Tritium Calcio 1908

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Società Sportiva Tritium 1908)
Tritium Calcio 1908 S.r.l.
Calcio Football pictogram.svg
Biancoazzurri, Abduani
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Bianco e Celeste.svg Bianco-azzurro
Inno ALÉ TRITIUM
“La via del cuore”

Prof. Fava
Dati societari
Città Trezzo sull'Adda
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione
Fondazione 1908
Rifondazione 1934
Presidente Floriana Mancini
Allenatore Raul Bertarelli
Stadio Stadio La Rocca
(1.075 posti)
Sito web www.tritium1908.it
Palmarès
Trofei nazionali 1 Supercoppa di Lega di Seconda Divisione
Si invita a seguire il modello di voce

[1][2]La Tritium Calcio 1908, chiamata anche Tritium, è un club calcistico di Trezzo sull'Adda (MI) fondato nel 1908 e iscritto al campionato di Promozione lombardo, dopo essere stato escluso in data 19 luglio 2013 dalla Lega Pro Prima Divisione per decreto della FIGC in seguito al mancato ricorso contro i rilievi della Lega Pro che aveva rilevato le irregolarità finanziarie ed infrastrutturali del club.[3][4]

Il sostantivo Tritium (pronuncia Trizium/Tritium, IPA ['Tritsjum]) derivava dal nome latino della città in cui prese vita l'attività del club; i colori sociali sono il bianco e l'azzurro.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli albori[modifica | modifica sorgente]

Alcuni studenti trezzesi concepiscono l'idea di dare vita a una associazione sportiva, che possa servire l'area a metà strada tra Bergamo e Milano: era il 1908 quando prende vita la Società Ginnastica Tritium. Durante l'inverno l'attenzione era rivolta al calcio mentre in estate organizzava regate in riva all'Adda ed alle altre manifestazioni sportive. Ripresa l'attività alla fine del conflitto mondiale, nel 1925 la Tritium cambia denominazione in S.S. Tritium affiliandosi al Comitato U.L.I.C. Brianteo con sede a Monza, appena costituitosi. Il primo campionato F.I.G.C. ufficiale disputato dal club fu quello di Terza Divisione 1927-28 (equivalente all'attuale Eccellenza). Nel corso degli anni trenta e quaranta, la società disputò i campionati Regionali Lombardi, senza mai riuscire a raggiungere il campionato di Serie C.

Il Dopoguerra[modifica | modifica sorgente]

Il 4 luglio 1945 rinasce la Tritium. Viene chiuso il capitolo del periodo Fascista in cui la società aveva più volte cambiato denominazione passando da Fascio Giovanile di Combattimento ad Associazione Sportiva Trezzese. Da questa stagione in poi assumerà i colori bianco e azzurro. Nel 1971 la società conquista la Coppa Lombardia in finale contro la Vimercatese per 2-1, mentre in campionato arriva seconda in Prima Categoria dietro la Fulgor di Canonica d'Adda.

Gli anni della Serie D[modifica | modifica sorgente]

Nel 1976 i trezzesi conquistano la promozione in Serie D. L'avvio dell'avventura tra i semi-pro inizia nel migliori dei modi, tanto che alla fine della stagione 1976-77 la Tritium si piazza al 9º posto, alle spalle delle ben più quotate Caratese e Fanfulla. La stagione successiva (1977-78) migliora i risultati, piazzandosi al 7º posto, un gradino più in alto del Chievo. Non riesce nuovamente l'impresa l'anno dopo: al termine della stagione 1978-79 la Tritium si classifica al 15º posto nel girone B e viene retrocessa in Promozione.

Il declino e la rinascita[modifica | modifica sorgente]

Con la retrocessione dalla serie D si aprirà un periodo di crisi soprattutto economica per i colori biancazzurri che culminerà nella stagione 1988-89 con la retrocessione in Prima Categoria. Ma con la retrocessione, la rinascita: nel giro di due anni la Tritium riesce nell'impresa di vincere due campionati consecutivi e di conquistare al termine della stagione 1990-91 l'accesso al campionato di Eccellenza dove per diverse stagioni rimarrà ai vertici del massimo campionato lombardo, sfiorando anche la promozione in Serie D senza successo. Dopodiché, complice la mancanza di sponsorizzazioni e risorse economiche, porterà nel 1997 alla retrocessione in promozione. Nel 2002 la società passa nelle mani della famiglia Cereda e di altri imprenditori trezzesi (Mantegazza, Comotti e Ghinzani) che con Ercole Ghezzi otterrà il 4 maggio 2003 la promozione in Eccellenza a Costa di Mezzate.

Il ritorno in Serie D[modifica | modifica sorgente]

« Tutti i trezzesi si sono sentiti veramente cittadini di un comune paese. Non è retorica: è un fatto. Che tutti possono verificare. Mai come in queste ultime settimane, l'argomento più diffuso era la Tritium: anche tra coloro che di calcio dilettantistico non si sono mai interessati. Eppure sembrava che non si potesse fare a meno di parlare delle imprese dei biancazzurri. »
(Ercole Ghezzi dopo la vittoria dei play-off)

Dopo un'annata di rodaggio in Eccellenza, nella stagione 2004-05 la formazione trezzese riesce nell'impresa di ritornare in Serie D. Dopo essersi piazzata al secondo posto dietro il Renate, i trezzesi nei play-off, eliminati Sondrio, Usmate e Varese, in finale battono la Nova Colligiana con un 1-1 a San Damiano d'Asti e un 5-2 in casa. Dopo 26 anni la Tritium ottiene la promozione nel massimo campionato della Lega Nazionale Dilettanti.

Nell'anno di esordio, la formazione bianco azzurra conquista il terzo posto, dietro alla Nuorese e Palazzolo con conseguente accesso ai play-off. La Tritium elimina Como e Palazzolo. Nel turno successivo incontra Monterotondo ed Olimpia Celano e chiude al secondo posto perdendo la possibilità di essere ripescata.

La stagione 2007-08 è quella del centenario. La squadra viene rinforzata e si laurea campione d'inverno con 43 punti, imbattuta e con sette punti di vantaggio dal Como inseguitore. conclude il campionato al secondo posto dietro i lariani. Vince i play-off del girone, ma la corsa si arresta nella fase nazionale pareggiando 2-2 a Bacoli contro la Sibilla Cuma e pareggiando sempre per 2-2 con il Montichiari con la rete decisiva dei bresciani subita al minuto 94. Durante l'estate viene battuta nel primo turno di Coppa Italia dalla Pro Sesto. La strada per la C2 sembra essere spianata, ma i grandi ridimensionamenti portano a un modesto sesto posto. Anche dal punto di vista societario c'è una rivoluzione con la presidenza che passa da Ercole Ghezzi a Osvaldo Zanga.

Nella stagione 2009-2010 la Tritium cambia ancora il presidente da Osvaldo Zanga a Giacomo Luzzana. La squadra si mostra subito come quella "da battere" nel girone B della Serie D; i lombardi confermano le aspettative e in inverno prendono il volo, riuscendo a conquistare la promozione in Lega Pro Seconda Divisione (la ex-C2) con ben 5 giornate di anticipo, l'11 aprile 2010.

L'approdo in Lega Pro[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2010, prima della sua prima stagione in Lega Pro Seconda Divisione la S.S. Tritium 1908 cambia denominazione in Tritium Calcio 1908. Nella stagione 2010-2011, alla sua prima apparizione tra i professionisti, la Tritium viene promossa in Lega Pro Prima Divisione arrivando prima in classifica dopo la partita dell'8 maggio 2011 contro la Sanremese, vinta per 1-0. Avendo vinto il Girone ha avuto accesso alla Supercoppa di Lega di Seconda Divisione, vincendola dopo le partite contro il Latina (vittoria per 1-0) e il Carpi (pareggio per 0-0).

Nella prima stagione in Lega Pro Prima Divisione, sotto la guida di Simone Boldini, la Tritium chiude il girone d'andata a ridosso della zona play-off. Ma nel girone di ritorno un brusco calo porta la squadra a ridosso dei play-out e Boldini è esonerato a due giornate dalla fine e sostituito da Roberto Romualdi. La Tritium chiude il campionato a 37 punti, con un solo punto di vantaggio sulla zona play-out.

Nella stagione 2012-2013 la Tritium conclude il campionato in penultima posizione con 20 punti e si gioca i play-out contro il Portogruaro che aveva ottenuto 37 punti in campionato. Dopo aver pareggiato 1-1 all'andata, la Tritium vince 2-1 fuori casa e ottiene perciò la salvezza.

Il 16 luglio 2013, il neo-proprietario Domenico Di Conza, non paga la fidejussione necessaria per iscrivere la squadra e la Tritium è esclusa dai campionati professionistici.[5][6]

Il 22 agosto 2013 il Comitato Regionale Lombardo ufficializza l'iscrizione in soprannumero al campionato di Promozione, inserendola nel girone B.

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Cronistoria della S.S. Tritium 1908
  • 1908 - Fondazione sotto la ragione sociale di Società Ginnastica Tritium.
  • 1908 - Prime partite di calcio.
  • 1910 - Attività varie e inaugurazione della Bandiera Sociale.
  • 1915-18 - Inattiva
  • 1919-20 - Tornei locali di tipo uliciano anche con squadre bergamasche.
  • 1920-21 - Tornei locali di tipo uliciano anche con squadre bergamasche.
  • 1921-22 - Tornei locali di tipo uliciano anche con squadre bergamasche.
  • 1922-23 - Tornei locali di tipo uliciano anche con squadre bergamasche.
  • 1923-24 - Vince la Targa della Vittoria organizzata ad Usmate.
  • 1924-25 - Tornei della Canicola (U.L.I.C.).
  • 1925 - Si affilia al neo-costituito Comitato U.L.I.C. Brianteo di Monza.
  • 1925-26 - nel girone? della Prima Categoria Comitato U.L.I.C. Brianteo.
  • 1926-27 - Tornei locali di tipo uliciano.
  • 1927-28 - 7° nel girone D della Terza Divisione Lombarda.
  • 1928-29 - 5° nel girone E della Terza Divisione Lombarda.
  • 1929-30 - 7° nel girone F della Terza Divisione Lombarda.
  • 1930-31 - 8° nel girone L della Terza Divisione Lombarda.
  • 1931-32 - 8° nel girone F della Terza Divisione Lombarda.
  • 1932-33 - Inattiva
  • 1934 - Ricostituita con la denominazione F.G.C. Trezzo.
  • 1934-35 - 3° nel girone C della Terza Divisione II Zona (Lombardia).
  • 1935-36 - 2° nel girone B della Seconda Divisione II Zona. Cambia denominazione in A.S. Trezzo.
  • 1936-37 - 4° nel girone B della Seconda Divisione II Zona. Ammessa in Prima Divisione.
  • 1937-38 - 6° nel girone C della Prima Divisione II Zona.
  • 1938-39 - 2° nel girone A della Prima Divisione II Zona.
  • 1939-40 - 4° in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1940-41 - 3° in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1941-42 - 4° in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1942-43 - 1° in Seconda Divisione Lombarda. Promossa in Prima Divisione.
  • 1943-44 - Inattiva
  • 1944 - Cambia denominazione in S.S. Tritium.
  • 1944-45 - 3° nel girone G del Torneo delle squadre Minori organizzato dal Direttorio II Zona (Lombardia).
  • 1945-46 - 5° nel girone D della Prima Divisione Lombarda.
  • 1946-47 - 4° nel girone G della Prima Divisione Lombarda.
  • 1947-48 - 5° nel girone D della Prima Divisione Lombarda.
  • 1948-49 - 14° in Prima Divisione Lombarda. Retrocessa in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1949 - Inattiva.
  • 1950 - Ricostituisce la sezione calcio - partecipa solo a tornei locali.
  • 1951-52 - 10° in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1952-53 - 4° in Seconda Divisione Lombarda.
  • 1953-54 - 2° in Prima Divisione Lombarda. Promossa in Promozione.
  • 1954-55 - 7° nel girone C della Promozione Lombarda.
  • 1955-56 - 5° nel girone C della Promozione lombarda.
  • 1956-57 - 4° nel girone C della Promozione lombarda.
  • 1957-58 - 3° nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti fase lombarda.
  • 1958-59 - 14° nel girone C del Campionato Nazionale Dilettanti fase lombarda.
  • 1959-60 - 13° nel girone C della Prima Categoria Lombarda.
  • 1960-61 - 12° nel girone C della Prima Categoria Lombarda.
  • 1961-62 - 15° nel Settore B girone A della Prima Categoria Lombarda.
  • 1962-63 - 7° in Seconda Categoria Lombarda.
  • 1963-64 - 11° in Seconda Categoria Lombarda.
  • 1964-65 - 9° in Seconda Categoria Lombarda.
  • 1965-66 - 10° in Seconda Categoria Lombarda.
  • 1966-67 - 1° in Seconda Categoria Lombarda. Promossa in Prima Categoria
  • 1967-68 - 7° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1968-69 - 11° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1969-70 - 5° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1970-71 - 3° in Prima Categoria. Vince la Coppa Lombardia.
  • 1971-72 - 8° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1972-73 - 6° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1973-74 - 1° in Prima Categoria Lombarda.
  • 1974-75 - 3° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1975-76 - 1° in Promozione Lombarda Girone B. Ripescata in Serie D per rinuncia della Rotaliana.
  • 1976-77 - 8° in Serie D Girone B.
  • 1977-78 - 7° in Serie D Girone B.
  • 1978-79 - 15° in Serie D Girone B. Retrocede in Promozione.
  • 1979-80 - 6° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1980-81 - 5° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1981-82 - 7° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1982-83 - 7° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1983-84 - 11° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1984-85 - 4° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1985-86 - 4° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1986-87 - 8° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1987-88 - 10° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 1988-89 - 14° in Promozione Lombarda Girone C. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1989-90 - 1° in Prima Categoria Lombarda. Promossa in Promozione.
  • 1990-91 - 1° in Promozione Lombarda Girone C. Promossa in Eccellenza.
  • 1991-92 - 9° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 1992-93 - 3° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 1993-94 - 6° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 1994-95 - 4° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 1995-96 - 6° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 1996-97 - 14° in Eccellenza Lombarda Girone B. Retrocessa in Promozione.
  • 1997-98 - 9° in Promozione Lombarda Girone D.
  • 1998-99 - 3° in Promozione Lombarda Girone D.
  • 1999-00 - 7° in Promozione Lombarda Girone B.
  • 2000-01 - 4° in Promozione Lombarda Girone E.
  • 2001-02 - 12° in Promozione Lombarda Girone D.
  • 2002-03 - 1° in Promozione Lombarda Girone D. Promossa in Eccellenza.
  • 2003-04 - 7° in Eccellenza Lombarda Girone B.
  • 2004-05 - 2° in Eccellenza Lombarda Girone B. Vince i play-off nazionali. Promossa in Serie D.
  • 2005-06 - 3° in Serie D Girone B. Eliminata nella fase finale nazionale play-off. Eliminata dalla Coppa Italia serie D.
  • 2006-07 - 7° in serie D Girone B. Eliminata dalla Coppa Italia Serie D.
  • 2007-08 - 2° in serie D Girone B. Eliminata nella fase finale play-off. Eliminata al 2º turno della Coppa Italia di Serie D.
  • 2008-09 - 6° in serie D Girone B. Eliminata al Primo Turno Eliminatorio della Coppa Italia Tim dalla Pro Sesto. Eliminata dalla Coppa Italia di Serie D.
  • 2009-10 - 1° nel girone B di Serie D. Promossa nella Seconda Divisione della Lega Pro. Eliminata dalla Poule Scudetto al primo turno da Savona e Montichiari. Eliminata dalla Coppa Italia di Serie D dall'Insubria per 0-2.
  • 2010 - Passa per la prima volta nella storia al professionismo e cambia denominazione in Tritium Calcio 1908.
  • 2010-11 - 1° assoluta in Seconda Divisione vincendo la Supercoppa di Lega. Promossa in Prima Divisione. Eliminata dalla Coppa Italia Lega Pro dal Monza.
  • 2011-12 - 12° nel girone A di Prima Divisione. Semifinalista di Coppa Italia Lega Pro eliminata dal Pisa.
  • 2012-13 - 16° nel girone A di Prima Divisione. Vince i play-out contro il Portogruaro.
  • 2013 - La società non riesce ad iscriversi alla nuova stagione professionistica e la squadra viene esclusa e privata dei giocatori tesserati in data 24 luglio. In agosto si iscrive al campionato di Promozione.
  • 2013-14 - 6° nel girone B della Promozione Lombardia.
  • 2014 - La società non riesce ad iscriversi alla nuova stagione di Promozione.

Stadio[modifica | modifica sorgente]

La Tritium gioca allo Stadio Comunale La Rocca, sito in Via Rocca al 19, a Trezzo sull'Adda.

  • Capacità: 1075 posti a sedere
  • Larghezza campo: 60 m
  • Lunghezza campo: 105 m
  • Fondo: Erba
  • Copertura campo: tribuna

Il Campo Sportivo Comunale è dotato di una tribuna coperta da 185 posti posti a sedere in legno lamellare e da una tribuna in tubolari in ferro da 320 posti entrambe dal lato delle panchine e di una gradinata in cemento su quasi tutto il lato opposto da 573 posti a sedere. Dietro la tribuna coperta c'è il campo in erba sintetica utilizzato prevalentemente come zona per il riscaldamento e come campo di allenamento e di gioco per le squadre del settore giovanile, mentre il campo di allenamento della prima squadra si trova nel paese di Crespi d'Adda.

Lo stadio nella stagione 2010-2011 in Lega Pro Seconda Divisione Girone A, viene dichiarato dalla prefettura di Milano non adeguato alle norme sulla sicurezza che regolano il calcio professionistico. La squadra di Trezzo è costretta a giocare le prime due partite in casa a porte chiuse fino alla 7ª giornata di campionato. Lo stadio riapre lo porte ai tifosi al completamento dei lavori 7ª giornata contro la Sacilese.[7][8]

Le Stagioni Sportive 2011-2012 e 2012-2013 hanno visto la Tritium disputare le proprie partite casalinghe di Lega Pro Prima Divisione allo Stadio Brianteo di Monza, essendo il Campo Sportivo di Trezzo sull'Adda un impianto non omologato per disputare partite di calcio professionistico.[9]

Società[modifica | modifica sorgente]

Organigramma societario[modifica | modifica sorgente]

Area amministrativa

  • Presidente: Flaviana Mancini
  • Amministratore delegato:Mirco Rizzi
  • Segretario generale: Mirco Rizzi
  • Responsabile gestione: Livio Colombo
  • Addetto stampa:Mattia Vavassori
  • Presidente collegio sindacale:

Area tecnica

  • Responsabile area tecnica: Raul Bertarelli
  • Direttore Sportivo: Livio Colombo
  • Team Manager: Gianpaolo Scaglia

Statistiche e record[modifica | modifica sorgente]

Campionati nazionali[modifica | modifica sorgente]

La Tritium disputò 11 stagioni a livello nazionale: sono evidenziate in bianco quelle professionistiche, utili ai fini della determinazione della tradizione sportiva cittadina nei termini delle NOIF della FIGC.

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
C Prima Divisione 2 2011-2012 2012-2013 3
Seconda Divisione 1 2010-2011 2010-2011
D Serie D 8 1976-1977 2009-2010 8

Tifoseria[modifica | modifica sorgente]

I tifosi della Tritium sono i "Fedelissimi Tritium Club", nato nel 1974.

Dal 2004 si è creato anche un gruppo ultras della Tritium chiamati "Fanatici", ora diventati "Gent da Tress".[10]

Organico[modifica | modifica sorgente]

La squadra della Tritium è stata sciolta d'imperio dalla FIGC in data 24 luglio 2013.

Settore Giovanile[modifica | modifica sorgente]

La scuola calcio della Tritium è affidata all'ex calciatore Paolo Pulici, che allena i bambini di età compresa tra i 5 ed i 7 anni.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ www.tuttotritium.com
  2. ^ www.tuttotritium.com
  3. ^ FIGC
  4. ^ FIGC
  5. ^ Tritium di Trezzo sull'Adda non si iscrive alla Lega Pro. La Tritium non riesce a iscriversi in Lega Pro: partirà dalla D Potrebbe interessarti: http://www.monzatoday.it/sport/tritium-iscrizione-lega-pro.html. URL consultato il 22-07-2013.
  6. ^ La fidejussione non arriva Tritium fuori dalla Lega Pro. URL consultato il 22-07-2013.
  7. ^ Lego Pro: Tritium, doccia fredda Esordio in casa a porte chiuse ecodibergamo.it
  8. ^ La Tritium a porte aperte. Con la Sacilese accesso libero al pubblico ilbiancoazzurro.wordpress.com
  9. ^ Tritium: In Prima Divisione, a Monza
  10. ^ Sito ufficiale "Gent da Tress"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Pietro Serina, Bergamo in campo - 1905-1994 il nostro calcio, i suoi numeri, Bergamo, L'Impronta edizioni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]