Sociedade Independente de Comunicação

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sociedade Independente de Comunicação
Stato Portogallo Portogallo
Tipo Società anonima
Fondazione 6 ottobre 1992 a Lisbona
Persone chiave Francisco Pinto Balsemão fondatore, proprietario e presidente del consiglio di amministrazione
Settore televisione, media
Slogan «Estamos juntos!»
Sito web www.sic.pt/

La Sociedade Independente de Comunicação S.A. (SIC) è una emittente televisiva portoghese. Inizia ufficialmente le sue trasmissioni il 6 ottobre 1992 come prima emittente privata del Portogallo dopo 35 anni di monopolio della televisione statale RTP. Fondata dall'ex premier e fondatore del PSD Francisco Pinto Balsemão, SIC appartiene in maggioranza alla società portoghese Grupo Impresa, mentre tra gli altri azionisti c'è Rede Globo, che da tempo le fornisce alcune telenovelas.

L'impostazione dei suoi canali è volta all'informazione, intrattenimento, documentari ed alle fiction con più attenzione verso i prodotti portoghesi; spesso le serie americane, anche quelle più note, sono trasmesse a tarda notte.

Oltre al canale principale generalista, che è solitamente puntato sul tasto 3 del telecomando, dal 2001 sono sorti canali tematici e la versione internazionale.

Canali SIC[modifica | modifica wikitesto]

Servizi SIC[modifica | modifica wikitesto]

Canali non più operativi[modifica | modifica wikitesto]

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
06.00 SIC Noticias - news
07.00 Edição da Manhã - news
08.40 A Vida nas Cartas - O Dilema - intrattenimento
10.15 Querida Manhãs - talk show
13.00 Primeiro Jornal - telegiornale
14.25 Duas caras - telenovela brasiliana
15.45 Grande Tarde - talk show
18.25 Alto Astral - telenovela brasiliana
20.00 Jornal da Noite - telegiornale
21.30 Mar Salgado - telenovela autoprodotta
23.00 Império - telenovela brasiliana
23.55 Lado a Lado - telenovela brasiliana

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione