Sleepaway Camp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sleepaway Camp
Sleepaway gip.jpg
Una scena del film
Titolo originale Sleepaway Camp
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1983
Durata 84 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere thriller, orrore
Regia Robert Hiltzik
Sceneggiatura Robert Hiltzik
Produttore Jerry Silva e Michele Tatosian
Produttore esecutivo Robert Hiltzik
Casa di produzione American Eagle
Fotografia Benjamin Davis
Montaggio Ron Kalish e Sharyn L. Ross
Effetti speciali Bill Billowit e Ed Fountain
Musiche Edward Bilous
Scenografia William Billowit
Costumi Eileen Sieff
Trucco Edward French, Diane Lawrence e Suzan Poshek
Interpreti e personaggi
« ... you won't be coming home! »
(Tagline del film)

Sleepaway Camp è un film slasher del 1983 scritto e diretto da Robert Hiltzik[1].

Il film è famoso per il colpo di scena finale considerato come uno dei finali più scioccanti della storia del cinema horror.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Estate 1975. John Baker e i suoi due figli, Angela e Peter si trovano al lago. Il compagno di John, Lenny, li aspetta a riva e mentre i tre tentano di raggiungerla sono accidentalmente investiti da un motoscafo. John e Peter restano uccisi nell'impatto.

Otto anni dopo, Angela ora vive con l'eccentrica zia Martha Thomas e il cugino Ricky Thomas. Angela e Ricky vengono inviati a trascorrere le vacanze a Camp Arawak. A causa della sua natura introversa, Angela è vittima di bullismo. Poco dopo il suo arrivo, il capo cuoco Artie tenta di abusare di lei, ma è fermato dall'intervento di Ricky. Più tardi, qualcuno getta addosso al cuoco dell'acqua bollente provocandogli delle gravi ustioni. Il capo del campeggio, Mel Costic, ritiene l'avvenimento come un semplice incidente.

Kenny e Mike iniziano a deridere Angela, costringendo Ricky e il suo amico Paul ad intraprendere una rissa con loro, che sarà poi sedata da Gene. Mentre Ricky e gli altri ragazzi si allontanano, Paul rimane e fa amicizia con Angela. Quella notte, i ragazzi vanno a fare il bagno nudi nel lago mentre Kenny e Leslie si appartano su una canoa. Quando Kenny per scherzo fa ribaltare la canoa, Leslie irritata se ne va lasciando il ragazzo da solo. All'improvviso qualcuno esce dall'acqua ed uccide Kenny annegandolo. Il mattino seguente il suo corpo viene rinvenuto da Hal, il bagnino. Mel, per paura di una cattiva pubblicità reputa anche questa morte come un incidente.

Il giorno seguente Judy inizia ad infastidire Angela chiedendole come mai non si fa mai la doccia insieme alle altre ragazze. Angela si rifiuta di risponderle e si reca a trovare Ricky. Lungo la strada viene bersagliata da gavettoni fatti da Billy e i suoi amici, i quali si trovano sopra il tetto della loro cabina. Ricky urla contro i ragazzi e vorrebbe picchiarli, ma è fermato da Mel, il quale richiama tutti i ragazzi. Più tardi, mentre Billy si trova in bagno, qualcuno lancia dentro la toilette un alveare, le cui api assalgono il ragazzo uccidendolo.

La storia tra Angela e Paul è messa a dura prova quando Paul la bacia due volte, causandole alcuni ricordi di quando lei e il fratello sopresero il padre a letto con Lenny. Paul viene poi sedotto da Judy, che lo attira nel bosco. I due sono scoperti da Angela e Ricky. Sentendosi colpevole, Paul cerca di spiegare ad Angela la situazione mentre si trova con lei sulla spiaggia. Mentre sta parlando, Paul viene allontanato da Judy e Meg, le quali prendono Angela di peso e la gettano in acqua. La ragazza viene subito soccorsa da Hal e da Ricky, il quale mentre la conforta giura vendetta sui suoi aggressori.

Più tardi Meg si prepara perché ha un appuntamento con Mel, ma mentre sta facendo la doccia viene brutalmente assassinata dal killer misterioso. Poco dopo Angela è nuovamente avvicinata da Paul e la ragazza dà appuntamento al ragazzo per più tardi lungo il litorale.

Nel frattempo i sei bambini che sulla spiaggia avevano gettato sabbia contro Angela si sono accampati all'aperto insieme al consigliere Eddie, ma quando due di essi decidono di tornare indietro, questi è costretto a lasciare soli gli altri quattro per accompagnarli. Approffittando dell'assenza di Eddie, l'assassino fa a pezzi con un'ascia i quattro bambini rimasti. Poco dopo anche Judy viene brutalmente assassinata.

Quando Eddie ritorna e scopre i corpi dei bambini, subito si mette a dare l'allarme e l'intero campeggio precipita nel panico. Mel, il quale ha nel frattempo trovato il cadavere di Meg, convinto che l'assassino sia Ricky si confronta con lui ed inizia a picchiarlo selvaggiamente. Poco dopo, mentre si sta allontanando, Mel viene ucciso da una freccia che gli trapassa la gola.

Mentre i consiglieri e la polizia perlustrano il campo, essi scoprono Ricky incosciente ma ancora vivo. Intanto Angela si reca all'appuntamento con Paolo sulla spiaggia e suggerisce al ragazzo di fare una nuotata insieme. Poco dopo Ronnie e Susie trovano Angela nuda con in mano un grosso coltello e la testa mozzata di Paul. Essi rimangono scioccati nello scoprire che "Angela" è in realtà Peter, il suo fratello creduto morto. Viene infatti rivelato che fu Angela a morire nell'incidente e non Peter. Il bambino venne mandato a vivere da zia Martha, la quale non volendo per casa un altro maschio decise di crescerlo come se fosse stata una femmina e in particolare, come se fosse Angela. Il film termina con "Angela" completamente nuda, coperta di sangue e con i genitali bene in vista in piedi davanti a Susie e Ronnie intenta ad emettere un verso animalesco.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Un piccolo ma interessante film horror che si ispira al film Venerdì 13, realizzato con meno soldi a disposizione (il film è costato circa 350.000 dollari) e che evita effetti troppo truculenti per puntare più su immagini di forte impatto.

Distribuzione e incassi[modifica | modifica sorgente]

Il 18 novembre 1983 il film venne distribuito in maniera limitata in alcuni cinema statunitensi dalla United Film Distribution Company.[3] Nel solo primo weekend incassò un totale di 430.000 dollari negli Stati Uniti. Quando uscì nei cinema è stato il film ad incassare di più a New York, battendo il film horror Amityville 3D. Il film ottenne un modesto successo nei cinema, incassando in totale 11 milioni di dollari.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il sito Rotten Tomatoes dà al film un punteggio del 70% sulla base di 10 recensioni.[4]

Edizione integrale[modifica | modifica sorgente]

La versione di Sleepaway Camp presente in dvd e che circola online non è la versione integrale del film, la quale è reperibile unicamente nella vhs edita dalla Media Home Entertainment.

La versione integrale ha la durata di soli 15 secondi in più rispetto a quella censurata ma presenta numerose scene inedite.

Le scene tagliate presenti nella versione integrale sono le seguenti:

  • Nella scena in cui la faccia di Mozart va a sbattere contro il sedere di un altro ragazzo, è stato tagliato l'effetto sonoro.
  • Una scena in cui i ragazzi corrono nudi lungo il molo e si gettano in acqua.
  • La scena in cui il serpente d'acqua esce dalla bocca del cadavere di Kenny.
  • Dopo la scena in cui Mel sgrida i ragazzi che hanno lanciato i gavettoni d'acqua su Angela e mentre questi si reca con Ricky a vedere come sta la ragazza, è stata tagliata una scena nella quale un ragazzo fa un gestaccio a Mel e lo insulta.
  • Dopo che Ricky fa il gestaccio a Judy nel bosco, è stata tagliata una breve scena nella quale la ragazza risponde al ragazzo.
  • Una scena in più di Ricky che gira per il bosco.
  • Dopo che Mel ha rinvenuto il cadavere di Meg sono state tagliate diverse inquadrature del corpo della ragazza.

Curiosamente nella versione integrale non è però presente a inizio il film, prima del logo della American Eagle Films, la dedica del regista alla madre.

Teoria dei due assassini[modifica | modifica sorgente]

Col passare del tempo è nata tra i fans del film la cosiddetta "teoria dei due assassini". Secondo questa teoria Angela non sarebbe la sola assassina, ma sarebbe stata aiutata dal cugino Ricky a commettere gli omicidi.

A sostegno della loro teoria, i fans riportano le seguenti presunte prove:

  • Quando Angela uccide Artie, lei si muove con molta dimestichezza in cucina, cosa che non sarebbe possibile visto che la ragazza vi ha messo piede per la prima volta solo poche ore prima e per pochissimo tempo. Inoltre il linguaggio usato dal cuoco contro il suo aggressore è tipicamente usato tra uomini.
  • Kenny viene affogato mentre si trova abbastanza al largo. Come viene mostrato in seguito, Angela ha il terrore dell'acqua ed è quindi poco probabile che lei possa aver nuotato fino al largo per uccidere il ragazzo. Inoltre Kenny si rivolge al suo aggressore dicendo che l'intero gruppo di ragazzi sarebbe felice di vederlo, cosa poco probabile se la persona in questiona fosse stata la poco considerata Angela.
  • Il coltello usato da Mozart per inseguire Ricky era stato sequestrato da Gene e nascosto nella cabina dei ragazzi. Questo coltello sarà poi usato per rompere la zanzariera e buttare l'alveare dentro la toilette e per uccidere Meg sotto la doccia. Secondo i fautori della teoria dei due assassini, Angela non sarebbe mai potuta entrare nella cabina dei maschi senza essere vista, prendere il coltello e recarsi in un'altra cabina di ragazzi per uccidere Billy.
  • Quando Paul spaventa Angela che si trova fuori dalla cabina dei ragazzi, la ragazza appare tremendamente spaventata. Visto che l'assassino è in realtà lei, non avrebbe avuto alcun motivo di aver paura di essere assassinata.
  • I bambini che Angela uccide facendoli a pezzi con l'ascia, in realtà avevano dato fastidio a Ricky tirandogli contro la sabbia e non ad Angela, la quale quasi nemmeno si accorge della loro presenza.
  • La persona che appare sulla porta della cabina prima di uccidere Judy appare come un ragazzo dai capelli lunghi con indosso jeans e una maglietta blu. Curiosamente né Angela né Ricky appaiono vestiti in questo modo.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Il grande successo del film portò alla realizzazione di numerosi sequel.

Negli anni ottanta il regista Michael A. Simpson ha diretto i primi due sequel: Sleepaway Camp II: Unhappy Campers (1988) e Sleepaway Camp III: Teenage Wasteland (1989). In essi, Angela Baker (ora interpretata dalla giovane sorella di Bruce Springsteen, Pamela) ritorna in un campo estivo nelle vicinanze e questa volta è mascherata da consigliere dopo aver fatto un'operazione chirurgica per cambiare sesso e diventare completamente donna. Anche in questi due film Angela uccide quanti si comportano male con lei o la infastidiscono. Questi due film sono molto più divertenti dell'originale.

Nel 1992 Jim Markovic iniziò a girare un quarto sequel del film intitolato Sleepaway Camp IV: The Survivor. A causa del fallimento della compagnia di produzione il film rimase incompleto. Nel 2002 i 34 minuti di girato vennero inseriti come contenuti speciali nel cofanetto DVD "Sleepaway Camp Survival Kit". Nel 2012, il film venne completato dal webmaster John Klyza, il quale aggiunse al poco girato varie scene provenienti dai tre film precedenti.

Nel 2003 venne realizzato il film Return to Sleepaway Camp, girato da Robert Hiltzik, il regista del film originale. Gli eventi di questo film ignorano completamente quando avvenuto nel 2°, 3° e 4° film della serie. A causa di alcuni problemi, il film non venne distribuito fino al 4 novembre 2008.

Hiltzik annunciò la sua intenzione di dirigere un altro film della serie dal titolo Sleepaway Camp Reunion. Tuttavia ad oggi il film non è ancora stato realizzato.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • In Italia il film non è mai stato distribuito, né al cinema né per l'home video, tuttavia esso è reperibile online con i sottotitoli in italiano.
  • Il film è stato girato nello stato di New York, ad Argyle, Fort Edward, Glens Falls e Lake Luzerne.
  • Nei credits iniziali il nome dell'attore Jonathan Tiersten è stato scritto errato: "Tierston".
  • Il regista ha dedicato il film a sua madre.[5].
  • Molti dei campeggiatori che si vedono uscire dall'autobus all'inizio del film erano parenti degli attori e dello staff cinematografico[5].
  • Jane Krakowski inizialmente era stata scelta per il ruolo di Judy.
  • Per la scena finale venne realizzata una maschera in plastica di Felissa Rose, che fu fatta indossare a Archie Liberace, un giovane studente scelto per interpretare Angela nuda nel finale. [1]
  • Una testa finta creata per la scena finale del film (quella raffigurante l'attore Christopher Collet) venne rubata sul set.
  • Quando Angela è la prima volta nella seduta di fine e canticchiando, in lontananza, sul lato opposto della tribuna guardare con attenzione per trovare qualcuno a togliersi i vestiti. È probabile che il ragazzo che ha giocato "Naked Angela" alla fine sempre pronto.
  • Sul finire del film, quando Angela e seduta con la testa di Paul tra le mani, in lontananza si può vedere qualcuno togliersi i vestiti. Si tratta del ragazzo che di lì a poco dovrà interpretare Angela nuda.
  • Durante la scena in cui i ragazzi vanno a tuffarsi nudi, Loris Sallahian abbandonò il set perché non si sentiva molto soddisfatto delle condizioni. Il regista Robert Hiltzik ebbe una chiacchierata personale con lui e Loris fece ritorno sul set.
  • Le mani mostrate come quelle dell'assassino sono quelle di Jonathan Tiersten.
  • La polizia di Hudson Falls concesse ad Allen Breton di usare una delle sue uniformi per il film.
  • Mentre scriveva la sceneggiatura del film, Robert Hiltzik scrisse per prima cosa l'inizio e la fine.
  • Il compositore delle musiche, Ed Bilous, venne scoperto per caso in un coffee shop mentre stava scrivendo spartiti musicali.
  • Jonathan Tiersten fu scelto per il ruolo di Ricky dopo un'interessante audiozione nella quale Robert Hiltzik gli chiese to cuss him out.
  • Durante la lavorazione del film tra Jonathan Tiersten e Felissa Rose nacque una storia d'amore.[6]
  • Mentre si stava girando la scena della canoa che si ribalta, John Dunn riportò una ferita alla mano e fu necessario portarlo in ospedale.[7]
  • Il body count del film è di undici vittime.[8][9]
  • L'originale grafica del box-set DVD Sleepaway Camp Survival Kit, che ritraeva una croce rossa su sfondo bianco, è stata ritirata dal commercio in seguito ad una protesta della Croce Rossa[5].
  • Il regista ha dedicato il film a sua madre[5].
  • Il film Memorial Valley Massacre (1989) è conosciuto anche col titolo Son of Sleepaway Camp nonostante non sia un film della serie.
  • A causa di alcune suo componenti (la relazione omosessuale del padre di Angela e Peter, la transessualità dell'assassino e la presenza di molti ragazzi in abiti equivoci) è noto per essere il film horror più gay della storia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sleepaway Camp in The New York Times.
  2. ^ 25 Best Horror Movie Twist Endings - Best Twist Endings in Horror Movies, Horror.about.com, 17 novembre 2010. URL consultato il 30 dicembre 2010.
  3. ^ Company Credits for Sleepaway Camp. URL consultato l'11 aprile 2011.
  4. ^ Sleepaway Camp - Rotten Tomatoes, Rotten Tomatoes. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  5. ^ a b c d Imdb
  6. ^ Sleepaway Camp Trivia
  7. ^ Sleepaway Camp Trivia
  8. ^ horror-movies.wikia.com
  9. ^ sleepawaycamp.tripod.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema