Sistema critico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un sistema critico (dall'inglese critical system) è un generico sistema che, in caso di fallimento nel suo funzionamento, può provocare:

  • morte o gravi rischi alle persone
  • perdita o grave danneggiamento di mezzi e materiali
  • gravi danni ambientali.

Questo genere di rischi sono generalmente progettati e gestiti da ingegneri specializzati in sicurezza.

Un sistema critico è studiato per perdere meno di una vita ogni miliardo di ore di funzionamento. Normalmente un sistema di questo tipo è controllato da uno o più sistemi di sicurezza indipendenti, in modo da garantire la ridondanza anche se a fallire fossero gli stessi sistemi di controllo.

Sistemi di sicurezza[modifica | modifica wikitesto]

Esistono diverse tipologie di sistemi di sicurezza per i sistemi critici:

  • FOS (Fail-operational systems) è l'insieme di circuiti, processi e strumenti che continuano ad operare anche quando il sistema di controllo centrale ha smesso di funzionare. In questa categoria rientrano svariate tipologie di apparati, dalle valvole di sicurezza per il gas nei forni casalinghi ai sistemi di protezione delle centrali nucleari.
  • FSS (Fail-safe systems) è una parte del sistema che diventa sicura quando non può operare. Molti strumenti medici rientrano in questa categoria, come gli apparati per la trasfusione di sangue, i quali impediscono l'ingresso di bolle di gas nel sistema circolatorio del paziente anche quando smettono di funzionare.