Slab City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slab City

Slab City (o The Slabs) è un accampamento situato nel sud-est della California, nelle vicinanze del paese di Niland, a una decina di chilometri dalle rive del lago Salton. È composto da camper, roulotte e autobus. Per un certo periodo dell'anno vi risiedono nomadi, hippie o persone che vogliono sfuggire dalla civiltà.

Il campo nasce negli anni cinquanta dove una volta sorgeva una base militare, attiva durante la seconda guerra mondiale. Dopo la chiusura della base, nei 640 acri di terra abbandonata iniziarono ad insediarsi i primi campeggiatori, che nel corso degli anni aumentarono raggiungendo il culmine negli anni ottanta.

La comunità di Slab City è divenuta un vero e proprio villaggio, dove però non vi è elettricità, acqua corrente o altro tipo di servizio. Le persone che abitano i camper sono munite di generatori e pannelli solari.

Nei pressi di Slab City sorge la colorata Salvation Mountain, piccola montagna artificiale ricoperta di pittura acrilica e addobbata con ogni tipo di simboli e versi della Bibbia. La montagna è stata creata in onore di Dio dal visionario artista Leonard Knight, che ha vissuto fino alla morte ai piedi dell'opera.

Slab City viene citata nel libro di Jon Krakauer Nelle terre estreme e appare nel film del 2007 Into the Wild - Nelle terre selvagge, a cui hanno partecipato veri abitanti dell'accampamento. Nel 2008 Gianfranco Rosi realizza un documentario intitolato Below Sea Level interamente girato al suo interno.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

California Portale California: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di California