Soft Heap

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Soft Heap
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Avant-garde jazz[1]
Fusion[1]
Periodo di attività 1978-1989
Etichetta Charly Records
Ogun Records
Album pubblicati 4
Studio 1
Live 3
Gruppi e artisti correlati Soft Machine
National Health

Soft Heap era un supergruppo britannico di avant-garde jazz e fusion della scena di Canterbury. Fu fondato nel gennaio del 1978 da Hugh Hopper (basso), Elton Dean (sassofono), Alan Gowen (tastiere) e Pip Pyle (batteria), musicisti famosi per aver fatto parte dei gruppi di rock progressivo Soft Machine e National Health.

Il nome del gruppo deriva in parte dai Soft Machine, capi-scuola del movimento di Canterbury, mentre Heap è l'acronimo dei nomi di battesimo dei membri dei Soft Heap. Esordirono con un tour nel 1978, al termine del quale Pyle fu assorbito da altri impegni; venne sostituito da Dave Sheen e la band prese il nome Soft Head. Un concerto dei Soft Head fu registrato in Francia nel maggio del 1978 e pubblicato in quello stesso anno dalla Ogun Records nell'album Rogue Element.[2]

Nell'ottobre dello stesso anno, con il ritorno di Pyle il gruppo riprese il vecchio nome e si ricompose la formazione originale, che subito incise l'eponimo Soft Heap, l'unico album in studio della band, pubblicato nel 1979 dalla Charly Records. Brani di un concerto a Londra del novembre 1978 di questa formazione furono pubblicati dalla Reel Recordings nel 2008 nell'album Al Dente.[3]

Nel 1979, l'altro National Health John Greaves sostituì Hopper, mentre dopo la morte di Gowen nel 1981 fu chiamato a sostituirlo il chitarrista Mark Hewins. Un concerto in Francia di questa nuova formazione fu registrato nel 1982, ma venne pubblicato solo nel 1995 nell'album A Veritable Centaur dalla Impetus Records.[4] Oltre ai 10 brani di quel concerto, fu inserito nel disco un brano registrato nel 1983 alla BBC Radio 3.[5]

Negli anni ottanta i Soft Heap effettuarono quattro tour e suonarono in totale 25 concerti in Europa. Di rilievo un concerto a Parigi nel 1988,[6] e soprattutto l'esibizione che riscosse un notevole successo nel 1989 al festival jazz di Coutances, in Francia, ripresa e trasmessa dalla rete radiofonica FR1 Radio.[7]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Soft Head[modifica | modifica wikitesto]

  • 1978 Rogue Element - Ogun Records

Soft Heap[modifica | modifica wikitesto]

  • 1979 Soft Heap - Charly Records
  • 1996 A Veritable Centaur - Impetus Records (registrato nel 1982-1983)
  • 2008 Al Dente - Reel Recordings (registrato nel 1978)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Hill, Gary, Soft Heap - Biography, Allmusic. URL consultato il 17 aprile 2013.
  2. ^ (EN) Hugh Hopper / Elton Dean / Alan Gowen / Dave Sheen – Rogue Element, Discogs.com
  3. ^ (EN) Soft Heap – Al Dente, Discogs.com
  4. ^ (EN) Soft Heap – A Veritable Centaur, Discogs.com
  5. ^ (EN) A Veritable Centaur, Allmusic.com
  6. ^ (EN) Soft Heap Livee, Discogs.com
  7. ^ (EN) Obscure Bands, calyx.perso.neuf.fr

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]