Sistema isolato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In fisica un sistema isolato è un sistema che non interagisce in alcun modo con l'ambiente circostante, ovvero che non scambia massa, né lavoro, né calore.[1]

Per il primo principio della termodinamica, l'energia interna di un sistema isolato rimane costante.

Per il secondo principio della termodinamica, l'entropia di un sistema isolato non può diminuire.

Un sistema isolato è un caso ideale che, sperimentalmente, si può solo ottenere in maniera approssimata.

L'universo termodinamico (che è l'unione del sistema termodinamico e di un ambiente termodinamico che lo circonda) è per definizione un sistema isolato,[2] come affermato da Rudolf Clausius nel 1865.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silvestroni, op. cit., p. 113
  2. ^ Bisogna stare attenti a non confondere la definizione di "sistema termodinamico" con la definizione di universo data in altri ambiti della fisica. Allo stesso modo le definizioni di "ambiente termodinamico" e di "sistema termodinamico" non vanno confuse con altre definizioni di sistema e di ambiente.
  3. ^ Silvestroni, op. cit., p. 115

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Silvestroni, Fondamenti di chimica, 10ª ed., CEA, 1996, ISBN 88-408-0998-8.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

termodinamica Portale Termodinamica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di termodinamica