Sistema autonomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il significato del termine in matematica, vedi Sistema autonomo (matematica).

In informatica e telecomunicazioni un sistema autonomo (Autonomous System, AS), in riferimento ai protocolli di routing, è un gruppo di router e reti sotto il controllo di una singola e ben definita autorità amministrativa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un'autorità amministrativa si contraddistingue sia in base a elementi informatici (specifiche policy di routing), sia per motivi amministrativi.

Esempio di sistema autonomo può essere quello che contraddistingue gli utenti di un unico provider oppure, più in piccolo, quello che costituisce la rete interna di un'azienda.

All'interno di un sistema autonomo i singoli router comunicano tra loro, per scambiarsi informazioni relative alla creazione delle tabella di routing o tabelle di instradamento, attraverso un protocollo IGP (Interior Gateway Protocol).

L'interscambio di informazioni tra router appartenenti a sistemi autonomi differenti avviene attraverso un protocollo BGP (Border Gateway Protocol) e punti di interscambio fisici tra i diversi sistemi (NAP).

Ogni AS che utilizza la rete pubblica deve essere registrato presso il rispettivo RIR: AfriNIC, APNIC, ARIN, LACNIC o RIPE. Ciascun AS è inoltre identificato da un numero univoco a 16 bit o 32 bit.

In pratica, ad ogni AS viene assegnato un numero di indirizzi IP pubblici, che possono essere distribuiti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete