikonur nella repubblica socialista sovietica di Kazakistan. Ljachov era stato addestrato quale comandante della navicella spaziale Sojuz per missioni in solitaria, cioè per effettuare eventuali missioni di soccorso e di evacuazione della stazione spaziale sovietica Mir. Pertanto spettava esclusivamente a lui il compito di pilotare la capsula spaziale. Per i due cosmonauti compagni di missione Poljakov e Mohmand, due scienziati addestrati quali cosmonauti di ricerca, si trattava del primo volo nello spazio. Compito principale del medico Poljakov fu quello di rimanere a bordo della Mir insieme ai cosmonauti Manarov e Titov per osservare ed analizzare lo stato di salute durante gli ultimi mesi del loro soggiorno di un anno a bordo della stazione spaziale. Mohmand invece partecipò alla missione quale cosmonauta ospite per il programma Intercosmos, diventando così il primo cittadino dell'Afghanistan a raggiungere lo spazio. Come era solito per tutte le missioni del programma Intercosmos, il suo compito principale durante la missione consisteva in vari esperimenti di osservazione del suo paese di origine, in particolar modo la registrazione di immagini fotografiche.

Durante i preparativi per la manovra di atterraggio, il computer di bordo della Sojuz ebbe un disfunzionamento causato dal sovraccarico dovuto ad una nuova software che veniva utilizzata per la prima volta durante questa missione. Pertanto si dovette attendere l'accensione dei retrorazzi frenanti, spostandola di due orbite terrestri. Questo fu il tempo impegnato per reinstallare sul computer di bordo la software vecchia, cioè impegnata con successo durante precedenti missioni.

La manovra riuscì a perfezione e l'atterraggio avvenne il 21 dicembre 1988 dopo ben 1.807 orbite terrestri – a circa 160 km a sud-est di Dzhezkazgan nella steppa del Kazakistan. La navicella spaziale era pertanto rimasta in volo per 114 giorni, 5 ore, 33 minuti e 49 secondi.

Ulteriori dati di volo[modifica | modifica sorgente]

  • aggancio alla MIR: 31 agosto 1988 05:40:44 UTC
  • distacco dalla MIR: 21 dicembre 1988, 02:32:54 UTC
  • Atterraggio equipaggio orig.: 7 settembre 1988 a bordo di Sojuz TM-5 00:49:38 UTC 202 km a sud-est di Dzhezkazgan, RSS di Kazakistan
  • Durata per l’equipaggio orig.: 8 giorni, 20 ore, 26 min
  • Denominazione Astronomica Internazionale: 1988-75

I parametri sopra elencati indicato i dati pubblicati immediatamente dopo il termine della fase di lancio. Le continue variazioni ed i cambi di traiettoria d’orbita sono dovute alle manovre di aggancio. Pertanto eventuali altre indicazioni risultanti da fonti diverse sono probabili ed attendibili in considerazione di quanto descritto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica