Sofia Paleologa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marchesato del Monferrato
Paleologi
Stemma del marchesato del Monferrato.svg

Teodoro I
Giovanni II
Ottone III
Giovanni III
Teodoro II
Giovanni Giacomo
Giovanni IV
Guglielmo VIII
Bonifacio III
Guglielmo IX
Bonifacio IV
Giovanni Giorgio
Modifica

Sofia Paleologa (Casale, 1399Torino, 10 dicembre 1437) sposò Giovanni VIII Paleologo, divenendo imperatrice bizantina.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sofia Paleologa era figlia di Teodoro II del Monferrato e della sua seconda moglie Giovanna de Bar. Nel 1406 fu data in sposa a Filippo Maria Visconti, conte di Pavia per sancire la loro alleanza[1] ma il matrimonio venne annullato nel 1411[2]: la sposa aveva solo dodici anni.

Morto il padre Teodoro, ereditò il titolo di marchese del Monferrato da suo fratello Giangiacomo, avviò nel 1420 le trattative matrimoniali con l'imperatore bizantino Manuele II Paleologo, per darla in sposa al figlio erede al trono Giovanni Paleologo. Il 19 gennaio 1421 in Grecia avvennero le nozze. Per entrambi gli sposi si trattava del secondo matrimonio.

Non avendo avuto eredi, Giovanni, che nel 1425 era divenuto unico imperatore bizantino, nel 1426 ripudiò Sofia la quale lasciò Costantinopoli e tornò nelle sue terre[1] dove si chiuse in convento[3]. Sofia aveva tuttavia trascorso confinata i cinque anni di matrimonio, il quale servì solo a Giovanni per avere l'appoggio politico necessario per divenire coimperatore nel 19 gennaio 1421[3].

L'imperatore si risposò l'anno seguente con Maria Comnena da cui ugualmente non ebbe figli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b http://www.marchesimonferrato.com/web2007/_resources/paleologi_cenni.pdf
  2. ^ Byzant 12
  3. ^ a b http://www.imperobizantino.it/Imperatori-art14.htm

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]