Soffio al cuore (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Soffio al cuore
Soffio al cuore.png
Laurent e la madre Clara
Titolo originale Le Souffle au cœur
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia, Italia, Germania
Anno 1971
Durata 118 min.
Colore Colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Louis Malle
Soggetto Louis Malle
Produttore Louis Malle, Claude Nedjar
Casa di produzione Orion Classics
Interpreti e personaggi

Soffio al cuore (Le souffle au cœur) è un film del 1971 diretto da Louis Malle, ambientato nella Francia dei primi anni '50.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il quattordicenne Laurent è l'ultimo di tre figli di una facoltosa famiglia di Digione. Il padre, un introverso ginecologo, si cura poco dei figli. Invece la madre, una casalinga di origini fiorentine, è l'esatto contrario. Molto legata ai figli, soprattutto a Laurent, ha una personalità cordiale, vitale ed espansiva. Tra ragazzate (il giovane Laurent è incallito fumatore) e bravate giovanili (furti in negozi di dischi, scherzi al prete con tendenze pedofile), il giovane Laurent compie un personalissimo viaggio di scoperta del sesso, grazie soprattutto ai due fratelli maggiori (che lo portano a un bordello per fargli avere "la prima esperienza sessuale") e ad un rapporto incestuoso, durante una vacanza in cui rimangono loro due soli, con la madre.

Analisi[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la gravità dei temi trattati (pedofilia, incesto, complesso edipico ma non solo), questi sono trattati in modo distaccato e tutt'altro che pesante. Anche i giudizi sono piuttosto sfumati, poco netti, trattati con disinvolta discrezione e sdrammatizzati in modi sani e liberi[1]. Non c'è una vera condanna di nulla: il giudizio viene lasciato allo spettatore. La simpatia del protagonista, piccolo genio dalla personalità multiforme, e dei due fratelli, fa sì che lo spettatore accetti senza troppe remore le loro bravate immorali (soprattutto per l'osservatore del tempo). La presenza di numerose battute ilari, poi, rende il film ancora più piacevole e scorrevole. Anche le offese, talvolta di stampo razziale, verso la domestica italiana (il cui dialetto italiano è ripetutamente scimmiottato), suscitano ilarità invece che indignazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Soffio al cuore in MYmovies, Mo-Net Srl.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema