Snob

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il singolo di J Ax, vedi S.N.O.B..

Snob è un termine che viene utilizzato per identificare una categoria di persone che imitano i modi ed il modo di vivere di classi sociali superiori, atteggiandosi in maniera raffinata e altezzosa. Per estensione il termine è utilizzato per identificare una classe di persone, anche di rango elevato, che ostentano altezzosità o disprezzo verso le classi o i gruppi di persone che considerano inferiori o plebee. Nella storia gli snob venivano identificati come coloro che, pur non avendo titolo nobiliare, stavano a stretto contatto con l'aristocrazia del tempo.

In Europa il termine si è diffuso grazie all'opera The Book of Snobs dell'autore satirico inglese William Makepeace Thackeray[1].

In Italia questo termine viene talvolta erroneamente associato all'espressione Radical chic, la quale è invece semanticamente il suo contrario.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

È priva di fondamento l’opinione, molto diffusa, che sia un’abbreviazione della locuzione latina s(ine) nob(ilitate) «senza nobiltà»[2].

L'etimologia della parola sembra derivare da un dialetto inglese in cui "snob" significa "ciabattino" e che appunto gli studenti dell'università di Oxford lo utilizzassero per intendere una persona fuori posto.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dizionario Treccani http://www.treccani.it/vocabolario/snob/
  2. ^ Dizionario Treccani http://www.treccani.it/vocabolario/snob/

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

O, di Robilant Snob. Sine nobilitate Mursia, Milano ISBN 9788842537885

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]