Sinodo di Diamper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Questa voce è parte della serie
Oriente cristiano
Christ Pantocrator Deesis mosaic Hagia Sophia.jpg
Portale del cristianesimo orientale

Storia
Impero bizantino
Crociate
Concilio ecumenico
Cristianizzazione della Bulgaria
Cristianizzazione della Rus' di Kiev
Scisma Oriente-Occidente
Per regione
Asiatica - Copta
Ortodossa orientale - Georgiana - Ucraina

Tradizioni
Chiesa ortodossa orientale
Chiesa cattolica orientale
Ortodossia orientale
Cristianesimo siriaco

Liturgia e culto
Segno della croce
Divina Liturgia
Iconografia
Ascetismo
Omoforio

Teologia
Esicasmo - Icona
Apofaticismo - Clausola del Filioque
Miafisismo - Monofisismo
Nestorianesimo - Theosis - Theoria
Phronema - Filocalia
Praxis - Theotokos
Ipostasi - Ousia
Essenza-distinzione di energie
Metousiosis

Il sinodo di Diamper è stata un'assemblea sinodale diocesana aperta il 20 giugno 1599 a Udayamperoor (o ‘’Diamper’’) in Kerala (India). Sotto la pressione di Alexis de Menezes, arcivescovo di Goa, (che lo aveva convocato), l'arcidiacono Georges della Croce e i Cristiani di San Tommaso adottarono i riti e la liturgia della Chiesa latina[1].[2].

Questo atto separò di conseguenza i Cristiani di San Tommaso dal patriarcato caldeo e li fece passare sotto la giurisdizione dell'arcivescovo di Goa. L'arcidiocesi di Angamale venne retrocessa al ruolo di diocesi di Goa (nel 1600). Fu imposta la giurisdizione del Padroado e i vescovi dei Cristiani di San Tommaso furono nominati dal padroado portoghese.

Vedi anche: Chiesa cattolica siro-malankarese, Chiesa cattolica siro-malabarese.

La Chiesa cattolica siro-malabarese, una delleChiese cattoliche orientali unite a Roma discenderebbe direttamente da questo sinodo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Neill, pp. 208–210.
  2. ^ Neill, p. 214.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]