Sleeps with Angels

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sleeps with Angels
Artista Neil Young, & Crazy Horse
Tipo album Studio
Pubblicazione 16 agosto 1994
Durata 62 min : 06 s
Dischi 1
Tracce 12
Genere Blues rock
Country rock
Etichetta Reprise
Produttore David Briggs e Neil Young
Registrazione The Complex Studios di West Los Angeles
Note n. 9 Stati Uniti
Neil Young - cronologia
Album precedente
(1993)
Album successivo
(1995)

Sleeps with Angels è un album del 1994 di Neil Young. Era già quasi completato quando nell'aprile di quell'anno si suicidò Kurt Cobain lasciando un biglietto che citava una canzone di Young (Hey Hey, My My). Ciò colpì profondamente Neil che tornò in studio per registrare la title-track a lui dedicata, come tutto l'album.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il disco aggiorna in chiave metropolitana anni '90 le atmosfere cupe di Tonight's the Night, con tematiche introspettive e sonorità rarefatte e toccanti. Lo stile classico folk rock sembra essersi aggiornato al nuovo tormentato decennio che ha visto svilupparsi e poi morire il movimento grunge. Ritornano i Crazy Horse ma Sleeps with Angels non è un lavoro prettamente elettrico anche se non mancano alcuni episodi come Piece of Crap, le distorsioni di Blue Eden e la cavalcata Change Your Mind che ricorda lo stile di Cowgirl in the Sand ed è una delle canzoni più lunghe mai scritte dell'artista.

I brani hanno la particolarità di richiamarsi tra di loro a livello compositivo e testuale. Ne è una prova evidente il confronto tra Western Hero e Train of Love che condividono la stessa melodia.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  • Tutti i brani sono stati composti da Neil Young, eccetto dove indicato.
  1. My Heart – 2:44
  2. Prime of Life – 4:02
  3. Driveby – 4:43
  4. Sleeps with Angels – 2:44
  5. Western Hero – 4:00
  6. Change Your Mind – 14:39
  7. Blue Eden (Molina/Sampedro/Talbot/Young) – 6:22
  8. Safeway Cart – 6:29
  9. Train of Love – 3:57
  10. Trans Am – 4:07
  11. Piece of Crap – 3:15
  12. A Dream That Can Last – 5:27

Formazione[modifica | modifica sorgente]

  • Neil Young: chitarra solista, voce, armonica, piano tack, fisarmonica, flauto,
  • Frank "Poncho" Sampedro: chitarra, pianoforte, piano elettrico, tastiere, marimba, cori
  • Billy Talbot: basso, vibrafono, marimba, cori
  • Ralph Molina: batteria, cori

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]