Slim Pickens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pickens (a destra) in Il dottor Stranamore

Slim Pickens (pseud. di Louis Bert Lindley; Kingsburg, 29 giugno 1919Modesto, 8 dicembre 1983) è stato un attore e cow-boy statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Sin dall'età di quattro anni si dimostrò un ottimo cavallerizzo, tanto che all'età di dodici anni abbandonò la scuola per partecipare al rodeo. Probabilmente i familiari gli dissero che lavorando nel rodeo avrebbe avuto magri guadagni (in inglese slim pickings) da cui riprese il suo nome d'arte, ma non si lasciò scoraggiare e ben presto divenne uno dei più famosi clown da rodeo, uno dei più pericolosi mestieri dello show business.

Dopo vent'anni nel circuito del rodeo, la sua voce caratteristica e biascicante, i suoi occhi sgranati, la faccia a luna piena, e la sua stazza fisica gli permisero di entrare nel cast del western Il 7º Lancieri carica del 1950 con Errol Flynn.

Partecipò poi a diversi altri western, nella parte del cattivo o come spalla comica di attori più importantiRex Allen.

Il suo ruolo più famoso è quello del pilota di B-52 maggiore T. J. "King" Kong nel film di Stanley Kubrick Il Dottor Stranamore. Il film termina con la famosa scena di Pickens che precipita a cavallo di una bomba H che distruggerà l'umanità.

(EN)
« Sellers was going to play Major "King" Kong too, but he hurt his leg. Stanley had worked with Slim Pickens before, on the film One Eyed Jacks, and thought he'd be great. However, as it was filmed in Britain, the producers wanted a British actor. Stanley told them that if they could find someone who was as tall as Slim, looked like him and could talk like him, he would take him.

The bomb-dropping scene was a very simple optical trick. I think the idea for it came with Slim - he used to be a rodeo clown, the guy who acts as a diversion when the riders fall off. Veevers did a great job and even put in some cloud, which was very subtle. »

(IT)
« Sellers doveva interpretare anche il Maggiore "King" Kong ma si ruppe una gamba.

Stanley, poiché Slim Pickens aveva lavorato nel film One Eyed Jacks, pensò che sarebbe stato grande. Comunque, siccome il film era prodotto in Inghilterra, i produttori volevano un attore inglese. Stanley disse loro che se avessero trovato qualcuno alto quanto Slim, che gli somigliasse e che parlasse come lui, lo avrebbe preso. La scena dello sgancio della bomba fu un trucco ottico molto semplice. Credo che l'idea sia venuta a Slim - era stato un clown nei rodei, uno di quelli che crea un diversivo quando il cavaliere cade. Veevers fece un gran lavoro e mise persino qualche nuvola, cosa molto fine. »

(Pablo Ferro)

Pickens venne scelto per la sua somiglianza con il personaggio del militare-cowboy dagli sgangherati ideali patriottici; non gli fu nemmeno rivelato che in realtà il film sarebbe stato una commedia ma gli venne detto di imparare la parte e recitarla direttamente. Pickens capì che quella parte gli avrebbe cambiato la carriera, ed affermò che «Dopo Il Dottor Stranamore le parti, i camerini, tutto era troppo grande». Altro ruolo memorabile fu quello di Taggart, capo di una banda di cowboy, nella commedia di Mel Brooks del 1974 Mezzogiorno e mezzo di fuoco con Gene Wilder.

In seguito partecipò a dozzine di film, tra i quali Old Oklahoma Plains del 1952, Down Laredo Way del 1953, I due volti della vendetta del 1961 con Marlon Brando, Sierra Charriba di Sam Peckinpah del 1965 con Charlton Heston, I Cowboys del 1972 con John Wayne, Un nuovo anno un nuovo amore del 1974 con Fred Ward e Sissy Spacek, Poor Pretty Eddy del 1975 con Shelley Winters, Getaway! di Sam Peckinpah del 1972, Sfida a White Buffalo del 1977 con Charles Bronson, e la memorabile parte in Pat Garrett & Billy the Kid del 1973 con James Coburn.

Morì nel 1983 di tumore cerebrale all'età di 64 anni in una casa di riposo a Modesto in California.

Nel 2012 il gruppo punk The Offspring nel loro ultimo album, Days Go By, uscito il 26 giugno, gli tributò la canzone Slim Pickens does the right thing and rides the Bomb to Hell.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Controllo di autorità VIAF: 39562926 LCCN: n83123332