Sofia di Borbone-Francia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sofia di Borbone-Francia
Ritratto di Madame Sophie, 1748, ad opera di Jean-Marc Nattier.
Ritratto di Madame Sophie, 1748, ad opera di Jean-Marc Nattier.
Principessa di Francia
Duchessa di Louvois
Stemma
Nome completo Sophie Philippine Elisabeth Justine de France
Trattamento Sua altezza reale
Nascita Versailles, 27 luglio 1734
Morte Versailles, 2 marzo 1782
Luogo di sepoltura Abbazia di Saint-Denis
Dinastia Borbone di Francia
Padre Luigi XV di Francia
Madre Maria Leszczyńska
Religione Cattolica
Firma Signature of Princess Sophie (Philippine Élisabeth Justine) of France, Madame Sophie in 1753 at the marriage of the Prince of Condé.png

Sofia Filippina Elisabetta Giustina di Francia[1], fille de France (Versailles, 27 luglio 1734Versailles, 2 marzo 1782), era la sesta figlia femmina e l'ottava dei figli di Luigi XV di Francia e della sua regina consorte Maria Leszczyńska. Prima nota come Madame Cinquième diventò conosciuta in seguito come Madame Sophie. Sofia possedé anche il Ducato di Louvois con sua sorella Madame Adelaide dal 1777, e che era stato creato per loro dal nipote Luigi XVI, nel loro proprio diritto.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'infanzia[modifica | modifica sorgente]

Mentre le sue tre sorelle maggiori crebbero e terminarono la loro istruzione a Versailles, lei e le altre furono mandate presso l'Abbazia di Fontevraud nel 1738 per essere allevate.

Come le sorelle Adelaide e Vittoria, non si sposò mai e visse sempre alla corte di Versailles.

Il legame col nipote[modifica | modifica sorgente]

Luigi XVI di Francia, rimasto orfano prematuramente e succeduto al trono direttamente al nonno, era particolarmente legato alle zie paterne, che considerava delle vice-madri. Egli inoltre non era mai stato particolarmente legato alla madre vera, Maria Giuseppina di Sassonia, che prediligeva il figlio minore, poi morto bambino.

Sofia e le sorelle tenevano invece particolarmente al timido e impacciato nipote, dandogli appoggio e protezione. Non mostrarono invece mai alcuna simpatia per la moglie Maria Antonietta, che chiamavano in modo dispregiativo "l'Austriaca".

Mano a mano che invecchiava, al pari di altri famigliari, anche Sofia iniziò a soffrire di una forma di obesità congenita che le rendeva sempre più difficile compiere attività fisica e camminare.

La morte[modifica | modifica sorgente]

Morì nel 1782 di idropisia.

A Sofia quindi il destino risparmiò lo shock e le conseguenze drammatiche della Rivoluzione Francese che invece vissero e dovettero subire i suoi familiari.

Alla quarta figlia, la principessa Sofia Elena Beatrice, Luigi mise come primo nome quello della cara zia, morta quattro anni prima.

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Sofia Filippina di Francia Padre:
Luigi XV di Francia
Nonno paterno:
Luigi, duca di Borgogna
Bisnonno paterno:
Luigi, il Gran Delfino
Trisnonno paterno:
Luigi XIV di Francia
Trisnonna paterna:
Infanta Maria Teresa
Bisnonna paterna:
Duchessa Maria Anna Vittoria di Baviera
Trisnonno paterno:
Ferdinando Maria, Elettore di Baviera
Trisnonna paterna:
Enrichetta Adelaide di Savoia
Nonna paterna:
Maria Adelaide di Savoia
Bisnonno paterno:
Vittorio Amedeo II di Sardegna
Trisnonno paterno:
Carlo Emanuele II, Duca di Savoia
Trisnonna paterna:
Maria Giovanna Battista di Savoia
Bisnonna paterna:
Anna Maria d'Orléans
Trisnonno paterno:
Filippo di Francia, duca d'Orléans
Trisnonna paterna:
Principessa Enrichetta d'Inghilterra
Madre:
Maria Leszczyńska
Nonno materno:
Stanislao Leszczyński
Bisnonno materno:
Rafał Leszczyński
Trisnonno materno:
Bogusław Leszczyński
Trisnonna materna:
Contessa Anna von Dönhoff
Bisnonna materna:
Anna Jablonowska
Trisnonno materno:
Principe Stanisław Jan Jabłonowski
Trisnonna materna:
Contessa Marianna Kazanowska
Nonna materna:
Caterina Opalińska
Bisnonno materno:
Jan Karol Opalinski
Trisnonno materno:
Conte Krzysztof Opaliński
Trisnonna materna:
Contessa Teresa Konstancya Czarnkowska
Bisnonna materna:
Zofia Czarnkowska
Trisnonno materno:
Conte Adam-Uryel Czarnkowski
Trisnonna materna:
Contessa Teresa Zaleska

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Achaintre, Nicolas Louis, Histoire généalogique et chronologique de la maison royale de Bourbon, Vol. 2, (Publisher Mansut Fils, 4 Rue de l'École de Médecine, Paris, 1825), 155.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]