Soglio (Svizzera)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Soglio
frazione
Soglio – Stemma
Soglio – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Grigioni
Distretto Maloggia
Comune Bregaglia
Territorio
Coordinate 46°20′N 9°32′E / 46.333333°N 9.533333°E46.333333; 9.533333 (Soglio)Coordinate: 46°20′N 9°32′E / 46.333333°N 9.533333°E46.333333; 9.533333 (Soglio)
Altitudine 1.095 m s.l.m.
Superficie 67,57 km²
Abitanti 173 (2007)
Densità 2,56 ab./km²
Frazioni confinanti Avers, Bivio, Piuro (IT-SO), Villa di Chiavenna (IT-SO)
Altre informazioni
Lingue Italiano
Cod. postale 7610
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Tängar
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Soglio
Soglio – Mappa

1leftarrow.pngVoce principale: Bregaglia.

Soglio e il Pizzo Badile

Soglio (Soeuj in lombardo, Sils im Bergell in tedesco, Suogl in romancio) è un ex comune del Canton Grigioni. Dal 1º gennaio 2010 è entrato a far parte del nuovo comune di Bregaglia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Soglio è situato in Val Bregaglia, sulla sponda destra della Maira. Dista 17 km da Chiavenna, 39 km da Sankt Moritz e 104 km da Coira.

Il punto più elevato del territorio è la cima del Piz Duan (3131 m s.l.m.). Le stazioni ferroviarie più vicine sono Chiavenna, per l'Italia, e St. Moritz, per la Svizzera.

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Ritratti comunali dell'Ufficio federale di statistica 2000
17,4% madrelingua tedesca
1,7% madrelingua inglese
80,2% madrelingua italiana

Persone legate a Soglio[modifica | modifica wikitesto]

  • Elda Simonett-Giovanoli, nata a Bondo ma originaria di Soglio
  • John Florio, che trascorse a Soglio l'infanzia e l'adolescenza
  • Giovanni Segantini. «A Soglio, piccolo paese annidato in un pianoro lungo la costa delle montagne che fiancheggiano da nord la valle della Bregaglia, quasi ai confini d'Italia, Giovanni Segantini passò diversi inverni e vi dipinse quella "Figurazione della primavera" che è la seconda strofa del suo poema agricolo di cui la prima è l'"Aratura"».[1]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Edilizia religiosa[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa riformata
  • La chiesa del paese, barocca con finestre romaniche, risale a un periodo precedente al 1354, quando fu citata per la prima volta. La struttura, dotata di volta a crociera, subì tuttavia diverse modifiche nel tempo: il coro poligonale fu realizzato nel 1506, il portale sulla facciata a lesene ha un'incorniciatura del 1735 e gli arredi risalgono alla seconda metà del XVIII secolo e sono opera di Pietro Solari. Da segnalare il campanile con un coronamento ottagonale; gli stucchi rococò come il pulpito, sul quale vi è un baldacchino; il lampadario in vetro di Murano; l'occhio di Dio Padre sull'arco e diversi stemmi marmorei alle pareti, risalenti al XVI e XVII secolo.

Edilizia civile[modifica | modifica wikitesto]

Il centro mostra le sue origini medievali in alcune case a torre, a volte assorbite da edifici di epoca posteriore. Fra quelle meglio conservate vi è la Casa Alta, risalente al 1524 e ristrutturata nel 1680, che conserva una stufa murata a torre secentesca.

Fra le altre architetture civili si segnalano:

Hotel Palazzo Salis
  • L'Hotel Palazzo Salis, anticamente Casa Battista, rinnovata esternamente nel 1701 su una base medievale, mentre gli interni sono del 1792. Fra gli arredi si segnalano una stufa neoclassica, letti a baldacchino, credenze barocche, alcuni stucchi e tappezzerie Luigi XVI
  • Lo Stallazzo, costruito nel 1696, che conserva le strutture di marmo usate per legare i cavalli
  • Una stazione di rifornimento del 1962

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gottardo Segantini, Giovanni Segantini. La sua vita e le opere, Milano, Società editoriale d'arte divisionista, s.d. (post 1916).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Stampa, Storia della Bregaglia, 1963, (19742), Tipografia Menghini, Poschiavo (19913).
  • Michael Alder, Diego Giovanoli (a cura di), Soglio, Birkhauser Verlag AG, 1997².
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 537-538.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma del comune di Bregaglia Frazioni di Bregaglia Stemma del Canton Grigioni
Bondo | Castasegna | Soglio | Stampa | Vicosoprano
Maloggia | Grigioni | Svizzera
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera