Sociologia del disastro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Sociologia del disastro è una branca della sociologia.

Gli studi inerenti a questa scienza sono stati effettuati prevalentemente negli Stati Uniti, ma anche in Germania e in Italia. Essa si occupa di analizzare non soltanto i disastri di natura locale, ma anche le catastrofi su larga scala. I disastri causati dagli esseri umani vengono considerati come le "nuove conseguenze delle crisi sociali" che affliggono le persone e i gruppi in modi particolarmente distruttivi. Uno dei più importanti ricercatori in quest'area è il professor Robert A. Stallings. La Sociologia del disastro è strettamente connessa alla Sociologia dell'ambiente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  1. Lars Clausen: Social Differentiation and the Long-Term Origin of Disasters. Natural Hazards, 1992 (VI), No. 2, p. 181-190, ISSN 0921-030X
  2. Enrico Quarantelli, What Is A Disaster?. London: Routledge, 1998
sociologia Portale Sociologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sociologia