Sloten (Frisia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Frisia (Paesi Bassi): panorama di Sloten
Sloten
città
Sloten/Sleat
Sloten – Stemma Sloten – Bandiera
Sloten – Veduta
Localizzazione
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Provincia Frisian flag.svg Frisia
Comune Gaasterland-Sloten
Territorio
Coordinate 52°53′40″N 5°38′43″E / 52.894444°N 5.645278°E52.894444; 5.645278 (Sloten)Coordinate: 52°53′40″N 5°38′43″E / 52.894444°N 5.645278°E52.894444; 5.645278 (Sloten)
Abitanti 760 (2012)
Altre informazioni
Lingue Olandese e Frisone
Cod. postale 8556
Prefisso (+ 31) 0514
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
Sloten
Sito istituzionale
Tipico panorama di Sloten
Edifici di Sloten
Edificio classificato come rijksmonument a Sloten
Sloten: edificio classificato come rijksmonument nella Dubbelstraat
Ornamento del tetto di un edificio a Sloten

Sloten (in frisone: Sleat[1]) è una cittadina di circa 700 abitanti[1][2] della provincia della Frisia, nel nord-est dei Paesi Bassi, situata sulla sponda sud-orientale del lago di Sloten (Slotermeer); dal punto di vista amministrativo, si tratta di un ex-comune[1][3], inglobato dal 1984[1][3] alla municipalità di Gaasterland-Sloten[1][3]. Fa parte delle cosiddette "undici città frisoni" ed è considerata non solo la città più piccola della Frisia[1][2], ma anche degli interi Passi Bassi[1] (secondo alcuni anche del mondo[4]).

Progettata dall'ingegnere militare frisone Menno van Coehoorn[2], la cittadina, che conobbe il suo periodo di massimo sviluppo tra il XVII e il XVIII secolo[1][2], è definita, dal punto di vista architettonico, "la città ideale"[1][3]. Storicamente, rappresentava un punto d'accesso allo Zuiderzee per la città di Sneek.[1][5]

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il toponimo Sloten/Sleat, attestato anche come Grootsloot e Sleate[1], significa letteralmente "insediamento nei pressi di un fossato (in olandese sloot).[1]

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Collocazione[modifica | modifica sorgente]

Sloten è situata nell'estremità sud-occidentale della Frisia[2], a pochi chilometri dalla costa[2] e a nord-est della regione del Gaasterland[2]. Si trova inoltre a circa 20 km a sud di Sneek.[6]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sloten fu fondata nel XIII secolo da un ramo della famiglia Van Harinxma.[1][5]

In un documento datato 30 agosto 1426, fu assegnato a Sloten lo status di città.[1][5]

Sloten in un'antica mappa

Nel 1523, fu l'ultimo baluardo della Frisia ad entrare nei possedimenti dei conti d'Olanda.[1]

Nel corso della guerra degli ottant'anni, Sloten ricopriva una posizione chiave dal punto di vista strategico[1] e, per questo motivo, gli Spagnoli tentarono di conquistarla[1].

Nel 1840, il comune di Sloten contava 886 abitanti[1] e 166 edifici[1].

Il 1º gennaio 1984 Sloten cessò di essere un comune indipendente.[1][3]

Stemma[modifica | modifica sorgente]

Lo stemma dell'ex-comune di Sloten reca la figura di un castello con due chiavi ai lati del tetto.[7]

Architettura[modifica | modifica sorgente]

Edifici e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

L'architettura cittadina si presenta come un insieme di canali, argini e porte sull'acqua, con vari edifici con frontone a gradini.[2] Molti edifici recano formelle con lo stemma cittadino.[8]

La città vanta 50 edifici classificati come rijksmonumenten.[1]

Museum Stedhûs Sleat[modifica | modifica sorgente]

Il Museum Stedhûs Sleat è un museo ubicato nell'antico municipio[1], un edificio risalente al 1759[1].

Il museo ospita, tra l'altro, una collezione di lanterne d'epoca, abiti, copricapi e ventagli.[2]

Mulino De Kaai[modifica | modifica sorgente]

Il mulino De Kaai è un edificio risalente al 1756.[1]

Sloten: il mulino "De Kaai"
Altra immagine del mulino "De Kaai"

Feste ed eventi[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Personaggi celebri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x Sloten (Friesland) su Plaatsengids]
  2. ^ a b c d e f g h i A.A.V.V., Harmans, Gerard, M.L. (a cura di), Olanda, Dorling Kindersley, London, 2005 - Mondadori, Milano, 2007-2009, p. 299
  3. ^ a b c d e f g Sloten - Sito ufficiale
  4. ^ Gaasterland-Sloten - Sito ufficiale: Home
  5. ^ a b c Sloten - Sito ufficiale: Verleden
  6. ^ ViaMichelin.it: Itinerario da Sloten a Sneek
  7. ^ Sloten (Fr) su Heraldry Wiki
  8. ^ Sloten su Gevelstenen.nl
  9. ^ Harmans, Gerard, M.L., pp. 294-295
  10. ^ v.v. Sleat | 't Krudfjild, Spanjaardsdijk 22 8556 Sloten, 0514-531676

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]